5 modi per eliminare l'eccesso di sale e grassi dal corpo

Molte patologie si devono in buona parte ad abitudini di vita scorrette e soprattutto ad una cultura alimentare che incoraggia il cibo di bassa qualità, povero di nutrienti e con un alto contenuto di sale e grassi.
5 modi per eliminare l'eccesso di sale e grassi dal corpo

Ultimo aggiornamento: 28 gennaio, 2021

Il sale e  grassi sono i due nostri grandi nemici: due bombe silenziose che si innescano nel nostro corpo e che a poco a poco “scatenano il caos”: ipertensione, aumento del colesterolo cattivo, sovrappeso, disfunzioni renali, problemi cardiaci…

Tutte queste patologie si devono in buona parte ad abitudini di vita scorrette e soprattutto ad una cultura alimentare che incoraggia il cibo di bassa qualità, povero di nutrienti e ad alto contenuto di sale e grassi.

Bisogna anche essere consapevoli che ormai non è più un problema esclusivo della popolazione adulta. Negli ultimi anni gli indici di obesità infantile hanno raggiunto livelli preoccupanti.

Che ne dite di cominciare oggi stesso a migliorare le nostre abitudini e a sforzarci di raggiungere una qualità di vita migliore? Il primo passo da fare è depurare l’organismo ed eliminare l’eccesso di sale e di grassi dal corpo. Seguiteci!

Come eliminare il sale e i grassi in eccesso

1. Decotto di prezzemolo e limone

prezzemolo frullato

Questo decotto va bevuto lungo la giornata ed è molto importante che il primo bicchiere si prenda a digiuno, appena alzati. Aiuta a depurare l’organismo e ad eliminare l’accumulo di sale, facilitando il lavoro dei reni.

Si tratta di un potente antiossidante perché è ricco di vitamine, infatti, stimola il metabolismo e quindi aiuta a bruciare i grassi, soprattutto grazie all’aggiunta del succo di limone. Tuttavia, per ottenere un buon effetto depurativo, vi consigliamo di bere questo decotto per tre giorni di seguito. Ecco il procedimento:

Ingredienti

  • 5 rametti di prezzemolo pulito
  • il succo di un limone
  • 1 litro di acqua

Preparazione

  • Mettete a bollire un litro d’acqua. Poi, quando bolle, aggiungete cinque rametti di prezzemolo e lasciateli cuocere per 20 minuti. Trascorso questo tempo spegnete il fuoco e lasciate riposare il composto per un’ora.
  • Filtrate il contenuto conservando l’acqua in un recipiente, aggiungete per ultimo il succo del limone. Il sapore è abbastanza forte, ma questo decotto è veramente efficace per eliminare l’eccesso di sale dall’organismo. Bevetelo a temperatura ambiente, la prima volta a digiuno e poi, nei due giorni seguenti, 20 minuti dopo i pasti.

2. Acqua di fragole e limone

L’acqua di fragole, oltre ad essere una bevanda deliziosa e rinfrescante, è un rimedio diuretico ottimo per eliminare i grassi. Fornisce un buon apporto di vitamine e sali minerali (altrettanto utili per la combustione dei grassi). Infatti, aiuta a ridurre la ritenzione dei liquidi provocata dall’eccesso di sale nel corpo.

Ingredienti

  • 10 fragole
  • 1 litro di acqua
  • il succo di un limone

Preparazione

  • È veramente facile da preparare. Se volete, potete bere il decotto di prezzemolo i tre giorni precedenti, per poi proseguire con questo trattamento a base di acqua di fragole. In questo modo, in una settimana raggiungeremo l’obiettivo di eliminare sale e grassi in eccesso.
  • Successivamente, mettete a bollire un litro di acqua e tagliate a metà le fragole lavate e versatele nell’acqua bollente. Lasciate cuocere per mezz’ora. Le fragole devono disfarsi. Quando vedrete che le fragole hanno rilasciato tutto il succo, togliete la pentola dal fuoco e filtrate il composto.
  • Versate il liquido ottenuto in una caraffa e aggiungete il succo di un limone. Bevetelo fresco, magari aggiungendo un cubetto di ghiaccio, lungo la giornata, in special modo dopo i pasti.

3. Sostituire il sale nella vostra dieta

pepe per la dieta

Che ci crediate o no, ovviamente esistono alternative gustose e adeguate per sostituire il sale a tavola. Prendetene nota e vedrete che non sentirete la mancanza del sale. Tutto sta nel “riprogrammarci” e scegliere le alternative più sane. Quali sono?

  • L’aglio
  • L’origano
  • Il rosmarino
  • Il pepe nero
  • Il curry

Scoprite tutti i benefici dell’aglio.

4. Dobbiamo sudare di più!

Attività fisica per eliminare sale e grassi

L’eccesso di sale e grassi si brucia e si elimina sudando, facendo lavorare il nostro cuore, mettendo in moto il corpo.

Si sa, è faticoso, abbiamo sempre da fare ed è difficile trovare un ritaglio di tempo per fare esercizio fisico. Ma non abbiamo detto che il sale e i grassi sono i nemici più pericolosi e che causano gravi danni alla salute? Perché  non cominciare a “sudare” da oggi? Dobbiamo eliminare le tossine!

Sarebbe ideale praticare una di queste attività:

  • Correre per 20 minuti
  • Camminare a passo svelto per mezz’ora.
  • Andare in bicicletta per mezz’ora.
  • Ballare

5. Bevete più acqua!

Bere acqua per depurarsi

Certamente ve lo abbiamo consigliato molte volte e continueremo a farlo. Bere acqua è necessario, vitale per il nostro corpo, ma ancora di più quando abbiamo un eccesso di sale, quando ci sentiamo più gonfie del solito o quando, ad esempio, sentiamo le caviglie gonfie.

In genere le caviglie gonfie sono uno dei sintomi di un cattivo funzionamento dei reni, quindi non esitate a bere un po’ più di acqua ogni giorno (tra gli 8 e i 9 bicchieri). Così eliminerete l’eccesso di sale, favorirete la buona salute degli organi e tutto questo vi consentirà di depurarvi. Ricordate questi semplici consigli!

Potrebbe interessarti ...
Frullati brucia grassi: 8 ricette deliziose e sane
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Frullati brucia grassi: 8 ricette deliziose e sane

Scoprite in questo articolo otto deliziose ricette di frullati brucia grassi che vi aiuteranno a  ottenere un corpo magro e una salute di ferro.



  • Detoxes and cleanses. (2018). National Center for Complementary and Integrative Health.
  • Mishori R, et al. (2011). The dangers of colon cleansing. Journal of Family Practice. 2011;60:454.
  • Bazzocchi G, et al. (2017). Irrigation, lavage, colonic hydrotherapy: From beauty center to clinic? Techniques in Coloproctology. 2017;21:1.
  • Amorim, J. L., Simas, D. L. R., Pinheiro, M. M. G., Moreno, D. S. A., Alviano, C. S., da Silva, A. J. R., & Fernandes, P. D. (2016). Anti-inflammatory properties and chemical characterization of the essential oils of four citrus species. PloS one, 11(4), e0153643. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4835072/
  • Chonpathompikunlert, P., Boonruamkaew, P., Sukketsiri, W., Hutamekalin, P., & Sroyraya, M. (2018). The antioxidant and neurochemical activity of Apium graveolens L. and its ameliorative effect on MPTP-induced Parkinson-like symptoms in mice. BMC complementary and alternative medicine, 18(1), 103. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5859653/
  • Basu, A., Morris, S., Nguyen, A., Betts, N. M., Fu, D., & Lyons, T. J. (2016). Effects of dietary strawberry supplementation on antioxidant biomarkers in obese adults with above optimal serum lipids. Journal of nutrition and metabolism, 2016. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4939384/
  • Cenarruzabeitia, J. J. V., Hernández, J. A. M., & Martínez-González, M. Á. (2003). Beneficios de la actividad física y riesgos del sedentarismo. Medicina clínica, 121(17), 665-672. http://mural.uv.es/joplase/obesidad%20y%20educacion%20fisica.pdf
  • Iglesias Rosado, C., Villarino Marín, A. L., Martinez, J. A., Cabrerizo, L., Gargallo, M., Lorenzo, H., … & Russolillo, J. (2011). Importancia del agua en la hidratación de la población española: documento FESNAD 2010. Nutrición Hospitalaria, 26(1), 27-36. http://scielo.isciii.es/scielo.php?script=sci_arttext&pid=S0212-16112011000100003