Fotosensibilità causata dai farmaci

9 Agosto 2020
Si stima che circa 3000 farmaci possano causare fotosensibilità. In cosa consiste questo problema? Quali sono i sintomi?

La fotosensibilità causata dai farmaci è un problema piuttosto diffuso. Si stima che circa 3000 medicinali possano causare questo effetto come reazione fototossica o fotoallergica.

Più precisamente, qualsiasi reazione fototossica o fotoallergica è una reazione fotosensibile, ma non tutte le reazioni fotosensibili sono fototossiche o fotoallergiche. Si tratta in ogni caso di reazioni anomale che interessano la pelle dopo l’esposizione al sole e dopo l’assunzione di alcuni farmaci.

Soprattutto in estate, è bene prestare attenzione a questo problema. A tale scopo, gli specialisti della salute e i pazienti dovrebbero conoscere i farmaci che causano fotosensibilità. 

Cos’è la fotosensibilità causata dai farmaci?

Si tratta di una reazione cutanea che si verifica quando i raggi del sole colpiscono la pelle e interagiscono con alcuni composti chimici del farmaco fotosensibile.

Questi composti, ovvero il principio attivo oppure uno degli eccipienti che fanno parte della formulazione, reagiscono con lo spettro della luce, tra la luce visibile e la radiazione ultravioletta.

Vale la pena di ricordare che le reazioni di fotosensibilità rappresentano l’8% di tutti gli effetti indesiderati dei farmaci, e tra i fattori di rischio vi è un’intensa pigmentazione cutanea. Tra i farmaci e le condizioni che predispongono alla fotosensibilità troviamo:

  • Trattamento del dolore cronico a base di farmaci FANS.
  • Chemioterapia.
  • Fenotiazine per trattare una malattia psichiatrica.
  • Tiazidici per il trattamento dell’ipertensione arteriosa.
  • Sistema immunitario debole.
Farmaci che causano fotosensibilità.
La fotosensibilità causata dai farmaci si manifesta con sintomi simili alle scottature solari.

Cos’è una reazione fototossica?

Una reazione fototossica è un tipo di fotosensibilità causata dai farmaci. A differenza di una reazione fotoallergica, che vedremo più avanti, si tratta di una risposta che non coinvolge il sistema immunitario. 

Rappresenta il 95% dei casi di fotosensibilità causata dai farmaci. Si presenta dopo alcuni minuti o ore dall’assunzione del farmaco e i sintomi principali sono:

  • Eritema ed edema.
  • Vesciche e pustole.
  • Sintomi simili alle scottature solari gravi.

Queste reazioni sono più frequenti in seguito all’assunzione di farmaci per via orale e si presentano a causa della formazione dei radicali liberi, i quali interagiscono con l’ossigeno. Queste interazioni producono sostanze chimiche molto reattive e dannose per le cellule.

Leggi anche: Rischi dell’automedicazione per la salute

Cos’è una reazione fotoallergica?

La reazione fotoallergica coinvolge il sistema immunitario. Affinché questi effetti possano essere innescati, deve verificarsi una trasformazione chimica nel farmaco somministrato a causa dei raggi UV.

Il medicinale viene trasformato in un’altra sostanza chimica chiamata aptene, la quale interagisce con le proteine della pelle innescando una reazione immunitaria.

Tra i sintomi più caratteristici si hanno l’infiammazione eczematosa, se il farmaco è stato somministrato per via orale, ed eruzione cutanea se è stato somministrato per via sistemica.

Donna con prurito al braccio.
Nella reazione fotoallergica è coinvolto il sistema immunitario. Le lesioni sono di tipo eczematoso.

Leggete anche: Intossicazione del corpo, sintomi e rimedi

Quali farmaci possono causare fotosensibilità?

Sono molti i farmaci che possono causare questa reazione. Si dovrebbe sempre consultare il foglietto illustrativo per sapere se il medicinale è fotosensibile o meno.

Forniamo tuttavia una lista dei farmaci che più spesso provocano questo effetto collaterale, pur consapevoli che ne esistono molti altri. È consigliabile consultare sempre il proprio medico o farmacista di fiducia.

  • Antimicotici: come tetracicline, cefalosporine o farmaci per la tubercolosi.
  • Farmaci cardiovascolari: tiazidici, ACE-inibitori o statine.
  • Ipoglicemici: farmaci che abbassano i livelli di glucosio.
  • FANS o farmaci antinfiammatori non steroidei.
  • Retinoidi.
  • Psicofarmaci.
  • Farmaci per la chemioterapia.
  • Antistaminici.

Informarsi sui farmaci è fondamentale

È essenziale essere informati sui possibili effetti collaterali dei medicinali. A tal fine è necessario leggere il bugiardino e consultare il proprio medico. Le reazioni di fotosensibilità causata dai farmaci sono comuni, dunque è utile conoscere le fonti e i fattori scatenanti principali.

  • Marta Turu Pedrola, SEFAP, Medicamentos fotosensibilizantes, https://www.sefap.org/2019/07/11/medicamentos-fotosensibilizantes/
  • NATALIA VEREZ COTELO, COLEGIO OFICIAL DE FARMACEUTICOS DE PONTEVEDRA, REACCIONES DE FOTOSENSIBILIDAD, https://www.cofpo.org/tl_files/Docus/Bim_farma/064.pdf
  • Concepción Sierra Talamantes, Violeta Zaragoza Ninet,
    Altea Esteve Martinez, Begoña Fornés Pujalte, Federico Palomar Llatas, REACCIONES DE FOTOSENSIBILIDAD DE ORIGEN EXÓGENO:
    FOTOTOXIA Y FOTOALERGIA