Consigli per mangiare meno carboidrati

Il problema è che i carboidrati di cui siamo soliti abusare sono raffinati, quindi poco sani. Se li sostituiamo con frutta e verdura, otterremo grandi benefici.   

I carboidrati sono presenti in molti degli alimenti che assumiamo quotidianamente e forse è uno dei motivi per cui non riusciamo a perdere peso.

Anche se apportano nutrienti e ci forniscono energia per realizzare le nostre attività quotidiane, non conviene eccederne nel consumo.  

In questo articolo vi diamo alcuni consigli per mangiare meno carboidrati.


I carboidrati fanno male alla salute?

Questa domanda è molto frequente, soprattutto tra le persone che vogliono perdere peso.

Negli ultimi tempi sono divenute popolari le diete a ridotto contenuto di carboidrati. La premessa che caratterizza queste diete è sempre la stessa: “gli idrati di carbonio sono i responsabili dell’aumento di peso”.

Tuttavia, non possiamo eliminarli del tutto dalla nostra alimentazione, poiché svolgono importanti funzioni per il nostro organismo.

Ad esempio, sono la principale fonte di glucosio nel sangue. Questo significa che hanno il compito di trasportare il combustibile alle cellule e sono la fonte di energia utilizzata dal cervello per realizzare tutte le sue funzioni.

Allo stesso modo, dovremmo sapere che esistono in natura due tipi di carboidrati. Quelli semplici (o zuccheri) e quelli composti (che includono amido e fibre).

L’uomo ha modificato il processo di preparazione degli alimenti e ha creato un nuovo tipo di carboidrati: quelli semplici raffinati.    

Quali sono? Quelli presenti nella maggior parte dei prodotti pronti che troviamo sul mercato: biscotti, pasta, dolci, cereali, etc.

Il problema risiede nel fatto che vengono assorbiti rapidamente perché non contengono fibra e alterano i livelli di glucosio nel sangue. Inoltre, accumulano grassi nell’organismo (sopratutto nell’addome).

L’inconveniente, dunque, è che assumiamo i carboidrati non sani (raffinati) e non mangiamo quelli naturali (presenti nella frutta, nella verdura, nei cereali e nei legumi).

Se modificassimo le proporzioni, potremmo perdere peso ed evitare numerose malattie.

Leggete anche: 6 combinazioni di alimenti ottime per la salute

Consigli per assumere meno carboidrati

Basandoci su quanto detto, sarebbe bene assumere pochi carboidrati negativi.

Ecco alcuni consigli per riuscirci:

1. Non assumete bevande zuccherate

Non sono sane, poiché contengono grandi quantità di sciroppo di mais, oltre che troppi zuccheri.

Questo causa, oltre ad obesità, resistenza all’insulina. Anche le alternative dietetiche contengono ingredienti dannosi.      

Sostituitele con acqua, frullati o tisane.

2.Mangiate più frutta e verdura

Molte volte mangiamo biscotti, pane o snack perché proviamo ansia più che appetito.

Questo problema può essere risolto, ad esempio, smettendo di comprare alimenti “tentatori” o tenendo sempre in casa diversi tipi di frutta.

Invece di optare per alimenti pieni di idrati di carbonio, scegliete le verdure. Ad esempio, del sedano o una carota (bisogna masticarla a lungo e riduce la tensione).

3. Riducete l’assunzione di pane

Siamo abituati ad assumere sempre il pane per accompagnare i sughi o la carne. Tuttavia, il pane contiene troppi idrati di carbonio raffinati e per questo fa ingrassare.

È importante scegliere un pane a base di cereali integrali (ad esempio quello di segale) che, anche se apporta carboidrati, è ricco di fibre. Inoltre, vi aiuterà a migliorare il transito intestinale.

4. Fate la spesa a stomaco pieno

Una buona idea per prendersi cura dell’organismo e del portafoglio è quella di andare al supermercato dopo mangiato.

Quando abbiamo molta fame, il cervello non riesce a prendere le giuste decisioni e, inoltre, viene tentato da qualsiasi cosa.

Vi sconsigliamo anche di andare al ristorante a stomaco vuoto (mangiate, per esempio, un frutto prima di uscire di casa).

Ricordate che l’appetito vi farà optare per alimenti processati, grassi, zuccherati e poco sani. Prima mangiate e poi fate la spesa.          

5. Scegliete snack con pochi idrati di carbonio

A metà mattinata, di pomeriggio o prima di cena, si fa merenda, cosa che ci impedisce di arrivare all’ora dei pasti principali con una fame smisurata e finire i piatti in pochi secondi.

Tuttavia, dobbiamo fare attenzione, perché questi spuntini non possono includere qualsiasi alimento.

Invece di patatine fritte, dolci o biscotti e affettati, vi consigliamo di optare per della frutta secca, ad esempio mandorle, arachidi, nocciole o noci.

Anche se è vero che contengono calorie, il segreto sta nel mangiarne solo un pugno. La buona notizia è che saziano e riducono l’ansia.

Leggete anche: Frutta essiccata: rinforza le ossa e combatte la stanchezza

6. Non fatevi ingannare dai prodotti “light”

Sono di moda. Una grande quantità di prodotti in vendita sul mercato sono impacchettati ed indicati come “poveri di calorie”.

Il problema è che non sempre sono sani. Contengono meno carboidrati, ma anche meno proteine, meno sodio e più minerali.

7. Assumete più proteine a colazione

Tutte le mattine avete bisogno di energie per cominciare la giornata.

Vi consigliamo di aggiungere alle vostre colazioni un uovo bollito, per saziarvi. In questo modo, apporterete anche proteine al corpo. Noterete le differenze durante la giornata.