Cosa capita al corpo quando si mangia un Big Mac

17 novembre 2015
Il suo alto contenuto di sodio e le sue tante calorie fanno schizzare i livelli di glucosio e ci fanno sentire un bisogno impellente di consumare altro cibo da fast food

Il cibo da fast food è davvero buono e può sembrare un’ottima soluzione quando non si ha molto tempo per cucinare in casa.

Tuttavia, già da molto tempo è noto che non si tratta di una buona alternativa alimentare, infatti questi cibi presentano elevati contenuti di grassi saturi, sodio e zuccheri raffinati che quando arrivano all’organismo possono generare molteplici danni, costituendo, inoltre, la causa principale di sovrappeso e obesità.

Da un po’ di tempo a questa parte, il Big Mac di McDonalds ha conquistato il pubblico e nel sito ufficiale viene pubblicizzato così: “La sua deliziosa salsa Big Mac? La sua carne cotta alla piastra con solo sale e pepe? O forse la cipolla a cubetti, la croccante lattuga iceberg, lo squisito formaggio fuso? Che importa! C’è sempre un buon motivo per gustare un Big Mac”.

Ma cosa si nasconde davvero dietro questo irresistibile hamburger che ad oggi è uno dei più consumati al mondo? Innanzitutto un elevato contenuto di calorie e grassi saturi che possono danneggiare la nostra salute, anche subito dopo averlo mangiato.

Per informare tutti i consumatori riguardo al prodotto di punta di McDonalds, il sito web FastFoodMenuPrice ha riassunto tramite una infografia ciò che succede nel nostro organismo dopo aver mangiato un Big Mac.

Attenzione perché gli effetti possono presentarsi anche dopo pochi minuti dal primo morso.

Dopo 10 minuti: state bene, ma…

hamburger-vegetariano

Un Big Mac con formaggio e salsa contiene 540 calorie che scatenano immediatamente due effetti: il primo è un anormale incremento dei livelli di zucchero nel sangue, l’altro è l’attivazione dei sistemi di ricompensa nel cervello, che liberano la dopamina, conosciuta come l’ormone del piacere e della felicità.

Tale effetto, simile a quello che genera la dipendenza dalle droghe, è ciò che fa pensare ad ogni persona che assaggia questo panino di aver mangiato un hamburger delizioso.

Vi consigliamo di leggere: Alimenti per ridurre gli zuccheri nel sangue

Dopo 20 o 30 minuti: volete mangiare ancora

big-mac

Gli alti livelli di sciroppo di mais, ricco di fruttosio, e l’elevato contenuto di sodio fanno venire voglia di mangiare ancora di più.

Entrambe le sostanze sono catalogate come additivi, ragione per cui non deve risultare strano che generino ansia.

Ma la cosa peggiore non è questa. Il Big Mac contiene circa 970 milligrammi di sodio che quando arriva all’organismo provoca disidratazione e quindi un’alterazione della funzione renale e del cuore.

Può provocare incremento della pressione arteriosa, diabete e obesità.

Dopo 40 minuti: livelli di glucosio fuori controllo

È probabile che avrete ancora voglia di mangiare questo hamburger. Assumendo un prodotto così ricco di calorie, si perde il controllo sui livelli di zucchero nel sangue, cosa che si tradurrà in un forte desiderio di mangiare più cibo da fast food. 

Un Big Mac apporta più del 25% della quantità giornaliera di calorie raccomandata per una persona adulta, ciò altera la funzione del pancreas e riduce il glucosio generando una sensazione di fame quasi incontrollabile.

L’apparato gastrointestinale, inoltre, assorbe molto velocemente lo sciroppo di mais ricco di fruttosio, provocando picchi di insulina che renderanno quest’ansia di mangiare ancora più intensa.

Leggete anche: Come disintossicare il pancreas in modo naturale

Da 60 minuti in poi: una digestione lenta

indigestione

L’elevato contenuto di grassi di un Big Mac rende più complicata la digestione, ragione per cui può richiedere anche più di tre giorni perché si concluda tale procedimento.

Di fatto, a seconda della dieta di una persona, i grassi trans possono permanere nell’organismo per ben 51 giorni prima di essere completamente digeriti.

Questo elevato contenuto di grassi è ciò che ha fatto crescere il tasso di persone con malattie al cuore, obesità, cancro e diabete.

Il Big Mac ha 26 grammi di grassi in totale, ovvero il 37% della quantità giornaliera raccomandata. Di questa quantità di grassi, circa 10 grammi sono saturi, ovvero grassi che esistono in modo naturale negli alimenti di origine animale come la carne e il formaggio.

A causa delle sue immense carenze a livello nutrizionale e al suo alto contenuto di composti dannosi per il corpo, sarebbe meglio limitare il più possibile il consumo di un alimento come questo, relegandolo ad eventi occasionali. L’ideale sarebbe comunque evitarlo completamente.

Mangiare il Big Mac in modo regolare può avere effetti molto gravi sul corpo, sia a breve che a lungo termine.

Guarda anche