Eiaculazione precoce: i migliori consigli per controllarla

20 Luglio 2020
L'eiaculazione precoce non è una disfunzione se si presenta in modo circoscritto e isolato. Se invece si ripete e impedisce una vita sessuale soddisfacente, è bene parlarne e cercare un aiuto specialistico, dal momento che si tratta di un problema risolvibile. 

L’eiaculazione precoce è un disturbo maschile molto comune. Si verifica quando l’uomo eiacula in un periodo di tempo troppo breve dall’inizio del coito.

Sebbene alla maggior parte degli uomini capiti almeno una volta nella vita, non è da considerare una disfunzione, a meno che non succeda in modo ricorrente e ostacoli la vita sessuale. Come ottenere un migliore controllo?

Che cos’è l’eiaculazione precoce?

Uno dei disturbi sessuali maschili più comuni è proprio l’eiaculazione precoce. Come abbiamo detto, consiste in un’eiaculazione involontaria e precoce. Si tratta, pertanto, di un problema legato alla mancanza di controllo sull’eiaculazione.

È normale che capiti di tanto in tanto in alcune circostanze (consumo di alcol, stress o stanchezza, ad esempio). Talvolta, però, è ricorrente, ostacola la vita sessuale e incide in modo negativo sulle relazioni e sull’autostima.

Quando rappresenta un problema?

In linea generale, se si verifica in modo occasionale non c’è da preoccuparsi. Se, tuttavia, si protrae nel tempo con ripercussioni su altri aspetti personali, come le relazioni e l’autostima, ci troviamo di fronte a un problema da risolvere. In questo caso occorrerà domandarsi:

  • Mi capita spesso di eiaculare in meno di un minuto dalla penetrazione?
  • Non riesco a ritardare o controllare l’eiaculazione durante il rapporto sessuale?
  • La frustrazione dovuta alla mancanza di autocontrollo mi scoraggia ad avere rapporti sessuali?

Se la risposta a una o più di queste domande è affermativa, esiste un problema di eiaculazione precoce. Sono molti gli uomini che evitano di chiedere aiuto.

La vergogna, i tabù e altri motivi fanno entrare in un circolo vizioso che provoca solo altri problemi, tra cui la depressione. È invece importante sapere che l’eiaculazione precoce ha soluzione e trattamento; basta rivolgersi a uno specialista.

Leggete anche: Disturbi sessuali maschili e come risolverli

Quali sono le cause?

Le cause possono essere fisiche o psicologiche. Tra queste:

  • Immaturità o scarsa educazione sessuale.
  • Mancanza di autostima.
  • Ansia.
  • Stress.
  • Eccessiva sensibilità.
  • Vita sessuale insoddisfacente
  • Età (adolescenza o età avanzata).
  • Disturbi neurologici.

Trattamento

Il trattamento dipende dal tipo di eiaculazione precoce e dalle cause. Per questo motivo è importante affidarsi ai consigli di uno specialista.

D’altro canto, molte volte il problema è legato a cattive abitudini sessuali acquisite durante l’adolescenza e trascinate in età adulta. L’aiuto dello psicologo è essenziale per individuare e correggere le cause. 

In casi estremi, lo specialista può consigliare l’applicazione di creme o spray che aiutino a desensibilizzare il pene, ritardando così l’eiaculazione. In ogni caso, alcuni esercizi aiutano ad aumentare il controllo e sono di grande efficacia. 

Uomo preoccupato seduto al bordo del letto
Il trattamento per l’eiaculazione precoce varia in funzione della gravità e della causa sottostante. Può comprendere la psicoterapia, la pratica di abitudini sane e di esercizi.

Esercizi per combattere l’eiaculazione precoce

Questi esercizi si dividono in quattro tipologie:

Esercizi muscolari

Così come esistono gli esercizi di Kegel per le donne, esistono anche gli esercizi per gli uomini. Favoriscono il controllo sull’eiaculazione e rafforzano i muscoli del pavimento pelvico. Si tratta di esercizi di contrazione e rilassamento dei muscoli perineali da eseguire su base quotidiana in 10 serie da 10 ripetizioni.

Potrebbe interessarvi anche: Esercizi di Kegel per controllare l’incontinenza urinaria

Esercizi di masturbazione

Durante la masturbazione possono essere applicate diverse tecniche. Lo scopo è imparare a identificare le sensazioni che precedono l’eiaculazione per poterle così controllare. Due tecniche sono:

  • Tecnica “start-stop”. Si comincia con pochi movimenti alternati a pause. L’obiettivo è eseguire questa sequenza per dieci volte consecutive. Una volta raggiunto l’obiettivo, i movimenti aumentano in modo graduale.
  • Compressione. Consiste nel masturbarsi e, quando si sente sopraggiungere l’eiaculazione, si preme il glande (testa del pene) con la mano.

In ogni caso, dovrà essere lo specialista a indicare se e come eseguire queste tecniche.

Masturbazione maschile
Gli esercizi di masturbazione possono favorire il controllo dell’eiaculazione precoce. Lo specialista consiglia come realizzarli.

Esercizi di coppia per combattere l’eiaculazione precoce

In realtà, molti esercizi di coppia altro non sono che esercizi di masturbazione con l’aiuto del partner. Ad esempio, la tecnica start-stop può essere eseguita dal partner, che dovrà anche controllare i tempi.

Esercizi di respirazione

Anche la respirazione durante il rapporto sessuale è molto importante. Esistono diverse tecniche, ma ne citiamo due.

  • Durante il coito, l’uomo deve eseguire respiri profondi, soprattutto attraverso il naso. La respirazione consapevole aiuta a calmare lo stress e aumenta la sensazione di controllo.
  • Eseguire una serie di respiri lenti e profondi ogni 30 secondi. Quando si avverte l’arrivo dell’eiaculazione, chiudere gli occhi e respirare di nuovo lentamente, lasciando uscire l’aria dalla bocca.

Come potete vedere, sono numerose le tecniche e gli esercizi che possono aiutare ad acquisire un maggiore controllo. In ogni caso, lo specialista saprà indicare i migliori esercizi e, soprattutto, come eseguirli in modo efficace.

  • Kaestle, C. E., & Allen, K. R. (2011). The role of masturbation in healthy sexual development: Perceptions of young adults. Archives of Sexual Behavior. https://doi.org/10.1007/s10508-010-9722-0
  • Robinson, B. E., Bockting, W. O., & Harrell, T. (2013). Masturbation as a means of achieving sexual health. In Masturbation as a Means of Achieving Sexual Health. https://doi.org/10.4324/9781315808789
  • Patricia J. Morokqff &Ruth Gillilland, “Stress, sexual functioning, and marital satisfaction”, The Journal of Sex Research, Volume 30, 1993 – Issue 1
  • K. E. Andersson, G. Wagner, “Physiology of penile erection”, Psychological Review, Volume 75Issue 1 January 1995Pages 191-236
  • Chris G. McMahon, “Premature ejaculation”, Indian J Urol. 2007 Apr-Jun; 23(2): 97–108.
  • Antonio L. Pastore et al. “Pelvic floor muscle rehabilitation for patients with lifelong premature ejaculation: a novel therapeutic approach”, Ther Adv Urol. 2014 Jun; 6(3): 83–88.