Oggi voglio essere egoista, voglio pensare a me stesso

13 agosto 2016
Ci hanno sempre detto che non bisogna essere egoisti, eppure c'è un momento in cui un po' di sano egoismo è necessario per essere felici ed evitare che la gente si approfitti di noi

Essere egoista è un’espressione carica di connotazioni negative: essere egoisti non è positivo e suscita il disprezzo e l’odio di chi ci sta attorno.

Essere egoisti significa non saper condividere, essere capaci di pensare solo a se stessi e credersi le persone più importanti del mondo.

Vi consigliamo anche: Preferisco una dignitosa solitudine ad un’egoista compagnia

Ci è stato insegnato a non essere egoisti, ma questo ci ha portati all’estremo opposto, ovvero ad essere disposti a donare completamente noi stessi agli altri. Gli estremi, come sappiamo, sono sempre dannosi, per questo motivo dobbiamo cercare una via di mezzo tra egoismo e generosità, perché anche noi siamo importanti e dobbiamo prenderci cura di noi stessi.

“Io” prima di tutto

Anche a voi, forse, è già capitato, in certi momenti, di pensare: “Adesso basta: d’ora in poi penserò di più a me stesso”. Questo succede quando avete passato troppo tempo a pensare sempre e solo agli altri, quando avete vissuto per gli altri al punto di dimenticarvi di voi stessi.

donna in aria sorretta da uccelli egoista

Di sicuro vi sentite in difetto quando dite di “no” o se non siete lì ad aiutare quando qualcuno ne ha bisogno…è probabile che vi sentiate in colpa, quando in realtà non c’è nessuno motivo per sentirsi così.

Dovete sforzarvi di cambiare ed imparare ad essere un po’ egoisti.

Avete notato che gli altri non si sentono in colpa mentre voi, invece, sì? Non avete mai avuto la sensazione che qualcuno si sia approfittato della vostra bontà? Essere generosi e mettere gli altri al primo posto invece di pensare prima a noi stessi può indurre la gente a manipolarci, in modo da avere sempre a portata di mano qualcuno disposto ad aiutarla.

Non potete perdervi: Ho imparato a dire “mi amo” prima di “ti amo”

Dovete iniziare a pensare di più a voi stessi, perché voi siete importanti: non c’è bisogno di sacrificarsi sempre per gli altri. L’egoismo non è per forza una qualità negativa, poiché in casi come questo è un atteggiamento del tutto comprensibile e giustificato. Pensare solo agli altri vi rende felici o permette che gli altri se ne approfittino facendovi del male?

Accettarsi e rispettarsi

Se non siete in grado di accettare e rispettare voi stessi, come potete pensare che gli altri lo facciano? Ci sono molte cose di cui dovreste preoccuparvi prima di pensare agli altri. Chiaramente essere generosi fa stare bene chiunque, ma fino ad un certo punto: non è giusto arrivare ad annullare la propria vita a favore degli altri.

scena-simbolica-donna-specchio egoista

Non sapete più chi siete, la vostra felicità dipende dagli latri. Cercate disperatamente di assecondare tutti perché non sopportate la vista di un volto insoddisfatto. Certe volte, addirittura, siete vittime di una dipendenza che non vi procura una vera felicità, bensì fittizia.

Accettavi e rispettate voi stessi, perché la felicità risiede dentro di voi.

Quando sarete in grado di accettarvi e rispettarvi, noterete di non provare più il bisogno di preoccuparvi sempre degli altri. Vi renderete conto che voi avete la vostra vita, anche se è normale continuare ad essere disposti ad aiutare gli altri, senza però dimenticare che, anche se può sembrare cinico da dire, ognuno ha i suoi problemi, e deve viverli e risolverli da solo.

Non potete perdervi: Nessuno merita il vostro amore più di voi stessi

I problemi ci rendono più forti e ci aiutano a fare esperienza. Pensate un momento alle persone che vi circondano: fanno per voi tutto quello che voi fate per loro? Forse state dando troppo agli altri, molto più di quanto non riceviate.

È molto importante che pensiate anche un po’ a voi stessi.

Chi dà si merita anche di ricevere

Ci hanno inculcato il concetto di dare e dare, ma non quello di ricevere. Da un lato questo modo di pensare è giusto, nel senso che, se offriamo a qualcuno il nostro aiuto o decidiamo di fare del bene in modo disinteressato, non dobbiamo per forza aspettarci qualcosa in cambio.

viso donna egoista

Eppure, il verbo “ricevere” può trovare la sua giusta coniugazione in un altro senso: non è per forza dagli altri che dobbiamo ricevere, anzi, possiamo continuare ad offrire il nostro aiuto senza voler nulla in cambio, ma dobbiamo anche essere capaci, prima o poi, di darci il permesso di pensare a noi stessi.

Dobbiamo imparare a metterci al primo posto e comprendere che è necessario un pizzico di egoismo, per pensare prima a noi e poi agli altri.

Per molte persone è inaccettabile pensare in questo modo, ma  è bene ricordare che chi si dà completamente agli altri senza un briciolo di amor proprio rischia di essere facilmente vittima della manipolazione: il fatto di essere sempre disponibile, infatti, può indurre qualcuno ad abusare del buon cuore e della pazienza di chi lo sta aiutando.

Se per riuscire a non farvi risucchiare completamente dagli altri, vi siete trovati a dover essere egoisti, sappiate che in realtà non lo siete affatto: vi siete dati soltanto la possibilità di pensare a voi stessi prima degli altri perché avete già dato, e anche troppo.

Anche voi siete importanti e meritevoli di rispetto e amore.

Ma se non siete voi stessi a darvi importanza, nessuno lo farà al posto vostro, se non siete voi a farlo, nessuno si preoccuperà di voi.

E se qualcuno vi chiama “egoisti”, non abbiate timore di rispondergli: “sono egoista perché mi voglio bene e mi rispetto; sono egoista perché oggi voglio pensare prima a me stesso che agli altri, perché anch’io me lo merito”.

Guarda anche