Compratori compulsivi, da cosa vogliono scappare?

· 13 gennaio 2018
I compratori compulsivi cercano di colmare una carenza interna spendendo soldi e comprando vestiti e oggetti di cui non hanno bisogno. Il problema è che questo vuoto interiore non scompare mai
I compratori compulsivi sono persone che hanno un impulso irrefrenabile a comprare oggetti, molti dei quali non necessari, senza tenere in conto se li utilizzeranno o meno.
In questo modo, continuano ad accumulare in casa diversi oggetti e utensili che lasciano abbandonati, poiché la soddisfazione è data dall’istante in cui comprano, e non da ciò che faranno in seguito con l’oggetto comprato.

Leggete: 14 disturbi psicologici strani e poco conosciuti

Possiamo pensare che i compratori compulsivi siano immaturi e che non sappiano gestire bene il loro denaro.

Tuttavia, la cosa certa è che sotto questo atto che spesse volte vediamo di cattivo occhio, può esserci qualcuno che soffre molto.

La sofferenza nascosta dei compratori compulsivi

Donna con molti vestiti

I compratori compulsivi si affannano a comprare per distrarsi. Per riempire la loro vita, nella quale sentono di avere un vuoto terribile, oppure per fuggire da una situazione nella quale si vedono come intrappolati.

  • È un atto che compiono in modo compulsivo, senza pensarci troppo e provando sensi di colpa che arriveranno a posteriori.

Perché, sì, i compratori compulsivi sanno che comprare in questo modo non li porta da nessuna parte.

  • Molti sono persino consapevoli che gli succede qualcosa, quando vedono una grande quantità di cose inutili intorno a loro e poco denaro nelle loro tasche.

Talvolta, questa è solo una fase destinata a passare e cadere nel dimenticatoio. Tuttavia, altre volte, ci troveremo in una situazione di questo genere che persiste nel tempo e che camuffa una sofferenza alla quale non stiamo trovando una soluzione.

Scoprite anche: Animali domestici: un grande aiuto per la salute

Cosa dovrebbero fare i compratori compulsivi? Se non sono capaci o non vogliono chiedere aiuto a un professionista, devono allora guardarsi dentro.

Scoprire qual’è la causa che li ha portati ad adottare quell’attitudine e cercare di risolverla. Il grande problema è che toccare le ferite brucia, e anche tanto.

Per questo cercano sempre di fuggire, in questo caso, facendo acquisti.

Siete dei compratori compulsivi?

Donna che pensa a cosa comprare

Forse vi starete chiedendo se qualche volta siete stati dei compratori compulsivi o se qualcuno intorno a voi ha sofferto di questo disturbo impulsivo.

Se è così, vi elenchiamo a seguire alcune caratteristiche che appartengono alle persone che possono essere considerate dei compratori compulsivi.

1. Comprano cose che non useranno mai

Come abbiamo già menzionato, i compratori compulsivi sono soliti comprare molte cose di cui in realtà non hanno bisogno. Pertanto, è normale che possano dimenticarsene o che non le utilizzino mai.

La società consumista nella quale viviamo, attraverso annunci, ultimi modelli e pubblicità, ci spinge a desiderare ciò di cui sappiamo che in realtà non avremo mai bisogno; fa sì che i compratori compulsivi siano destinati a comprare più facilmente.

2. Sprecano denaro rischiando di andare in rovina

Come le persone dipendenti dal gioco cominciano a sprecare i loro soldi fino ad arrivare a indebitarsi, la stessa cosa accade ai compratori compulsivi.

Di fatto, è un vero pericolo che abbiano fra le mani una carta di credito. Possono fare dei debiti con la banca che poi non riescono a pagare.

3. I saldi sono una vera attrattiva

Donna che ha comprato molti vestiti

Allo stesso modo in cui gli annunci istigano il compratore compulsivo a portare a compimento i suoi atti, anche i saldi sono un pericolo poiché si possono spendere enormi quantità di denaro.

Il risparmio che questi presuppongono non è tale quando si comprano molti capi di abbigliamento, accessori e altri oggetti che faranno sì che il prezzo finale salga troppo, più di quanto ci si possa permettere.

Prima di andarvene, non dimenticatevi di leggere: 8 abitudini per migliorare l’autostima

I compratori compulsivi, lontano da quanto possa sembrare, hanno un’autostima molto bassa. Talvolta, possono persino soffrire di depressione.

Per questo è molto importante non prendere sotto gamba gli indizi che possono fare luce su questo disturbo, che è quasi un comportamento autodistruttivo.

Il compratore compulsivo prova piacere nel momento in cui compra ma poi, dopo aver comprato, la sua autostima si abbassa ancora di più. Sa cos’ha fatto, i soldi sul suo conto sono diminuiti ma è una condotta impulsiva che non riesce a evitare.

Questi atti vogliono nascondere un dolore molto profondo che occorre invece prendere di petto. Nonostante faccia male, nonostante costi caro, è necessario non continuare a voltargli le spalle.

Tutto ciò che ci fa soffrire continuerà a essere lì anche se chiudiamo gli occhi per non vederlo.

Guarda anche