Errori nell’alimentazione dei bambini

· 26 Gennaio 2019
Una dieta equilibrata è fondamentale per la salute dei bambini. A volte, però, si commette qualche sbaglio. Quali sono gli errori nell'alimentazione dei bambini più frequenti?

Per una corretta crescita e sviluppo, i più piccoli hanno bisogno di una dieta equilibrata. Tuttavia, tra lo stress della vita quotidiana e il desiderio di accontentarli, è facile commettere errori nell’alimentazione dei bambini.

Purtroppo, nel tempo questi sbagli grossolani diventeranno vere e proprie abitudini e saranno molto difficili da modificare. Se desiderate sapere come migliorare la dieta dei vostri figli, scoprite i principali errori nell’alimentazione dei bambini.

L’alimentazione dei bambini

Neonato allattato al seno dalla madre

Durante i primi sei mesi di vita, il bambino deve essere alimentato solo con latte materno. Ciò gli fornirà non solo i nutrienti e i liquidi necessari, ma contribuirà anche al rafforzamento dell’apparato digerente e allo sviluppo del sistema immunitario.

Dopo questo periodo, lentamente, inizierete a introdurre diversi prodotti nella sua dieta. Il modo in cui ciò avverrà, determinerà i suoi gusti e le sue abitudini alimentari.

Nel corso degli anni, comunque, sarete voi genitori a dare l’esempio. I bambini tendono a copiare e acquisire le abitudini della famiglia in cui vivono, sbagliate o giuste che siano. Tenete quindi sempre presente che è importante educare i bambini anche dal punto di vista alimentare, abituandoli a una dieta equilibrata e completa. Molta verdura, frutta, carni magre, pochi grassi saturi, merendine e prodotti trasformati.

Leggete anche: Bambini che rifiutano la verdura

7 errori nell’alimentazione dei bambini

1. Una colazione insufficiente

La colazione è considerata il pasto più importante della giornata, prepara il corpo ad affrontare la giornata con energia. È dunque essenziale che i bambini mangino in modo nutriente prima di andare a scuola. Spesso, però, lo stile di vita frenetico riduce tutto a una tazza di latte accompagnato da una merendina preconfezionata.

Ciò può influire negativamente sul rendimento, sia scolastico che sportivo, dei vostri figli. La colazione dovrebbe soddisfare gran parte del fabbisogno energetico di un bimbo, considerando che avrà una giornata molto intensa.

Deve contenere fibre, grassi sani, proteine ​​e carboidrati. Cereali, yogurt, pane integrale con prosciutto o formaggio e una porzione di frutta sono buone idee da cui partire. Una colazione adeguata aumenta la concentrazione e la memoria, migliora la capacità di apprendimento e previene l’obesità infantile.

2. Mancanza di una routine

Ciotola della colazione tenuta su gambe incrociate

È importante mangiare sempre alla stessa ora. Stabilire una routine alimentare giornaliera è un aspetto molto positivo per una corretta alimentazione dei bambini. Dovrebbero sempre pranzare e cenare alla stessa ora.

Oltre alla colazione, che si fa appena svegli, potrete inserire altri due pasti: lo spuntino mattutino e la merenda. Questa pianificazione offrirà molti benefici e migliorerà la qualità di vita del bambino. Non avrà sempre appetito, il suo metabolismo funzionerà in modo efficace e dormirà anche meglio la notte.

3. Porzioni esagerate

Sicuramente anche voi desiderate che i vostri figli crescano forti, ma questo non significa che dobbiate sempre riempirgli il piatto al massimo. Servire porzioni troppo abbondanti è uno degli errori nell’alimentazione dei bambini più facili da evitare.

I bambini non hanno la stessa capacità digestiva né lo stesso fabbisogno nutrizionale degli adulti. Eppure, spesso si tende a offrire loro piatti esagerati, obbligandoli a mangiare troppo. Cercate di prevenire l’obesità infantile e preparate quantità adeguate. Fatevi consigliare da un dietologo e usate una bilancia da cucina.

4. Troppi alimenti trasformati

Fin da subito, i piccoli mostrano una certa predilezione per i prodotti industrializzati. Da un lato, questi alimenti sono molto appetibili e colorati per via degli zuccheri e dei grassi aggiunti. Dall’altro, le loro giovani menti subiscono moltissimo l’influenza di spot e pubblicità.

È vostro dovere controllare il consumo di questi prodotti e introdurre nella loro dieta verdura, frutta e fibre nelle forme più varie. Se volete che i vostri figli crescano forti e sani, assicuratevi che mangino le giuste quantità di proteine, carboidrati, vitamine, grassi sani e minerali.

Scoprite: Le sostanze più pericolose degli alimenti trasformati

5. Ricompense sbagliate

Tartine farcite su un piatto

Pur riconoscendo i vantaggi di una corretta alimentazione, spesso si tende a premiare i figli con merendine dal dubbio valore nutritivo. Tenete presente che questi alimenti dovrebbero essere evitati, infatti contengono sostanze chimiche che possono dare assuefazione.

A volte una merendina viene data come “premio” se il bambino mangia frutta o verdura. Si tratta di uno dei più gravi errori nell’alimentazione dei bambini, perché si rafforza l’idea che gli alimenti sani sono una punizione. Cercate alternative ai prodotti industriali: ce ne sono moltissime!

6. Tenere i bambini lontani dalla cucina

L’aiuto che un bimbo può offrire in cucina è davvero minimo. Mescolare una salsa, aggiungere del sale, lavare le fragole… Eppure dovete sapere che i bambini mangiano con più gusto quello che hanno contribuito a preparare.

Farli aiutare in cucina è un’ottima strategia per motivarli a provare nuovi cibi, oltre a sviluppare le loro responsabilità e insegnare loro a condividere le faccende domestiche. Naturalmente, è necessario adottare delle minime misure di sicurezza, necessarie affinché i piccoli non entrino in contatto con utensili pericolosi o con il fuoco. Basterà fare un po’ di attenzione, usare uno sgabello e un grembiule della misura giusta!

7. Dieta monotona

La vista e l’olfatto sono i primi sensi che vengono stimolati all’ora di cena. Un piatto appariscente sarà molto più interessante per un bambino e questa curiosità lo spingerà a provarlo. Ecco perché, anche se non avete la possibilità di variare troppo i menù, potrete cercare gli stessi alimenti in modo diverso.

Ad esempio, potete usare lenticchie per preparare zuppe, ma anche hamburger o creme. Discorso analogo per la zucca, che potrete cucinare in tanti modi alternativi. Sperimentate nuovi condimenti ed eviterete che la dieta sia troppo monotona.

Raccomandazioni finali

Siamo sicuri che questo articolo vi servirà per correggere e migliorare l’alimentazione dei vostri bambini. Se avete dei dubbi riguardo a diete, cibi e quantità, non esitate a consultare il pediatra. Tenete presente che negli ultimi anni si sono affermate nuove figure come il medico dietologo, il dietista e il biologo nutrizionista. Rivolgetevi anche a loro: vi aiuteranno a migliorare la qualità di vita di tutta la famiglia.