Foratura dei lobi alle bambine: quando è meglio farla?

Gli orecchini sono simbolo di femminilità, motivo per cui alcune bambine chiedono di indossarli fin dalla più tenera età. Ma è consigliato forare i lobi nei primi giorni di vita?
Foratura dei lobi alle bambine: quando è meglio farla?

Ultimo aggiornamento: 19 luglio, 2022

Non esiste un’opinione giusta o sbagliata sul momento indicato per la foratura dei lobi alle bambine o ai bambini. La decisione varia a seconda di fattori quali la cultura o la tradizione familiare. I genitori a volte preferiscono aspettare qualche anno e aspettare che sia la bambina a richiederlo.

Perforare i lobi di un neonato desta qualche timore o perplessità nei genitori. C’è chi sceglie di far indossare gli orecchini fin dai primi giorni di vita, approfittando del fatto che la magrezza della pelle mitiga il dolore, chi mantiene delle riserve proprio per la fragilità del derma del neonato.

Quando forare i lobi alle bambine?

Culture come quella indù incoraggiano la foratura dei lobi in tenera età, considerandolo un evento degno di cerimonia. Ma un articolo pubblicato sul sito Johns Hopkins Medicine raccomanda di ritardarla fino a quando la bambina non sia abbastanza matura da prendersi cura di se stessa.

Consiglia inoltre di aspettare i primi vaccini, prevenendo la possibilità di infezioni. Sulla base di questa considerazione, a partire da 3 mesi potrebbe essere considerato un tempo accettabile.

Tuttavia, non è irragionevole che l’uso degli orecchini inizi pochi giorni dopo la nascita se ci si affida ad un professionista attento alle norme igieniche.

Rischi della foratura dei lobi

In ogni caso, prima della foratura dei lobi alle bambine piccole, occorre valutare i seguenti rischi.

Pelle del neonato.
La pelle dei bambini è diversa da quella degli adulti. Questo è un fattore da considerare durante la foratura dei lobi.

Reazione allergica

Ricordate che i gioielli sono qualcosa che la pelle del bambino ancora non conosce. Il contatto con alcuni metalli potrebbe causare un’allergia.

Una delle reazioni avverse più comuni è generata dal nichel, secondo l’American Academy of Pediatrics. I sintomi sono arrossamento, gonfiore, prurito e desquamazione della pelle.

Infezione

Se si sceglie di forare i lobi dopo poche ore o giorni dalla nascita, il pericolo di contrarre il tetano è maggiore. La bambina non ha ancora ricevuto il vaccino contro questa malattia, che si completa in 3 dosi:

  • A 2 mesi.
  • 4 mesi.
  • 11 mesi.

Nelle infezioni meno gravi, è possibile notare gonfiore, pus e cattivo odore dalla foratura.

Sanguinamento e rottura

La delicatezza della pelle la espone al rischio di rottura o lacerazione del lobo. In alcuni casi può avvenire una piccola emorragia. Se il lavoro è svolto da un esperto e i genitori si attengono alle cure consigliate che accelerano la guarigione, si evita questo scenario.

Incidenti

La bambina potrebbe togliersi gli orecchini e ingoiarli. I pendenti, in particolare, non sono modelli adatti ai bambini, poiché si possono agganciare ai vestiti. Inoltre, se la bambina li tira, c’è il pericolo che si procuri graffi o lesioni.

Tecniche di foratura dei lobi

Le farmacie sono i luoghi consigliati per la foratura dei lobi alle bambine piccole. I metodi utilizzati sono due:

  • pistola: un dispositivo rapido fora il lobo e infila gli orecchini. In genere sono orecchini ipoallergenici, ideali per iniziare e che si dovrebbero lasciare per 1 mese fino alla guarigione del foro.
  • Ago: si perfora il lobo e poi si inserisce l’orecchino.

Gli orecchini ipoallergenici possono andare bene, ma i migliori sono gli orecchini in oro 14 carati o in acciaio chirurgico. In caso contrario, aumenta il rischio di reazioni avverse.

Per quanto riguarda il dolore, non essendo la pelle molto spessa, non è intenso. Quindi non viene utilizzata l’anestesia. Se la bambina piange lo farà per qualche minuto e forse più per lo spavento causato dal rumore della pistola.

Orecchini nelle orecchie di un bambino.
Gli orecchini hanno un importante peso culturale, motivo per cui è normale che le famiglie si preoccupino del momento preciso in cui farli indossare.

Cure dopo la foratura dei lobi

L’igiene è essenziale per prevenire complicazioni. Essendo una ferita, è meglio non “stuzzicarla”. Non rimuovete o mettete gli orecchini fino a quando non è evidente la completa guarigione.

Al massimo, potete ruotate delicatamente l’orecchino un paio di volte al giorno. Con un antisettico prescritto dal pediatra, lavate il buco ogni giorno e lasciatelo asciugare da solo, senza rimuovere la vite.

Cosa succede se cambio gli orecchini?

Potete provare altri orecchini sulla vostra bambina, ma aspettate 6 settimane prima di farlo. Si stima che in questo lasso di tempo la ferita guarisca e, quando li rimuoverete, non ci saranno sanguinamenti o dolore. Se il lobo diventa rosso e gonfio, non esitate a consultare il pediatra, sottolinea l’American Academy of Pediatrics.

La scelta dei gioielli è sempre improntata alla sicurezza del bebè: niente di allergenico, grande e pendente. Acquistate orecchini piccoli che non danneggino la pelle.

Potrebbe interessarti ...
Insegnare ai bambini a leggere a casa: 6 consigli
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Insegnare ai bambini a leggere a casa: 6 consigli

Se volete insegnare ai bambini a leggere a casa, iniziate favorendo un incontro emozionante con il linguaggio. Ecco come fare.