Filler dermici: vantaggi, rischi e complicazioni

Le iniezioni cutanee aiutano la pelle del viso a ritrovare elasticità e freschezza. Sebbene sia una procedura non invasiva, è importante conoscerne tutte le implicazioni.
Filler dermici: vantaggi, rischi e complicazioni

Ultimo aggiornamento: 10 novembre, 2022

La medicina estetica amplia le alternative per ritardare i segni dell’invecchiamento senza la necessità di un intervento chirurgico. I filler dermici sono un esempio. Attraverso l’uso di questi iniettabili, la pelle del viso acquisisce forza, affronta meglio le rughe, mimetizza le cicatrici e nasconde l’iperpigmentazione.

Quando si tratta del viso, le persone cercano possibilità che comportino meno rischi e offrano risultati naturali. I trattamenti di questa classe si distinguono per i loro effetti quasi immediati e per la loro natura non invasiva.

Questo metodo utilizza sostanze che migliorano le condizioni specifiche della pelle. Ne parliamo in dettaglio in questo articolo.

Cosa sono i filler dermici?

Gli iniettabili facciali o filler dermici sono un tipo di procedura estetica il cui obiettivo è ringiovanire il viso, infiltrando composti speciali che eliminano le rughe di espressione, cambiano l’aspetto delle labbra e unificano il tono della pelle.

Attraverso l’applicazione di alcuni prodotti, i difetti dei tessuti molli vengono corretti, come affermato dalla Società Internazionale di Chirurgia Plastica Estetica. Hanno l’approvazione della Food and Drug Administration degli Stati Uniti (FDA, secondo il suo acronimo in inglese) per l’applicazione nelle persone di età superiore ai 22 anni.

La FDA li descrive come impianti che aiutano a rendere il viso più liscio. A tale scopo, trasferiscono materiali riassorbibili o temporanei nelle iniezioni cutanee.

I filler dermici sono utili anche sul dorso delle mani.

Tipi di filler facciali

Indipendentemente dalle marche, i filler dermici sono classificati in base alla loro durata sulla pelle :

  • Temporaneo.
  • Semipermanente.
  • Permanente.

Un’altra classificazione risponde alle formule, che utilizzano principalmente ingredienti come quelli presentati di seguito. Continuate a leggere per scoprirlo.

Al collagene

I filler dermici con questo composto aiutano a stimolare le fibre che producono collagene naturale, in modo che i ritocchi saranno meno necessari per preservare l’elasticità della pelle.

La rivista argentina Dermatology sottolinea che il collagene è una proteina strutturale del tessuto connettivo e che la sua funzione è quella di fornire supporto meccanico; un bersaglio potenziato con infiltrazione di gel.

Integratori di collagene.
I filler dermici sono diversi dagli integratori di collagene in polvere o capsule. Questi ultimi sono in pillole, mentre i filler vengono iniettati.

Acido ialuronico (HA)

Questo glicosaminoglicano ha un alto peso molecolare ed è presente in tutti i fluidi e tessuti corporei, essendo la pelle il suo più grande serbatoio, come spiegato da Actas Dermo-Sifilográficos.

Agisce come idratante e ammorbidente. È adatto se vuoi nascondere le rughe incipienti o aggiungere volume. Il suo grande vantaggio è che il corpo lo assorbe.

Acido polilattico (PLA)

Per creare volume, l’APL viene iniettato appena sotto l’area che mostra l’imperfezione. Questo acido è un riempitivo temporaneo e biodegradabile.

Sculptra ®, uno dei marchi che propone il prodotto sul mercato, riferisce che è comunemente indicato per la correzione delle carenze che vanno da superficiali a profonde nella piega naso-labiale e per ridurre altre rughe.

Idrossiapatite di calcio

La rivista specializzata in scienze chimiche e biologiche commenta che l’idrossiapatite di calcio è un materiale biocompatibile con vari usi in medicina. In campo estetico, il componente funziona come generatore di collagene.

Questo gel acquoso viene solitamente infiltrato per riempire le rughe e i solchi del viso. Lo considerano un iniettabile a lunga durata d’azione, perché attiva le cellule ossee e il tessuto connettivo.

ArteFill®

La pubblicazione Chirurgia Plastica ed Estetica descrive ArteFill ® come un gel composto da milioni di microsfere sintetiche sospese in collagene bovino. Il ripieno contiene lidocaina, in modo che l’iniezione sia impercettibile.

ArteFill ® è una soluzione dermica non assorbibile, motivo per cui è considerata permanente e con effetti estesi a lungo termine. Oltre ad affrontare le rughe generali, il suo uso rimpolpa le labbra e combatte le cicatrici da acne.

La tossina botulinica non corrisponde a queste iniezioni cutanee, perché non riempie, ma blocca la contrazione dei muscoli facciali.

Benefici dei filler dermici

In generale, i filler dermici ripristinano il volume e l’elasticità che gli anni tolgono alla pelle. La preferenza per questi trattamenti è in gran parte dovuta ai loro benefici.

  • Sequele minime: gli effetti collaterali sono lievi, rispetto ad altri trattamenti estetici.
  • Aspetto sottile: uno degli scopi delle iniezioni cutanee è rendere l’immagine naturale.
  • Aumenta la produzione di collagene: molti dei riempitivi promuovono la produzione naturale di collagene, che supporta la salute della pelle.
  • Non sono invasivi: gli aghi utilizzati per infiltrare le sostanze sono minuscoli e la procedura è simile a un’iniezione di medicinale. Non causano dolore, quindi non richiedono anestesia.
  • Sono personalizzati: la tecnica consiste nell’adattare il riempimento a ciò che ogni pelle richiede. Infatti, molte delle sostanze infiltrate sono prodotte naturalmente dall’organismo.
  • Esenzione dal riposo: non è necessario interrompere la routine dopo le iniezioni facciali. Con un po’ di attenzione è sufficiente. Evita la luce solare diretta e usa il trucco nei giorni indicati dal professionista. Detergi e idrata secondo le istruzioni.
Iniezione in faccia con filler dermici.
Le sostanze utilizzate sono simili a quelle naturali, quindi le possibilità di rigetto da parte della pelle sono minime.

Rischi e complicazioni dei filler dermici

Dopo una procedura eseguita secondo le linee guida di sicurezza medica, non ci sarebbero rischi maggiori con i riempitivi. Tuttavia, è probabile che manifesti reazioni secondarie, come arrossamento, eritema o allergie. Sebbene questi segni siano di breve durata, se peggiorano, è essenziale consultare un medico.

D’altra parte, i pazienti con malattie autoimmuni o immunocompromessi, in gravidanza e in allattamento, dovrebbero saltare i filler dermici. Actas Dermo-Sifilografías afferma che le gravi complicazioni causate dalle iniezioni per il ringiovanimento facciale sono ischemiche e potrebbero portare a cecità, ictus o sindrome di Nicolau.

Come suggerisce la rivista Plastic Surgery, il chirurgo e il dermatologo devono identificare tempestivamente qualsiasi effetto avverso, al fine di prescrivere il farmaco o la procedura appropriata per contrastarlo.

Raccomandazioni prima di applicare i filler dermici

Dopo aver consultato e analizzato il caso, lo specialista specifica il tipo di filler da infiltrare. Coloro che usano farmaci antinfiammatori o hanno una storia di cheloidi dovrebbero informare il medico, poiché queste iniezioni non sono raccomandate nei loro casi.

Altri suggerimenti sono rivolgersi a un fornitore di servizi autorizzato e formato per applicare filler dermici, assicurarsi che siano siringhe preriempite, sigillate ed etichettate dalle autorità sanitarie del paese, oltre a conoscere dal professionista il tipo di prodotto da infiltrare.

Potrebbe interessarti ...
Addominoplastica: in cosa consiste?
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Addominoplastica: in cosa consiste?

L'addominoplastica è un intervento chirurgico sempre sempre più conosciuto e richiesto negli ultimi anni. Scopritene di più.