Dolore a braccia e gambe: a cosa è dovuto?

Vi è mai successo? Uno di quei giorni in cui arrivate a casa con un terribile dolore alle braccia e alle gambe, un peso enorme che vi impedisce quasi di muovervi e che vi obbliga a riposare anche se non ne avete voglia.

Si tratta di un dolore molto comune e che, in generale, si deve a un sovraccarico muscolare o semplicemente alla stanchezza che colpisce a fine giornata. Di solito non è niente di grave, ma bisogna preoccuparsi se questi fastidi sono ripetuti e durano per mesi.

In questo articolo parleremo proprio di questo dolore a braccia e gambe e a cosa è dovuto.

Possibili cause del dolore a braccia e gambe

Il dolore agli arti è un dolore molto comune. Non importa l’età che si ha, infatti la popolazione più giovane, tra gli 8 e i 17 anni, ne soffrono a causa della crescita, una fase di cambiamenti fisici durante la quale gli arti soffrono variazioni man mano che queste strutture maturano.

Cosa succede invece con gli adulti? A cosa è dovuto il dolore alle braccia e alle gambe?

1. Raffreddori e influenze

segnali-di-stanchezza

Il dolore a braccia e gambe può manifestarsi nei giorni che precedono un raffreddore o un’influenza. Questo dolore fa parte del quadro tipico di sintomi che accompagnano queste malattie stagionali che tutti contraggono.

Forse vi chiederete come mai queste malattie colpiscono anche gli arti e perché si soffre di un dolore muscolare così forte. È dovuto all’infezione virale che colpisce l’organismo e alla sua reazione nel difendersi. L’organismo libera grandi quantità di linfociti per combattere il “nemico esterno”, ma ciò scatena un aumento della temperatura corporea e la liberazione di prostaglandine. Tutto ciò causa il tipico dolore a gambe e braccia, il malessere generale e la febbre.

Come potete vedere, è molto comune soffrire di dolore a braccia e gambe prima di un raffreddore o di un’influenza.

2. Dolori articolari

Dolore-articolare

Si tratta di una delle cause più frequenti nei pazienti con più di 50 anni. Non dobbiamo dimenticare che le braccia e le gambe sono le parti del corpo che più usiamo durante la giornata e che sono composte da complesse articolazioni che, per vari motivi, si infiammano o si consumano.

Ciò causa pesantezza, stanchezza e un bruciore molto caratteristico nella zona delle cosce e delle spalle. Ciò significa che il dolore non si localizza solo nelle articolazioni, ma si espande ai muscoli e agli arti.

3. Problemi di circolazione sanguigna

Circolazione-nelle-gambe

Di solito, il dolore a braccia e gambe dovuto a un problema della circolazione comporta altri sintomi come:

  • Braccia e gambe addormentate e crampi che colpiscono mani e piedi.
  • Ulcere nelle gambe.
  • Carenza di forze nelle mani (far cadere spesso ciò che si ha in mano).
  • Mal di testa.
  • Unghie bluastre.
  • Giramenti di testa quando ci si alza.
  • Gambe pesanti e mani e dita gonfie.
  • Vene varicose nelle gambe.

Fate attenzione a tutti questi sintomi che accompagnano sempre i problemi di circolazione. È molto importante soprattutto se si soffre di tachicardia o non si riesce a respirare bene. In questi casi, è necessario consultare subito un medico, perché potrebbe essere sintomo di una malattia cardiaca.

4. Fibromialgia

Punti-dolore-fibromialgia

Quando parliamo di fibromialgia, bisogna specificare se si soffre di dolore a braccia e gambe continuato, se si soffre durante vari mesi e se, a volte, impedisce lo svolgimento normale delle proprie attività quotidiane.

Ciononostante, è importante anche fare attenzione ad alcuni sintomi specifici:

  • Il dolore è accompagnato da grande stanchezza.
  • Alcune zone del corpo fanno particolarmente male, come le anche, la nuca, le clavicole, i gomiti, le ginocchia e i glutei.
  • Si hanno difficoltà a dormire e il momento più doloroso della giornata è al mattino quando bisogna alzarsi dal letto.
  • Si soffre di emicranie, piccole perdite di memoria e difficoltà di concentrazione.

Concludiamo specificando che, in generale, il dolore a braccia e gambe si deve spesso alla stanchezza e si manifesta nelle ultime ore del giorno. Tuttavia, come abbiamo detto all’inizio, appena notate che questi dolori durano per settimane o mesi e vi impediscono di condurre una vita normale, allora è necessario consultare un medico.

Non dimenticate mai di adottare abitudini di vita sane e la giusta alimentazione, nonché di fare un po’ di attività fisica tutti i giorni. Anche saper gestire lo stress aiuta a evitare questi problemi che tendono a colpire muscoli e ossa.

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche