Diprosone: usi ed effetti secondari

Diprosone è il nome commerciale di un composto a base di betametasone. Questo principio attivo è uno steroideo del gruppo dei corticosteroidi che viene utilizzato in ambito medico per le sue proprietà immunosoppressive e antinfiammatorie.
Diprosone: usi ed effetti secondari

Ultimo aggiornamento: 12 aprile, 2021

Diprosone è il nome commerciale del principio attivo betametasone dipropionato, impiegato per il trattamento locale delle manifestazioni infiammatorie che provocano prurito alla pelle.

Si tratta di un farmaco che appartiene alla famiglia dei corticosteroidi e che viene somministrato per via topica. In definitiva, viene impiegato per il trattamento di:

  • Dermatite da contatto allergica: forme acute di allergia a una sostanza che è entrata in contatto con la pelle.
  • Reazioni allergiche a sostanze di uso abituale, come accade nel caso della dermatite da contatto irritativa.
  • Eczema nummulare disidrosico.
  • Altri tipi di dermatite, come quella atopica, la neurodermatite, quella seborroica o quella da stasi.

Il Diprosone è indicato per il trattamento di tutte queste patologie cutanee in persone adulte e bambini di età superiore ai 12 anni.

Che cos’è il betametasone dipropionato o Diprosone?

Diprosone: crema per la pelle.

Come abbiamo detto, Diprosone è il nome commerciale del betametasone. Questo principio attivo è uno steroideo del gruppo dei corticosteroidi che viene utilizzato in medicina per le sue proprietà immunosoppressive e antinfiammatorie.

Presenta un vantaggio ben distinto da quello che caratterizza gli altri farmaci steroidei: il betametasone non provoca ritenzione idrica.

Viene somministrato in diverse forme farmaceutiche, ma, nel caso del Diprosone, è stato commercializzato sotto forma di crema per la somministrazione per via topica, allo scopo di alleviare i seguenti sintomi della pelle, come abbiamo avuto modo di vedere:

  • Prurito.
  • Arrossamento.
  • Infiammazione.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Il lupus eritematoso: la malattia dalle ali di farfalla

Concetti base della dermatite

La dermatite è una delle patologie cutanee più comuni nella popolazione generale. Questo termine viene impiegato per indicare diverse categorie e, di solito, non è facile identificare a prima vista il tipo di dermatite da cui è affetto un paziente.

In base ai fattori, alle cause e ai sintomi, la diagnosi determinerà la presenza di una dermatite oppure di un’altra. In questo senso, il trattamento non sarà lo stesso per ogni tipo di dermatite. Tra quelle più comuni possiamo citare le seguenti:

  • Dermatite atopica: è una malattia cronica. Tende a manifestarsi durante l’infanzia attraverso una notevole secchezza e un forte prurito sulla pelle. Colpisce soprattutto le articolazioni, i glutei e le guance.
  • Dermatite da contatto: tende a colpire soprattutto gli individui adulti. Compare quando la pelle entra in contatto con una sostanza irritante.
  • Dermatite seborroica: le con maggiore produzione di sebo sono le più colpite, come il cuoio capelluto, il viso o la parte interna dell’orecchio.
  • Dermatite da stasi: consiste in un cambiamento della pelle che si verifica quando il sangue si accumula all’interno delle vene della parte inferiore delle gambe. Tende a causare una cattiva circolazione.
  • Dermatite nummulare: le macchie che compaiono sulla pelle hanno la forma di monete e interessano soprattutto la parte posteriore delle estremità, il tronco e i glutei. Si manifesta soprattutto in inverno, in particolare negli individui con la pelle molto secca.

Vi consigliamo di leggere anche: Rimedi naturali contro la dermatite seborroica

Effetti collaterali del Diprosone

Mani di una persona affetta da dermatite.

Alla pari degli altri farmaci,  il Diprosone può provocare una serie di reazioni avverse di cui bisogna tenere conto, quando si dà inizio al trattamento.

Sono stati segnalati i seguenti effetti secondari in seguito all’uso del Diprosone, in particolare dopo una sua applicazione prolungata, su zone estese, con l’impiego di fasciature o materiali occlusivi:

  • Atrofia della pelle.
  • Ematomi.
  • Eritema.
  • Secchezza o spaccatura della pelle.
  • Acne.
  • Aumento della peluria.
  • Smagliature cutanee.
  • Dermatite da contatto.
  • Infezioni.

Esistono altre reazioni avverse, non molto frequenti, che potrebbero svilupparsi in seguito all’uso di Diprosone 0,5 mg/g in soluzione cutanea. Si tratta di allergia e cambiamenti nel colore della pelle.

È importante ricordare che gli effetti collaterali possono manifestarsi anche in altre parti del corpo all’infuori di quelle trattate. Di solito questo fenomeno si verifica quando il principio attivo entra in circolo nel sangue e viene così distribuito in tutto il corpo.

Conclusioni

Il Diprosone è un farmaco che contiene il corticosteroide betametasone. Viene impiegato soprattutto per il trattamento di patologie cutanee che provocano prurito e infiammazione, come i diversi tipi di dermatite.

I trattamenti a base di corticosteroidi, soprattutto a lunga durata, non devono essere interrotti bruscamente. Inoltre, è necessario seguire sempre le indicazioni del medico e consultarsi con lui o con il farmacista in merito a qualunque dubbio possa presentarsi. Non ricorrete all’automedicazione: ne va della vostra salute!

Potrebbe interessarti ...
Dermatite periorale: sintomi e trattamento
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Dermatite periorale: sintomi e trattamento

La dermatite periorale è una malattia della pelle che viene spesso confusa con altre condizioni come la rosacea o la dermatite da contatto.



  • Moreno, R. A., & Peiró, P. S. (2000). Atopic dermatitis. Medicina Naturista.
  • Eriksen, K. (1979). Comparison of clobetasol propionate and betamethasone-17,21 dipropionate with reference to adrenal suppression. Acta Dermato-Venereologica.
  • Azparren, A., Servicio, A., & Farmacéuticas, D. P. (2009). Corticoides tópicos. Boletín de Información Farmacoterapéutica de Navarra.