Cos’è il metabolismo? È veloce o lento?

· 8 Marzo 2019
A seconda del nostro tipo di metabolismo, dovremmo adottare una serie di abitudini alimentari per non aumentare o perdere peso in eccesso e rimanere in buona salute.

Ne parliamo di continuo, ma sappiamo esattamente cos’è il metabolismo? Si tratta di un insieme di reazioni chimiche che si verificano all’interno delle cellule del corpo. Sono queste reazioni che trasformano i nutrienti che ingeriamo nell’energia necessaria a svolgere tutte le funzioni vitali.

Scopriamo in questo articolo cos’è il metabolismo e quali sono le conseguenze di un suo cattivo funzionamento, così come la dieta più appropriata per ogni caso.

Cos’è il metabolismo

L’energia prodotta nel metabolismo viene utilizzata in diverse funzioni vitali, come ad esempio:

  • Respirazione.
  • Digestione.
  • Circolazione.
  • Temperatura corporea.
  • Eliminazione dei residui attraverso i reni e l’intestino.

Il metabolismo condiziona anche la gestione dell’energia prodotta dagli alimenti che ingeriamo. Per questo motivo, questa funzione è sempre presa in considerazione quando alcune persone non riescono a perdere peso nonostante le diete rigorose. È quindi essenziale seguire la giusta alimentazione e regolare questo processo in modo naturale.

Leggi anche: 4 colazioni a base di avena per accelerare il metabolismo

Sintomi di un metabolismo lento

Fatica

Adesso che sappiamo cos’è il metabolismo, vediamo cosa succede quando è lento o veloce. Le persone con un metabolismo lento presentano i seguenti sintomi:

  • Difficoltà a dimagrire o frequenti cambiamenti di peso. Il grasso si accumula nei fianchi e nelle gambe.
  • Stanchezza e fatica.
  • Digestione lenta o pesante.
  • Tendenza alla stitichezza.
  • Difficoltà ad alzarsi la mattina.
  • Tendenza alla depressione, in alcuni casi.

Sintomi di un metabolismo veloce

Le persone con un metabolismo veloce presentano i seguenti sintomi:

  • Difficoltà a ingrassare. Il grasso si accumula nelle braccia e nell’addome.
  • Appetito costante.
  • Scarso assorbimento di sostanze nutritive nell’intestino.
  • Energia in eccesso.
  • Tendenza al nervosismo e all’ansia.
  • Difficoltà ad addormentarsi.

Il metabolismo e la dieta

Peso forma

Esiste una teoria nutrizionista secondo la quale esiste una relazione tra il tipo metabolico e le preferenze alimentari.

Da questo punto di vista, è essenziale conoscere il tipo di cibo più indicati per essere sani e prevenire il sovrappeso.

A seguire presentiamo alcuni consigli, ma è necessario rivolgersi a un nutrizionista o a un endocrinologo, il quale indicherà la dieta migliore in base all’anamnesi e ai sintomi.

Dieta per il tipo metabolico veloce

Il tipo metabolico veloce corrisponde a persone con un buon appetito che tendono a preferire sempre cibi ricchi di grassi e proteine. Quasi sempre optano per le opzioni salate invece di quelle dolci.

In questo caso, per mantenere un peso equilibrato dobbiamo ridurre il consumo di carboidrati, soprattutto dolci e farine raffinate.

Tuttavia, è anche molto importante non eccedere nel consumo di proteine animali. Cercheremo di combinare nella dieta proteine vegetali come legumi e frutta secca.

I grassi non sono nocivi, purché siano di buona qualità:

  • Oli di prima spremitura a freddo: olive, cocco, sesamo, lino.
  • Avocado.
  • Frutta secca.
  • Semi.
  • Ghee o burro chiarificato.
  • Tuorlo d’uovo.
  • Pesce azzurro.

Non dobbiamo dimenticare di combinare queste porzioni di proteine e grassi con una buona quantità di verdure crude. Possiamo preparare per esempio gustosi succhi di frutta, frullati o insalate.

Se abbiamo molto appetito, dovremmo fare diversi pasti al giorno e non saltarne nessuno.

Vi potrebbe interessare: Errori che impediscono di perdere peso

Dieta per il tipo metabolico lento

Favorisce il metabolismo

Le persone con un metabolismo lento tendono a ingrassare e a sentirsi affaticate anche se non mangiano molto. In questo situazione, la soluzione migliore è adottare una dieta corretta.

Spesso si preferiscono i dolci, che sono una tentazione, ma che in generale non sono salutari. Sarebbe consigliabile consumare dolci elaborati con carboidrati sani come le farine integrali e a base di dolcificanti come la stevia.

È essenziale ridurre il consumo di sale, che di solito causa gonfiore e ritenzione idrica.

Quando si ha il metabolismo lento, l’energia viene solitamente ricercata in stimolanti come il caffè o le bevande a base di cola. In alternativa, suggeriamo di preparare le proprie bevande energetiche con frutta, zenzero, maca, cacao puro, ginseng, ecc.

Dobbiamo regolare anche il consumo di grassi. Li consumeremo in quantità moderate e sceglieremo gli stessi che abbiamo raccomandato per il metabolismo veloce. Bere acqua durante la giornata, a stomaco vuoto e lontano dai pasti, aiuterà ad accelerare il metabolismo.