Le migliori erbe per riuscire a dormire tutta la notte

· 27 marzo 2016
Anche se i rimedi naturali non presentano controindicazioni, se state già assumendo medicinali, è importante consultare un medico prima di far uso di queste erbe

Vi girate e rigirate nel letto, da un lato e dall’altro e non potete dormire anche se ci provate.

E quando guardate la sveglia, vi rendete conto che manca poco per alzarvi. Eppure non avete chiuso occhio tutta la notte, immaginando già che giornata vi aspetta.

Se questa situazione non vi è nuova, vi consigliamo di leggere questo articolo in cui vi proponiamo le migliori erbe per riuscire a dormire tutta la notte.

Insonnia: più grave di quanto potrebbe sembrare

Non è grave stare un giorno o alcune ore senza dormire, soprattutto se poi fate un riposino o se la notte seguente recuperate il sonno perduto. Nonostante tutto, se l’insonnia diventa una costante più che un’eccezione, è importante prendere dei provvedimenti.

La difficoltà o l’incapacità di dormire può essere causata da diversi motivi:

Oggigiorno, la maggior parte delle persone che presenta questo problema è vittima di un eccesso di stress, pressioni o nervosismo e non riesce a dormire per più di due ore di seguito (ammesso e non concesso che si riesca ad ottenere perlomeno questo).

Leggete anche: Consigli per rilassarsi in momenti di stress e nervosismo

uomo a letto

L’insonnia può scatenare altri problemi come la depressione, la mancanza di concentrazione a lavoro, irritabilità, ecc. Sebbene non si sia determinata la quantità esatta di ore utili al sonno, si stima che un adulto dovrebbe riposare circa 8 ore.

Le migliori erbe per dormire

Affinché l’insonnia non si trasformi in una patologia che possa causare conseguenze negative alla vostra vita, potete iniziare a bere alcune erbe con proprietà sedative.

Non ricorrete ad antidepressivi, ansiolitici o a qualsiasi altro tipo di medicine. I migliori rimedi sono quelli preparati in casa. Prestate attenzione alla seguente selezione:

Valeriana

  • La radice di questa pianta viene utilizzata da oltre cent’anni per curare i disturbi del sonno.
  • Agisce sul sistema nervoso centrale ed aiuta a sedarlo.
  • È consigliata per le persone che soffrono di stress ed ansia.
valeriana

A discapito di ciò che si crede, la valeriana non crea dipendenza e l’unico effetto indesiderato che potrebbe procurare è un lieve problema allo stomaco. Bisogna bere una tisana di questa pianta circa mezz’ora prima di mettersi a letto.

In alcune erboristerie si trova la valeriana in polvere o in capsule. Non si consiglia alle donne incinte, a coloro che bevono alcolici con frequenza e alle persone che devono affrontare un intervento chirurgico.

Kava

È un’altra radice molto potente che aiuta coloro i quali soffrono di disturbi del sonno.

  • Questo sedativo naturale porta sonnolenza quasi immediatamente. Si consiglia anche per l’ansia e per il nervosismo.
  • Non provoca dipendenza e non ha effetti collaterali, a meno che non si ecceda nel consumo.
  • Si può bere una tisana prima di andare a letto per beneficiare dei suoi effetti. Se lo preferite, potete dolcificarla con un cucchiaio di miele.

Camomilla

Una delle erbe più conosciute per dormire bene e calmare i nervi. Serve anche per alleviare il mal di stomaco.

Possiede proprietà rilassanti per il sistema nervoso e permette di dormire placidamente se bevuta un’ora prima di andare a letto.

camomilla

Melissa

Conosciuta anche come Melissa officinalis, è efficace per combattere diversi problemi, tra cui l’insonnia.

  • È ottima anche per controllare e ridurre il nervosismo e l’angoscia, perciò è indicata per coloro i quali soffrono di depressione.
  • Bisogna berne almeno 2 tazze al giorno se si vuole godere delle sue proprietà.
  • Non possono bere il te’ alla melissa le donne in stato di gravidanza o in fase di allattamento.
  • Vi aiuterà a conciliare il sonno, ad eliminare la nausea da indigestione e a rilassare i muscoli.

Passiflora

È conosciuta anche come “fiore della passione”. Le sue proprietà analgesiche e tranquillizzanti si collocano in un posto privilegiato nella lista di piante che aiutano a conciliare il sonno.

Se il vostro stato di stress sta superando i limiti del normale ed ogni volta vi è sempre più difficile dormire per più di due ore di seguito, vi consigliamo di bere un tè alla passiflora.

Durante il giorno, potete berne tra le 2 e le 3 tazze per ridurre il nervosismo. Per dolcificare, utilizzate sempre miele o zucchero di canna, mai zucchero bianco o dolcificanti chimici, in quanto irritano maggiormente il sistema nervoso.

Tiglio

Quando vi trovate in continuo movimento e volete tranquillizzarvi un po’, bevete un tè al tiglio.

Questa erba è perfetta per ridurre i livelli di stress e potete consumarla una volta tornati a casa dopo una pesante giornata di lavoro.

tiglio

In ogni tazza d’acqua calda mettete solo mezzo cucchiaio di fiori secchi di tiglio.

Le erboristerie possono vendere la pianta in bustine da tè per facilitarne la preparazione. Aiuta anche a calmare i disturbi gastrici grazie alle sue grandi proprietà medicinali.

Leggete anche: Ricette da preparare in casa per l’ulcera gastrica

Papavero

È una pianta in grado di rilassare e che favorisce un sonno profondo e duraturo. Se avete bisogno di diverse ore di sonno, questa sarà la vostra erba preferita in quanto è una delle più popolari per combatte l’insonnia.

Si devono utilizzare soltanto 2 grammi di fiori per ogni tazza d’acqua calda e berla dopo averla lasciata riposare per 10 minuti e dopo averla filtrata.

Bevetene una tazza per due giorni di seguito prima di andare a dormire. Vi consigliamo di farlo nel fine settimana, nel caso in cui non doveste sentire la sveglia.

papavero

Una sottospecie chiamata “Escolzia” o “Papavero della California” è molto efficace quando l’insonnia vi impedisce di conciliare il sonno non appena vi mettete a letto.

Guarda anche