Curare la rinite allergica: alimenti consigliati

· 29 maggio 2018
per evitare la rinite allergica e i suoi sintomi, è fondamentale individuare l'agente che ci provoca questa reazione ed evitarlo. Alcuni ingredienti possono aiutarci a tenerla sotto controllo

La rinite allergica è causata dall’esposizione a sostanze che si trovano nell’aria, come i pollini, che fanno la loro comparsa in determinati periodi dell’anno, soprattutto in primavera, estate o autunno, a seconda della sostanza che provoca l’allergia. Possiamo essere allergici a uno o più tipi di polline o alle spore dei funghi presenti nell’aria. Oggi, però, vediamo come curare la rinite allergica grazie ad alcuni alimenti.

Sintomi della rinite allergica

Rinite allergica

  • Secrezione nasale
  • Bruciore agli occhi
  • Congestione
  • Presenza di muco
  • Infiammazione nasale
  • Starnuti e arrossamento

Il sistema immunitario reagisce a un elemento  presente nell’ambiente circostante. Si tratta di una sostanza estranea che può entrare nell’organismo e scatenare una risposta immunitaria.

L’80% del sistema immunitario si trova nell’intestino. Il corpo interagisce con l’ambiente esterno, assorbendo i nutrienti dai cibi e tenendo lontani batteri, agenti patogeni e alimenti indigeriti. Il sistema immunitario, una volta stimolato, diventa molto sensibile agli agenti allergenici stagionali, e la sua risposta si manifesta attraverso questi sintomi.

Per curare la rinite allergica, dunque, è importante condurre per qualche settimana una dieta volta a eliminare gli alimenti tossici e poter ridimensionare così i sintomi.

Se dopo aver eliminato alcuni alimenti, i sintomi non migliorano, potete aggiungerli nuovamente alla dieta.

Se invece notate un miglioramento, probabilmente siete sensibili a questi cibi, pertanto dovrete limitarne il consumo.

Allergia

Anche se non esiste una dieta specifica per alleviarne i sintomi della rinite allergica, esistono tuttavia dei cibi i cui nutrienti svolgono una azione antiallergica, come la vitamina C o l’acido folico.

Consigli alimentari per curare la rinite allergica

Includere nella dieta alimenti con alta concentrazione di vitamina C

Questi nutrienti hanno proprietà antinfiammatorie che riducono i sintomi della rinite allergica, soprattutto quelli di origine respiratoria, che aumentano drasticamente in primavera.

  • Crescione
  • Kiwi
  • Broccoli
  • Arancia e limone
  • Cavolfiore
  • Spinaci
  • Zucca
  • Verza

Alimenti che contengono acido folico

Tra i cibi che ci forniscono il maggiore apporto di acido folico troviamo:

  • Lenticchie
  • Ceci
  • Spinaci
  • Castagne
  • Asparagi
  • Fave
  • Lattuga
  • Piselli

Alimenti con flavonoidi

Mango

Si consiglia di aggiungere alla dieta cibi ricchi di flavonoidi, e in particolare di quercetina, che è una sostanza dotata di un grande potere antiallergico.

  • Aglio
  • Cipolle
  • Mele
  • Pere
  • Ciliege
  • Mango
  • Avena

La dieta deve essere ricca di frutta e verdura e prevedere un consumo regolare di legumi. È necessario inserire ogni giorno 3 porzioni di verdura e 2 di frutta, secondo quanto presentato nelle liste.

Caratteristiche della dieta contro la rinite allergica

  • Aumentare gli alimenti ricchi di acidi grassi omega 3 e vitamina C.
  • Mangiare 5 pozioni di frutta e verdura al giorno.
  • Bere tè verde, che svolge anche una funzione antiossidante.
  • Equilibrare il consumo di acidi grassi (ridurre il consumo di olio di girasoli e di semi vari, e scegliere l’olio di oliva).
  • Aumentare il consumo di pesce azzurro e uova.
  • Assumere cibi probiotici, come lo yogurt.

Vitamine e sali minerali che non possono mancare

Vitamina E

Vitamina

Aiuta a ridurre le sostanze infiammatorie responsabili dei sintomi. Per ottenerla, possiamo consumare:

  • Cereali integrali
  • Soia
  • Oli vegetali
  • Verdure e ortaggi a foglia verde
  • Frutta secca

Vitamina C

È un antiossidante, inoltre aiuta a rafforzare i tessuti predisposti a soffrire di allergie, oltre a stimolare il sistema immunitario.

Beta-carotene

È un pigmento presente in tutti i vegetali di colore giallo o arancione. Si trova soprattutto nelle carote, nel mango, nelle albicocche e nella zucca.

Una volta nell’organismo, il beta-carotene si trasforma in vitamina A, fondamentale per proteggere le mucose e per riparare le membrane respiratorie.

È un antiossidante e protegge i tessuti.

Magnesio

È un oligoelemento la cui funzione è rilassare la muscolatura brachiale, in modo da migliorare la ventilazione polmonare. Ottimo, dunque, per curare la rinite allergica. Lo troviamo in concentrazioni maggiori nella frutta secca.

Cibi e spezie piccanti

Possono aiutare ad aprire le fosse nasali e a ridurre la congestione. Sono integratori naturali che potrebbero essere efficaci per alleviare alcuni dei sintomi dell’allergia.

Il loro consumo e le quantità dipenderanno dalla vostra tolleranza ai cibi piccanti:

  • Wasabi
  • Mostarda di Digione
  • Rafano
  • Peperoncino piccante
  • Curcuma
  • Zenzero

Questi cibi contengono una sostanza chimica naturale chiamata capsaicina, che contribuisce a espellere gli allergeni attraverso il sudore e gli starnuti.

Proprio per questo sono molto efficaci per donare sollievo in caso di congestione e ridurre l’infiammazione.

Curcuma

Curcuma

È una spezia di colore giallo che si distingue per il suo contenuto di curcumina, un principio attivo dotato di grandi capacità antiossidanti e antinfiammatorie.

Svolge una funzione decongestionante, consentendo di curare la rinite allergica. Potete realizzare il seguente preparato per ottenerne i benefici.

Ingredienti

  • 1 cucchiaio di curcuma in polvere (10 g)
  • 1 bicchiere di latte (200 ml)

Preparazione

  • Scaldate il latte e aggiungete la curcuma in polvere.
  • Mescolate con cura e bevetela una vota al giorno per alleviare i sintomi dell’allergia.

Zenzero

Lo zenzero possiede molte proprietà antinfiammatorie e antiossidanti che lo rendono un potente antiallergico.

Aiuta a liberare le vie respiratorie e anche a prevenire e alleviare i sintomi dell’asma.

Ingredienti

  • 1 tazza d’acqua
  • 1 cucchiaino di zenzero macinato (10 g) o quattro fettine sottili

Preparazione

  • Fate scaldare una tazza d’acqua, e quando arriva a ebollizione, aggiungete lo zenzero (nella modalità che preferite).
  • Lasciatelo in infusione per 5 minuti, filtrate e bevete.
  • Potete bere fino a due tazze al giorno per ridurre la congestione.

Grazie a questi consigli, i vostri sintomi miglioreranno. Se con il passare dei giorni non doveste notare nessun cambiamento, vi consigliamo di consultare il vostro medico, affinché vi prescriva un trattamento farmacologico.

Guarda anche