5 consigli per la pulizia dei rubinetti

· 9 aprile 2017
Quando l’acqua è particolarmente calcarea, sui rubinetti si deposita il calcare che, oltre ad ostruirli, li rende opachi. Possiamo farli brillare di nuovo senza ricorrere ai prodotti chimici.

Per quanto ci si sforzi ogni giorno di tenere la casa pulita, a volte i rubinetti possono giocare un brutto scherzo, soprattutto se viviamo in una zona in cui l’acqua è più calcarea.

Il calcare presente nell’acqua toglie lucentezza ai rubinetti e lascia macchie bianche o giallastre particolarmente tenaci.

Ecco alcuni accorgimenti che vi aiuteranno a pulire i rubinetti in modo più rapido ed efficace.La nostra scelta ricade sui prodotti naturali, lasciando da parte gli anti-calcare in commercio che, molte volte, promettono, ma non mantengono.

Come avere rubinetti sempre brillanti e come nuovi

L’acqua calcarea contiene un alto livello di minerali, soprattutto sali di magnesio e di calcio.

Se abitate in una città dove l’acqua è essenzialmente di questo tipo, sicuramente dovrete combattere con il calcare che si forma sulle superfici a contatto con l’acqua.

Nel peggiore dei casi l’accumulo di calcare è tale da ostruire oppure ostacolare il normale scorrimento dell’acqua dai tubi.

Le macchie di calcare sembrano difficili da eliminare, ma con l’aiuto di un buon anti-calcare diventa un gioco da ragazzi. E, ancora meglio, i prodotti più efficaci li avete quasi certamente già in casa.

Con un po’ di pazienza e seguendo i nostri consigli, i rubinetti torneranno puliti e brillanti.

Prendete nota.

Leggete anche: 6 detergenti ecologici per vetri

1. Aceto bianco o limone: grandi alleati nella pulizia dei rubinetti

Una formula molto efficace contro le macchie di calcare sulla rubinetteria è una miscela di aceto bianco – o in mancanza di esso, succo di limone – con acqua.

Occorrente

  • ½ tazza di aceto o succo di limone (125 ml)
  • ½ tazza di acqua (125 ml)

Come si usa?

  • Inumidite con la soluzione un panno di stoffa o di carta con cui andrete ad avvolgere il rubinetto.
  • Coprite ulteriormente il rubinetto con un sacchetto di plastica.
  • Lasciate agire per almeno un’ora.
  • Rimuovete il sacchetto e il panno.
  • Sfregate bene il rubinetto con una spugnetta.
  • Sciacquate bene ed asciugate.

Questo metodo dà buoni risultati anche sulle caffettiere o sui bollitori, che torneranno come nuovi. Provare per credere.

2. Alcool etilico per lucidare la rubinetteria

L’alcool etilico è un antisettico che teniamo sempre a portata di mano. È anche un ottimo prodotto per la pulizia dei rubinetti.

Come si usa?

Vi basterà inumidire bene uno straccio e sfregare. Vedrete che il calcare si scioglierà e la rubinetteria recupererà la sua lucentezza.

3. Farina: alimento e sciogli-calcare

La farina non manca mai nelle nostre dispense ed è in grado di far brillare i rubinetti.

Come si usa?

  • Affinché il trucco funzioni, il rubinetto deve essere completamente asciutto. 
  • Ricopritelo con un po’ di farina.
  • Sfregate bene con un panno, fino a quando le macchie di calcare scompariranno e il rubinetto tornerà lucido.

4. Il dentifricio per lucidare i rubinetti

Oltre a mantenere i denti bianchi e sani, il dentifricio è efficace anche sui rubinetti.

Non è da applicare, però, su rubinetteria dorata o di bronzo.

Come si usa?

  • Stendete un po’ di dentifricio sulla superficie.
  • Sfregate bene con un panno morbido.
  • Risciacquate.

Leggete anche: 11 usi alternativi del dentifricio

5. Non dimenticate di pulire i filtri del rubinetto

Se il vostro acquedotto rilascia un’acqua molto calcarea, probabilmente i vostri rubinetti saranno provvisti di filtro.

In questo caso, ricordatevi che il calcare si deposita anche lì, riducendo la pressione dell’acqua. Quindi anche i filtri vanno puliti.

Come si rimuove il calcare dai filtri?

  • Rimuovete il filtro.
  • Immergetelo un paio di ore in una soluzione di aceto e acqua calda, in parti uguali.
  • Se notate ancora residui di calcare, eliminateli con uno spillo.
  • Lavate bene il filtro e riposizionatelo.
Guarda anche