5 curiosità sull’artrite che forse non conoscete

25 luglio 2016
Anche se di solito l’artrite viene associata a persone in sovrappeso e agli anziani, in realtà questa malattia può colpire a qualsiasi età e anche se si ha un peso equilibrato

Basta menzionare la parola artrite e subito ci viene in mente l’immagine di un’anziana signora seduta su una sedia a rotelle.

Tuttavia, sono davvero solo gli anziani a poter soffrire di artrite? E per quanto riguarda le donne? Solo loro ne soffrono? È vero che non si può prevenire?

L’artrite non è un tema molto conosciuto o discusso. Nonostante ciò, è importante sapere le informazioni meno note al riguardo, in modo da poter stare più attenti giorno dopo giorno.

1. L’artrite non conosce età

Anche se molti sono convinti del contrario, questa malattia non colpisce solo gli anziani. Possono soffrirne anche le persone più giovani ed è per questo che è necessario prendere le giuste precauzioni.

La prima da adottare è andare dal proprio medico appena si manifestano i primi sintomi, come febbre, mal di testa o debolezza. Di solito le prime parti del corpo colpite dalla malattia sono le ginocchia e le dita.

Quando parliamo di artrite, non si conosce età. L’artrite reumatoide, per esempio, nella maggior parte dei casi, si manifesta alla fine dell’adolescenza e poi in età adulta, fino a un massimo di 35 anni.

Ancora non se ne conosce la causa esatta, eppure alcuni studi suggeriscono che possa essere collegata ad una mancanza di vitamina C.

Leggete anche: 6 rimedi alternativi per alleviare il dolore dell’artrite

2. L’artrite può essere curata

mani artrite

Sono in molti a pensare che non esista un modo per migliorare le condizioni di vita di chi soffre di artrite. Invece esistono!

Con la fisioterapia, gli esercizi giusti e una cura contro il dolore, i pazienti possono mantenere uno stile di vita attivo e ridurre i dolori causati dall’artrite.

Ci sono casi in cui il paziente può guarire del tutto, se la malattia si trova in una fase più leggera.

Nonostante ciò, non tutti i casi implicano un’eliminazione totale di questo problema. Per coloro che soffrono di questa malattia a uno stato più avanzato, è normale patire la degenerazione delle articolazioni e dei tendini che le ricoprono.

La buona notizia è che, con un trattamento costante prescritto dal medico, è possibile mantenere uno stile di vita meno doloroso e la possibilità di svolgere numerose attività.

3. Perché fanno male le ossa?

In realtà, non sono le ossa a fare male, bensì le articolazioni. L’articolazione, poiché si trova tra due ossa, scatena un dolore tale da far credere a molte persone che siano le ossa a fare male.

Se il dolore fosse nelle ossa, si tratterebbe di un’altra malattia, ovvero l’osteoporosi. Si dice anche che il dolore che sente chi soffre di artrite può predire il tempo atmosferico, ma si tratta di un altro falso mito.

Sono stati condotti diversi studi per capire se effettivamente esiste una relazione tra questi due fattori, ma tutti i risultati sono stati negativi.

Leggete anche l’articolo: 10 consigli per mantenere le ossa forti e sane

4. Le donne non sono le uniche vittime

Un’altra cosa che probabilmente non sapevate sull’artrite è che questo disturbo può colpire entrambi i sessi. Nonostante ciò, nella maggior parte dei casi, le donne sono più vulnerabili e propense a soffrire di artrite rispetto agli uomini.

Per evitare o per ridurre il rischio di contrarre questa malattia, è importante condurre uno stile di vita sano ed equilibrato, indipendentemente dal proprio sesso.

5. Non colpisce solo le persone in sovrappeso

bambina in ospedale artrite

Uno stile di vita sedentario è un nemico del corpo umano che può favorire la comparsa di diverse malattie, come problemi cardiovascolari, cancro e sovrappeso.

A proposito di quest’ultima condizione, si dice che il sovrappeso sia un fattore scatenante dell’artrite ed, effettivamente, è così, poiché il peso corporeo favorisce la degenerazione articolare.

Nonostante ciò, anche chi ha un peso equilibrato può essere affetto da artrite. In questi casi, le cause scatenanti possono essere:

  • Presenza di batteri.
  • Trauma fisici avvenuti in passato e mai curati.
  • Fratture o lesioni curate nel modo sbagliato o insufficiente.
  • La pratica di sport o attività che logorano le articolazioni, senza una corretta alimentazione.
  • Mancanza di esposizione alla luce solare.
  • Una dieta poco sana o poco equilibrata.

Ora che conoscete questi dati riguardo l’artrite, di sicuro riuscirete a tenervene lontano. Ricordate che il miglior modo di prevenire è sempre condurre una vita sana.

Guarda anche