Esercizi per la borsite trocanterica all’anca

16 Settembre 2020
Alcuni esercizi aiutano a calmare il dolore causato dalla borsite trocanterica. Il fisioterapista consiglierà i più indicati alla propria condizione.

Conoscere alcuni esercizi per la borsite trocanterica è utile per calmare il dolore. La borsite è l’infiammazione della borsa sinoviale, una piccola sacca gelatinosa che ha lo scopo di proteggere muscoli, tendini e ossa che strofinano tra loro.

La borsite trocanterica riguarda la borsa sinoviale che si trova tra il femore e le ossa pelviche. Simile a un cuscinetto, serve a ridurre la frizione.

Si tratta di una condizione fastidiosa poiché causa dolore intenso e pungente. Sono le donne a soffrirne più spesso e le cause principali sono invecchiamento e osteoporosi, così come altre condizioni come l’artrite e l’artrosi.

Tipi di borsite

La borsite trocanterica non è l’unica forma di borsite. Questa infiammazione può interessare anche le ginocchia, le spalle, i polsi o i gomiti. La borsite all’anca si produce quando il muscolo tensore della fascia lata (situato nella parte laterale dell’osso iliaco) sfiora il trocantere (sporgenza ossea del femore).

Conosciuta anche come trocanterite, la borsite trocanterica si presenta in due forme: una è causata da un trauma nell’area; l’altra è dovuta allo sforzo o sovraccarico dei muscoli dell’anca.

È importante determinare, mediante diagnosi da parte del medico, a quale delle due cause è riconducibile l’affezione. La precisione nella diagnosi è fondamentale per seguire il trattamento adeguato ed evitare che la malattia diventi cronica.

Quando i sintomi diventano persistenti, di fatto, risulta molto difficile recuperare l’originale e naturale funzionalità dell’anca.

Uomo con dolore all'anca causato dalla borsite trocanterica.
La borsite trocanterica può essere dovuta a un sovraccarico dell’articolazione o a un trauma a carico dell’anca.

Continuate a leggere: Prevenire il dolore dell’anca con semplici accorgimenti.

Esercizi per la borsite trocanterica

Prima di iniziare con gli esercizi per la borsite trocanterica, il riposo è la misura iniziale per calmare o eliminare il dolore. Se il dolore è intenso, la trocanterite si trova nella fase acuta ed è necessario far riposare l’anca. A tale scopo, si può ricorrere a un cuscino anatomico e memory.

Una volta superata la fase acuta, l’ideale è definire una routine di esercizi allo scopo di eliminare il dolore causato dalla borsite trocanterica. Affinché tale pratica sia sicura, si raccomanda di:

  • Realizzare i movimenti in maniera lenta e delicata.
  • Respirare con normalità, ispirando ed espirando per eliminare la tensione. È fondamentale se il dolore si acuisce durante l’attività fisica.
  • Prima di procedere con l’allenamento, bisogna effettuare un preriscaldamento. Prima di tutto, quindi, bisogna eseguire degli esercizi di allungamento.

In posizione eretta, incrociate una gamba dietro l’altra e inclinate il corpo verso il lato che non presenta la borsite. In alternativa, sdraiatevi su un tappetino e allungate la banda ileotibiale o le anche in obliquo verso il petto, fino a dove riuscite.

Altri esercizi

Da sdraiati, bisogna allungare l’otturatore esterno dell’anca, muscolo che permette di allontanare la coscia dal centro del corpo. Assicuratevi sempre di non sforzare troppo il movimento per non acuire la lesione.

Altri esercizi per rafforzare l’area sono il sollevamento delle gambe ad angolo retto, in avanti o di lato, e l’adduzione dell’anca o il sollevamento della fascia interna della coscia. È fondamentale stabilire le serie da seguire così da rispettare gli intervalli di riposo, in questo modo che la parte ha la possibilità di rilassarsi.

Fisioterapista svolge esercizi per la borsite trocanterica.
Prima di tutto, fissate un appuntamento dal fisioterapista per farvi consigliare gli esercizi migliori da fare in casa.

Può interessarvi anche: Salute dell’anca e abitudini che la danneggiano

Misure complementari oltre agli esercizi per la borsite trocanterica

Sarà il fisioterapista a indicare sono gli esercizi più indicati per il proprio caso. La fisioterapia manuale è combinata con l’uso di antinfiammatori e persino analgesici. La chirurgia, in genere, è l’ultima opzione a cui si ricorre se i tentativi precedenti non hanno dato frutti.

Gli esercizi per la borsite trocanterica possono essere accompagnati dall’applicazione di ghiaccio sull’are infiammata per calmare il dolore, soprattutto durante la fase acuta. Se il medico li prescrive, potreste ricorrere a medicinali iniettabili per contrastare in modo più incisivo il dolore.

Oltre a ciò, qui di seguito presentiamo alcune abitudini da adottare per prevenire la ricomparsa della borsite trocanterica:

  • Evitare di sovraccaricare la zona.
  • Tenere sotto controllo il proprio peso.
  • Sedersi in maniera comoda per non esercitare troppa pressione sulle anche.
  • Usare calzature comode e correggere la postura.

Un trattamento efficace, pratico ed economico

La pratica giornaliera di esercizi per la borsite trocanterica è uno dei metodi più efficaci per controllare questo disturbo. Consentono di prevenire l’atrofia muscolare e contrastano un’eventuale artrosi.

Si tratta di una soluzione economica per il paziente, che può svolgerli tranquillamente a casa; oltre a ciò, consentono di prevenire eventuali recidive a lungo termine.

  • Pertegas, M. V., Navarro, R. S., & Sererols, X. C. (2017). Trocanteritis. Dolor: Investigación, clínica & terapéutica, 32(4), 141-151.
  • Rodríguez, M. A. M. (2010). El arte y la ciencia en la anamnesis. Medisur, 8(5), 28-32.
  • Kaplanek, B. A., Levine, B., & Jaffe, W. L. (2014). Pilates y rehabilitación: Para Síndromes y Artroplastias. Paidotribo.
  • González Duque, A., C. de José Reina, and J. Vaquero Martín. “Bursitis trocantérea.” Medifam 13.1 (2003): 43-48.
  • Merino, Maira Johanna Orozco, and Luis Lasca. “Bursitis Iliopectínea.” Revista de la Facultad de Ciencias Médicas de Córdoba 73.4 (2016): 306.
  • García, NM Puente, ML Fernández Gómez, and R. Insausti. “Bursitis trocantéreas.” FMC: Formación Médica Continuada en Atención Primaria 8.5 (2001): 351-355.
  • Morgado, I., et al. “Guía de manejo clínico de la artrosis de cadera y rodilla.” Revista de la Sociedad Española del Dolor 12.5 (2005): 289-302.
  • Jiménez, Christian Edgardo, et al. “Programas de educación en salud y entrenamiento de la fuerza en adultos mayores con artrosis de cadera leve a moderada.” Revista médica de Chile 142.4 (2014): 436-442.
  • González Castilla, Roberto, et al. “Bloqueo 3 en 1 para analgesia en pacientes con fractura de cadera.” Medisan 16.11 (2012): 1698-1706.