Come rimuovere correttamente la protezione solare dalla pelle

La protezione solare va rimossa bene dalla pelle per farla respirare. Scopri come rimuovere questo prodotto di bellezza senza lasciare residui.
Come rimuovere correttamente la protezione solare dalla pelle

Ultimo aggiornamento: 06 novembre, 2022

Così come rimuoviamo il trucco dal viso, è necessario rimuovere correttamente la protezione solare dalla pelle. La funzione di questo prodotto è fondamentale, perché protegge dai raggi ultravioletti (UV); ma quando non viene rimossa correttamente, gli effetti sono controproducenti. Utilizzando gli appositi cosmetici per l’igiene del viso, assicuri la totale rimozione del protettore e lasci la pelle pronta ad assimilare il resto della routine di bellezza.

Inoltre, detergere completamente la pelle fino a renderla priva di sudore e senza residui di protezione solare, riduce i possibili danni e ritarda i segni dell’invecchiamento precoce. Prima di approfondire perché è fondamentale rimuovere correttamente la protezione solare dalla pelle, vediamo perché è importante usarla.

Cos’è la protezione solare e perché è importante usarla?

8 errori comuni quando si usa la protezione solare
Usare la protezione solare è il modo migliore per proteggere la pelle dai danni che dei raggi solari.

La protezione solare assorbe i raggi UV per non farci scottare. Questo è ciò a cui si riferisce Chemical Safety Facts, aggiungendo che l’applicazione di questo prodotto riduce al minimo il rischio di cancro della pelle.

Esistono filtri chimici che catturano e trasformano l’energia solare in innocua per la pelle; ma sono considerati tossici rispetto ai protettori fisici. Questi ultimi sono detti “minerali”, in quanto prodotti con polveri inerti composte principalmente da biossido di titanio e ossido di zinco.

Entrambi gli ingredienti creano uno strato nel derma, riflettendo la luce solare e impedendo ai raggi UV di penetrare nel corpo. Poiché l’assorbimento non si verifica, le possibilità di allergia e tossicità sono ridotte.

Scolorimento, iperpigmentazione e secchezza sono le conseguenze del non usare un fattore di protezione solare (SPF).

L’Accademia Spagnola di Dermatologia e Venereologia sottolinea che la fotoprotezione sta emergendo come il modo appropriato per prendere il sole perché previene i disturbi a lungo termine della pelle e del sistema immunitario.

In relazione all’argomento, la raccomandazione della Foundation Against Skin Cancer è che tutti a partire dai 6 mesi di età utilizzino la protezione solare tutti i giorni, anche se si trovano in aree coperte o l’esposizione ai raggi ultravioletti è breve. Ora, cosa succede quando non rimuovi la protezione solare dalla tua pelle?

Perché è necessario rimuoverla correttamente?

L’applicazione quotidiana della protezione solare è importante tanto quanto lo è rimuoverla di notte. Saltare questo passaggio ostruisce i pori e rende difficile la respirazione della pelle. Allo stesso modo, il derma che rimane sporco apre la strada alla formazione di comedoni e punti bianchi e neri. Un’altra conseguenza è che la pelle diventa grassa e sensibile, accelerando la comparsa delle rughe.

Ecco come rimuovere correttamente la protezione solare dalla pelle

Sai come rimuovere correttamente la protezione solare dalla pelle?
Le creme struccanti aiutano a rimuovere la protezione solare dalla pelle.

Quando acquisti una crema solare, l’American Academy of Dermatology suggerisce di controllare l’etichetta per confermare che si tratta di un prodotto “ad ampio spettro”, con un valore SPF di 30 o superiore e che è resistente all’acqua.

Tuttavia, è la resistenza all’acqua che a volte rende difficile rimuovere la protezione solare. Successivamente, vedremo alcuni suggerimenti per rimuovere correttamente la crema solare dalla pelle.

Tutti i prodotti utilizzati per igienizzare la pelle devono essere sicuri.

Doppia pulizia

La doppia pulizia è una delle opzioni ideali nel compito di rimuovere la protezione solare dal derma.

  • Il primo passaggio consiste nel rimuovere tutto il prodotto con un balsamo, latte detergente o olio. Questi cosmetici attirano tutto il grasso della pelle, i residui di trucco e la protezione solare.
  • La seconda fase è la pulizia con un gel o una schiuma detergente profonda che scompone i resti di sporco risciacquando con acqua.

Il metodo della doppia detersione è adatto a chi indossa un trucco pesante, a chi ha la pelle a tendenza acneica e a chi trascorre troppo tempo in ambienti urbani all’aperto.

Struccante

Gli oli per la rimozione del trucco hanno proprietà che emulsionano con l’acqua e non rimangono sulla pelle, quindi non danneggiano la pelle grassa. Al contrario, sono struccanti che puliscono e nutrono i pori, oltre a donare luce al viso.

Acqua micellare

L’acqua micellare si distingue per la sua efficacia, morbidezza e velocità nel detergere la pelle al punto da rimuovere la protezione solare che rimane sotto il trucco. I tensioattivi e l’acqua sono i suoi componenti principali; insieme agiscono come un potente dispositivo di rimozione della protezione solare, della contaminazione della pelle e dell’eccesso di sebo.

La popolarità delle acque micellari è legata anche alle loro capacità tonificanti e idratanti. Per igienizzare la tua pelle con questo prodotto, bagna un batuffolo di cotone e passalo sulla pelle.

Schiuma

Le schiume detergenti sono semplici da applicare e rimuovere. Devi solo stendere il prodotto sul viso, usando la punta delle dita. Massaggiare delicatamente, preferibilmente risciacquando con acqua tiepida; l’acqua fredda non è altrettanto efficace nel rimuovere i residui di crema solare. Se invece facesse molto caldo, rischieresti di irritare la pelle.

Ulteriori raccomandazioni

Rimuovendo correttamente la protezione solare, aiuti la tua pelle a respirare meglio. L’accumulo di particelle SPF nella pelle è una fonte di attrazione per diversi inquinanti che indeboliscono il derma e ostruiscono i pori.

Una pubblicazione di Vive Revista de Investigación en Salud spiega che l’ostruzione del dotto del follicolo pilifero porta a un poro chiuso, dove si accumulano sebo e cellule dei corneociti, che tendono a diventare un terreno fertile per la proliferazione dei batteri. Le sequele sarebbero infiammazioni e comedoni chiusi con contenuto infettivo.

La prevenzione di queste possibili condizioni dermatologiche risiede nell’uso di prodotti speciali per ogni tipo di pelle; oltre a una rigorosa igiene con detergenti che hanno lo scopo di rimuovere sostanze potenti come la protezione solare.

Potrebbe interessarti ...
Protezione solare come crema idratante?
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Protezione solare come crema idratante?

Oggi esporremo alcuni dettagli riguardo l'utilizzo della protezione solare come crema idratante e vi spiegheremo la funzione di ognuna di esse.