Etichetta nutrizionale, come leggerla?

· 31 Gennaio 2019
Saper leggere l'etichetta nutrizionale ci aiuterà a seguire un'alimentazione più sana e a scegliere gli alimenti con i nutrienti che fanno più al caso nostro.

L’alimentazione è cambiata in modo radicale e purtroppo non sempre in modo positivo. Questo perché molte delle scelte alimentari quotidiane includono grassi saturi e zuccheri raffinati, i quali hanno generato grandi problemi per la salute a livello mondiale. Per questa ragione saper leggere l’etichetta nutrizionale è molto importante.

Il preoccupante aumento di malattie croniche come il diabete, l’obesità e la dislipidemia (alti livelli di colesterolo e grassi nel sangue) nei paesi in via di sviluppo ha creato un allarme globale.

Questo ha motivato alcune istituzioni internazionali come l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO) a sollecitare i governi a intraprendere azioni specifiche per incoraggiare l’educazione alimentare della popolazione.

È proprio in questo contesto che l’etichetta nutrizionale emerge come uno strumento didattico. Il motivo è semplice: aiuta i consumatori a scegliere gli alimenti più salutari per il proprio organismo.

Cos’è l’etichetta nutrizionale?

L’Agenzia per gli Alimenti e i Medicinali degli Stati Uniti (FDA) definisce l’etichetta nutrizionale come il riquadro in bianco e nero inserito nelle confezioni degli alimenti e delle bevande. Assicura che questo strumento potrà essere utilizzato come una guida pratica. Potrà aiutare a prendere decisioni che possono influire sulla salute a lungo termine.

Affermano che una corretta alimentazione produrrà benefici tangibili per il corpo permettendo di prevenire e controllare i sintomi di malattie come ipertensione, osteoporosi, problemi cardiaci, alcune forme tumorali, diabete di tipo 2 e obesità.

Per questi motivi, dovremmo dedicare sempre qualche secondo a leggere le informazioni contenute nelle etichette dei prodotti che acquistiamo.

Vi potrebbe anche interessare: Come capire se le uova sono fresche?

Perché l’etichetta nutrizionale è importante?

Coppia che legge etichetta nutrizionale

La sua funzione principale è quella di informare il consumatore sulle proprietà nutrizionali degli alimenti presenti nei supermercati. In questo senso promuove i seguenti vantaggi:

  • Informa il consumatore sugli ingredienti degli alimenti e delle bevande in modo chiaro e semplice. Il suo obiettivo è far scegliere in base ai propri bisogni.
  • Espone il contenuto in termini di nutrienti del prodotto che consumeremo.
  • Se si soffre di qualche allergia o intolleranza a un ingrediente in particolare, l’etichetta guiderà nella scelta corretta degli alimenti. Questo preverrà complicazioni future.
  • Aiuta ad adottare principi nutrizionali solidi nella preparazione degli alimenti a beneficio della salute pubblica.
  • Invita i fabbricanti a migliorare la qualità nutrizionale dei loro prodotti, poiché i consumatori possono conoscere gli ingredienti contenuti.

Come leggere l’etichetta nutrizionale

È necessario imparare a decifrare e capire l’etichetta nutrizionale. Le informazioni in essa contenute ci aiuteranno a prendere le decisioni corrette sugli alimenti che faranno bene alla nostra salute.

Lo sapevi: 8 spezie con cui sostituire il sale

Quantità della porzione

Nuova piramide alimentare

La FDA spiega che la quantità della porzione e il numero di porzioni nella confezione si trova nella parte superiore dell’etichetta nutrizionale. Questo dato è fondamentale per poter decifrare il resto delle informazioni contenute nell’etichetta.

Indica che le informazioni nutrizionali contenute nel prodotto, come le calorie, le fibre e il sodio si riferiscono a una porzione.

Se si consumano due porzioni dell’alimento, dunque, si acquisirà il doppio delle calorie e delle percentuali di nutrienti contenuti, siano essi sani o meno.

È pertanto importante conoscere la quantità di ogni singola porzione. Solo in questo modo si potrà conoscere esattamente quante calorie e nutrienti si assumono giornalmente.

Calorie

Le calorie sono presenti nell’etichetta con la nomenclatura di “valore energetico”, “contenuto energetico” o “energia totale”. Tutte queste diciture rivelano la quantità di energia che l’alimento o la bevanda ci apporta per porzione o razione.

Queste possono essere riportate come kilocalorie (kcal) o kiloJoule (kJ), quello che abitualmente chiamiamo calorie.

La FDA chiarisce che i valori quotidiani di una dieta normale sono di 2000 calorie. Tuttavia, precisa che il fabbisogno nutrizionale dipende dal tipo di attività fisica che svolgiamo. 

Si raccomanda di consultare uno specialista per conoscere la quantità adeguata di calorie giornaliere al nostro organismo.

Percentuale del valore giornaliero

Donna al supermercato

La FDA sottolinea che questo dato ci indica la quantità giornaliera raccomandata di un certo nutriente e in che percentuale esso è contenuto in una porzione del prodotto. Così potremo mantenere un’alimentazione salutare.

Questa sezione è utile per scegliere gli alimenti ricchi dei nutrienti che dovremmo consumare maggiormente. E allo stesso modo, riconoscere quelli che dovremmo consumare meno.

I nutrienti che dobbiamo consumare in quantità adeguate sono calcio, fibre, vitamina A e C, potassio, anche se quest’ultimo è facoltativo. Allo stesso modo, dobbiamo ridurre il consumo di grassi saturi e trans, colesterolo e sodio. Tuttavia, dobbiamo ricordare che ogni organismo ha bisogni diversi. Un nutrizionista potrà spiegarci nel dettaglio di quali alimenti abbiamo bisogno e in che misura.

  • Kiesel, K., McCluskey, J. J., & Villas-Boas, S. B. (2011). Nutritional Labeling and Consumer Choices. SSRN. https://doi.org/10.1146/annurev.resource.012809.103957
  • Friedman, M. (1996). Nutritional Value of Proteins from Different Food Sources. A Review. Journal of Agricultural and Food Chemistry. https://doi.org/10.1021/jf9400167
  • Grabenhorst, F., Schulte, F. P., Maderwald, S., & Brand, M. (2013). Food labels promote healthy choices by a decision bias in the amygdala. NeuroImage. https://doi.org/10.1016/j.neuroimage.2013.02.012
  • Gracia, A., Loureiro, M., & Nayga, R. M. (2007). Do consumers perceive benefits from the implementation of a EU mandatory nutritional labelling program? Food Policy. https://doi.org/10.1016/j.foodpol.2006.04.002