Dolore al collo: 6 possibili cause

Mantenere una posizione scorretta, alla lunga, può favorire la comparsa di dolori al collo. Ricordate di prendervi una pausa di tanto in tanto e di stirare un po' i muscoli, per migliorare la postura.

Durante la giornata lavorativa o mentre ci occupiamo dei lavori domestici, spesso accade di avvertire una certa tensione al collo. 

Lo stress, una cattiva postura e altre abitudini poco sane possono influire sulla comparsa di questa sensazione fastidiosa.

Si stima che sette persone su dieci abbiano sofferto di dolore al collo, anche se spesso in una forma non cronica, che si risolve spontaneamente.


In genere, il dolore compare quando sovraccarichiamo i muscoli che circondano questa parte del corpo, i quali tentano di recuperare la normale curva cervicale. Infatti non c’è da stupirsi che a questo dolore si aggiunga anche una sensazione di malessere alle spalle o alla testa.

Anche se nella maggior parte dei casi il dolore al collo non rappresenta un problema serio, è importante prevenirlo perché, con il tempo, può portare a problemi funzionali, a partire dalla deformazione della colonna vertebrale.

Oggi parliamo delle 6 possibili cause del dolore al collo e di come prevenirlo. Scopritele con noi.

1. Debolezza muscolare

donna si tocca il collo

Uno stile di vita sedentario, movimenti bruschi o errati e la continua tensione portano facilmente ad un indebolimento del muscolo trapezio e di altri muscoli di questa zona.

Il problema può aggravarsi quando l’alimentazione è povera di sostanze nutritive oppure quando si sottopone il corpo a sforzi fisici intensi a cui non siamo abituati.

Leggete anche: Crampi: perché si hanno e come trattarli in maniera naturale?

2. Postura sbagliata

Le cattive posture che assumiamo quando stiamo in piedi o seduti per molto tempo causano dolore e gravi danni alle ossa e articolazioni.

Mantenere la stessa posizione per ore, ad esempio di fronte al computer, rende i muscoli più rigidi e suscettibili di lesioni. Qualcosa che accade anche quando si lavora in una sartoria o si svolgono altre attività che costringono la schiena a curvarsi per un lungo periodo.

In questo caso è meglio fare una piccola pausa ogni 20 – 30 minuti, approfittandone per stirare i muscoli e correggere la postura.

3. Fattori emotivi

Donna con le mani sul collo

Fino a qualche decennio fa, diversi specialisti negavano la stretta relazione tra stato emotivo e salute fisica.

Attualmente, molti studi confermano che all’origine di vari dolori di tipo cervicale ci sia la tensione emotiva.

Preoccupazione, stati di ansia, stress e depressione, ad esempio, generano tensione in tutto il corpo, ma in modo particolare sulle spalle, sul collo e sulla schiena.

4. Biochimica del corpo

Le reazioni chimiche e nervose del nostro organismo, in risposta a varie sostanze stimolanti o tossiche spiegano, allo stesso modo, l’insorgere di questo dolore.

L’eccessivo consumo di caffè, di bevande alcoliche e di carne causa cambiamenti nel pH del corpo, portando ad uno stato infiammatorio diffuso e ad altre reazioni negative.

5. Fumo

fumare fa venire dolore al collo

Le sostanze tossiche presenti nelle sigarette sono alla base di molte malattie croniche che riguardano gran parte dei sistemi vitali del corpo.

Fumare troppo aumenta la pressione sulla schiena e sul collo perché porta a una disidratazione dei dischi intervertebrali e accelera il loro deterioramento.

6. L’uso continuo dello smartphone

Chi non riesce a fare a meno dello smartphone ha maggiori probabilità di soffrire di dolori al collo e alla schiena rispetto a chi ne fa un uso più moderato.

Mantenendo continuamente la testa chinata a guardare lo schermo, i muscoli del collo restano schiacciati e accumulano tensione.

Vi consigliamo di leggere: Conoscete la sindrome da smartphone?

Consigli per prevenire il dolore al collo

dolore al collo

Oltre ad evitare il più possibile le situazioni appena descritte, seguendo queste indicazioni diminuirete il rischio di soffrire di male al collo.

  • Ricordate di fare stretching, almeno una volta al giorno.
  • Fate esercizi specifici per la schiena, le spalle, il collo e la testa.
  • Evitate i materassi morbidi e i cuscini troppo alti.
  • Cercate di mantenere una postura eretta quando state seduti per periodi prolungati.
  • Fate attenzione quando sollevate oggetti pesanti dal pavimento e, se possibile, chiedete aiuto.
  • Cercate di dormire in posizione fetale, evitando la posizione a faccia in giù.
  • Evitate di prendere freddo.
  • Consumate cibi ricchi di potassio, magnesio e calcio, sali minerali essenziali per la salute dei muscoli e delle articolazioni.

Ora che ne sapete di più sulle cause del dolore al collo, cercate di adottare buone abitudini: eviterete in questo modo fastidiosi imprevisti.

Se il dolore è persistente, nonostante abbiate presto tutte queste precauzioni, consultate il medico per una corretta diagnosi e una terapia appropriata.