Come riutilizzare le bustine di tè o caffè

22 luglio 2015

Quando si beve il tè o il caffè in bustina, di solito questa viene gettata nella spazzatura. Ciononostante, si può riutilizzare in diversi modi. Questo non aiuterà solo l’ambiente evitando un accumulo di tanti rifiuti organici, bensì servirà a sfruttare gli stessi oggetti in più modi. Scoprite come riutilizzare le bustine di tè o caffè in questo articolo.

Utilizzare le bustine di tè o caffè più volte

È una delle premesse del riciclaggio. Se volete apportare il vostro piccolo contributo al mondo, allora fate attenzione ai seguenti consigli per riutilizzare le bustine di tè e caffè una volta usate.

Concime organico

Potete cominciare ad avere il vostro compost in casa, che abbiate un giardino o meno. Accumulando residui organici (bucce e scarti della frutta e della verdura) otterrete terra nera ben concimata per piante e fiori, ed eviterete inquinamento e malattie. Se non vi va di imbarcarvi in questa attività perché vivete in un appartamento piccolo e avete paura dei cattivi odori, non vi preoccupate: potete aprire la bustina e svuotarla sulla terra dei fiori che decorano la vostra sala.

Fungerà da concime ed emanerà un aroma delizioso, soprattutto se usate molto caffè (potete farlo anche con i fondi della caffettiera). Ricordate che, per essere versate nei vasi, le bustine devono essere fredde e asciutte per evitare la proliferazione di funghi e di attrarre insetti.

Deodorante per il frigorifero

Le bustine di caffè possono aiutarvi a eliminare o neutralizzare gli odori nel frigorifero. È una delle proprietà dell’infuso (sì, anche il caffè è un infuso!) più bevuto al mondo. La prossima volta che bevete un caffè in bustina, dunque, ricordate di far sgocciolare la bustina e di riporla nel frigorifero. Se usate i chicchi di caffè, potete metterli in un recipiente coperto con una garza. Assorbirà gli odori cattivi e donerà un aroma delizioso a questo elettrodomestico tanto importante in ogni casa.

sacchetti di tè

Rimedi fatti in casa

Sapevate che le bustine di possono essere usate in maniera topica per diversi problemi della pelle? Ad esempio, per le borse sotto gli occhi, per le punture di zanzare o per le pulci, come antinfiammatorio o per riposare gli occhi dopo aver usato a lungo il computer. Questo avviene perché il tè ha un componente chiamato acido tannico che ha la capacità di disinfiammare la pelle. Una buona idea è avere sempre nel frigorifero alcune bustine di tè usato da utilizzare durante un’emergenza.

Non esitate a prendere questa abitudine quando tornare a casa dal lavoro: sedetevi sul divano o nella vasca da bagno con acqua tiepida e sali, mettete della musica rilassante, chiudete gli occhi e adagiate una bustina di tè su ciascun occhio, precedentemente inumidito con acqua fredda. Noterete gli effetti.

Per colorare i tessuti

Da molti secoli si usa il tè, oltre ad altre piante e fiori, come tintura per i tessuti. Quando immergete della stoffa bianca nel tè, ottenete un effetto antico. Conoscete l’effetto seppia nella fotografia? Ecco, qualcosa di simile. È perfetto per cambiare colore ai divani, alle tende o a un vestito che vi ha stancato. Se vi piace fare lavoretti in casa, donate ai tessuti un effetto antico, come se li aveste trovati nel baule dei ricordi della nonna. E se state organizzando un matrimonio vintage all’aria aperta, sarà perfetto.

Preparare più tè

Di sicuro vi è capitato di vedere i vostri genitori o nonni conservare le bustine di tè in una tazza per qualche giorno e poi riutilizzarle per preparare un infuso o una tisana. Se unite cinque bustine, otterrete un tè abbastanza forte. In questo modo risparmierete parecchi soldi. Ad esempio, se bevete un tè al giorno, dal lunedì al venerdì, il sabato è gratis! Potete unire gusti diversi per ottenere sapori strani e originali.

tè verde

Per ridurre la cellulite

Come ben sapete le creme anticellulite sono molto costose e in più non ce n’è una che sia efficace al 100%. Se a ciò si aggiunge il fatto che questi prodotti non contengono ingredienti del tutto sani per il corpo, questa ricetta fatta in casa sarà una meravigliosa alternativa.

Avete bisogno di caffè usato (potete utilizzare la bustina o meno). Mettetelo in un recipiente insieme a qualche goccia di olio di cocco o di mandorle, formando una sorta di pasta. Prendetela con le mani e, mentre fate il bagno, realizzate messaggi circolari nella zona con cellulite, soprattutto glutei, cosce, ventre, gambe e braccia. In seguito, sciacquate e continuate a godervi il bagno.

Per togliere i cattivi odori dalle mani

Dopo aver cucinato certi alimenti come l’aglio, il pesce, le olive in salamoia o la cipolla, le mani si impregnano di un odore che non si toglie così facilmente nonostante ci si lavi varie volte o si applichi del profumo. Se avete lasciato i resti del caffè in un recipiente, non esitate a usarli così che le vostre mani non emanino un cattivo odore. Prendetene un po’ e sfregate per alcuni minuti. In seguito, lavate con acqua tiepida.

Per capelli più brillanti

capelli

Tutte le donne desiderano capelli sani e brillanti come quelli delle pubblicità di shampoo e balsami. Potete riuscirci usando il caffè che avete bevuto. È un trattamento semplice e del tutto naturale.

Una volta accumulati diversi fondi di caffè, aggiungete dell’acqua bollente e lasciate freddare. Filtrate e versate sui capelli puliti e bagnati (dopo la doccia), lasciate agire per 20 minuti e sciacquate con acqua tiepida. Realizzate questo trattamento una volta a settimana e nel giro di un mese vedrete i risultati.

Guarda anche