Migliorare la circolazione delle gambe: rimedi naturali

· 6 Marzo 2014
Le vene varicose possono comparire per ragioni genetiche e ormonali ed impedire la corretta circolazione sanguigna. Il miglior modo per prevenirle è svolgere degli esercizi cardiovascolari.

In questo articolo parleremo di come migliorare la circolazione delle gambe, fedeli compagne che ci affiancano nella nostra lotta quotidiana. Quante volte le abbiamo trascurate senza dare loro l’importanza e la cura che meritano?

Dobbiamo ringraziarle, invece, perché ci aiutano a svolgere una funzione veramente importante: camminare e spostarci da una parte all’altra.

Migliorare la circolazione delle gambe è, dunque, davvero importante. Riuscireste ad immaginare quanto sarebbe difficile la nostra vita senza le gambe? O se queste non funzionassero correttamente? Impariamo a dare loro la giusta importanza e a prendercene cura.

Ad esempio, un problema comune sono i disturbi legati ad una cattiva circolazione degli arti inferiori. Questo comporta la comparsa di fastidiosi capillari e di antiestetiche e soprattutto dolorose vene varicose, che provocano disabilitazione e gravi complicazioni, come ad esempio la trombosi.

La trombosi consiste nella formazione di un coagulo di sangue all’interno di un vaso sanguigno; se si sposta dal punto in cui ha avuto origine e viene trasportato dal flusso sanguigno, questo trombo o coagulo può trasformarsi in un embolo, con pericolose conseguenze per la nostra vita, compresa la morte.

Cosa sono le vene varicose e perché si formano?

Le varici o vene varicose sono delle dilatazioni delle vene a causa di un accumulo di sangue stagnante al loro interno. Nella maggior parte dei casi la loro comparsa è legata a cause genetiche e ormonali, soprattutto nelle donne.

Altre volte le cause sono da ricercare nell’obesità, nella gravidanza o in un cattivo stile di vita, per citarne alcune, che impediscono la buona circolazione del sangue, provocando un aumento delle dimensioni delle vene.

Potrebbe interessarvi: 6 rimedi naturali per eliminare le vene varicose

Alcune misure preventive per le vene varicose

Scarpe comode

Il nuoto e le passeggiate in bicicletta sono vivamente consigliati per prevenire le varici. Quando andate a dormire, la cosa migliore da fare è sollevare le gambe per contribuire il ritorno del sangue venoso al cuore evitando che ristagni.

Leggete anche: Infusi rilassanti per dormire sonni tranquilli

Dobbiamo evitare di esporre le gambe ad un calore eccessivo, per esempio prendere il sole in orari non indicati o fare dei bagni molto caldi. Possiamo optare per degli indumenti larghi e comodi, al posto di pantaloni stretti che limitano la buona circolazione del sangue.

La depilazione con cera a caldo non è adatta per chi soffre di vene varicose. I massaggi, invece, sono di grande beneficio, ma devono essere eseguiti delicatamente, senza esercitare troppa pressione. Sarà uno specialista a fare i massaggi, altrimenti si potrebbero aggravare i sintomi.

Alimentazione e rimedi naturali per migliorare la circolazione delle gambe

La vitamina E è consigliata per le persone che soffrono di problemi di circolazione, mentre la crema a base di pepe di Cayenna per uso esterno migliora questo disturbo delle gambe.

La niacina o vitamina B3 aiuta a rilassare i vasi sanguigni, aiutando a migliorare la circolazione delle gambe. L’estratto di carciofo fa diminuire la pressione arteriosa e previene l’arteriosclerosi.

Gambe femminili con calze trasparenti

Quelli a seguire sono alcuni rimedi che madre natura gentilmente ci offre e che possiamo utilizzare per migliorare la circolazione delle gambe:

  • Ginkgo biloba: ha la capacità di dilatare le vene permettendo al sangue di circolare meglio.
  • Aglio: evita la formazione di coaguli di sangue.
  • Unghia di gatto (Uncaria tomentosa): diminuisce la capacità di coagulazione del sangue.
  • Coda di cavallo (Equisetum arvense): funge da diuretico migliorando la circolazione. Preparate un decotto utilizzando 100 gr di pianta secca ogni litro d’acqua. Bevetene un paio di tazze al giorno.
  • Amamelide (Hamamelis virginiana): si possono fare delle frizioni o sfregamenti con acqua di Amamelide per alleviare il dolore e il gonfiore delle gambe a causa delle vene varicose.
  • Ippocastano: preparate un decotto utilizzando la corteccia dell’ippocastano, è sufficiente un cucchiaino per un bicchiere d’acqua. Bevetene un paio di tazze al giorno.
  • Argan: l’olio di Argan si può utilizzare crudo nelle insalate.
  • Salice: preparate un infuso con un cucchiaino di corteccia di salice in un bicchiere d’acqua. Bevetene un bicchiere ogni due giorni.
  • Tuma, R. F., Durán, W. N., & Ley, K. (2008). Microcirculation. Microcirculation. https://doi.org/10.1016/B978-0-12-374530-9.X0001-0
  • Bruschi, E., Como, G., Zuiani, C., Segatto, E., Rocco, M., Biasi, G., & Bazzocchi, M. (2006). Analisi ecografica in vitro dello spessore parietale delle vene varicose degli arti inferiori. Radiologia Medica. https://doi.org/10.1007/s11547-006-0079-3
  • Pittman, R. N. (2011). Oxygen gradients in the microcirculation. Acta Physiologica (Oxford, England). https://doi.org/10.1111/j.1748-1716.2010.02232.x