Eczema cutaneo: cause, sintomi e trattamento

· 7 Aprile 2019
È possibile migliorare un eczema apportando qualche cambiamento alla dieta alimentare. Tuttavia, è sempre importante recarsi dal dermatologo per ricevere una diagnosi accurata, oltre ad alcuni consigli per calmare i sintomi

Oggi vi parliamo di uno dei disturbi più frequenti che colpiscono la pelle, ovvero l’eczema cutaneo, chiamato anche dermatite eczematosa.

I casi di eczema cutaneo sono aumentati in maniera significativa nelle zone industrializzate a causa di diversi fattori ambientali. Circa il 10-20% della popolazione dei paesi che registrano alti livelli di inquinamento presenta qualche forma di eczema.

Non bisogna dimenticare che la pelle è l’organo più esteso del nostro organismo ed essendo la parte più esposta, entra in contatto con diversi tipi di agenti esterni. La pelle, inoltre, ci aiuta a identificare i sintomi di eventuali malattie.

Scopriamo insieme quali sono le cause e i sintomi dell’eczema della pelle, così come il trattamento più indicato.

Che cos’è l’eczema?

L’eczema è un’infiammazione della pelle che può colpire qualsiasi parte del corpo, a qualsiasi età e senza un motivo preciso.

In genere può manifestarsi in molte forme:

  • Nella maggior parte dei casi, è accompagnato da intenso prurito, arrossamento e anche piccole bolle, vesciche o macchie.
  • Può anche manifestarsi dopo un po’ di tempo o risultare resistente a qualsiasi trattamento. Questa caratteristica può essere legata alla difficoltà di stabilirne la causa scatenante.

Volete saperne di più? Leggete anche: Cause delle macchie sulla pelle: perché compaiono?

Tipi di eczema cutaneo

Eczema sulle mani

L’eczema presenta un quadro clinico molto ampio a seconda della zona del corpo interessata. Si suddivide in diverse forme in base a:

  • Fattori esogeni: eczema irritativo da contatto e di tipo allergico.
  • Fattori endogeni: dermatite seborroica, dermatite atopica ed eczema nummulare.

Cause dell’eczema

Esiste una lunga lista di fattori che causano o peggiorano i sintomi dell’eczema. Tra questi ricordiamo:

  • Inquinamento ambientale
  • Contatto con sostanze tossiche
  • Alimentazione poco equilibrata
  • Intolleranze alimentari
  • Uso di cosmetici, creme o lozioni da rasatura
  • Emissioni di gas industriali o da veicoli a motore
  • Residui ambientali di centrali elettriche
  • Fumo
  • Fattori genetici
  • Uso di shampoo, tinte, prodotti per capelli, ecc.

Sintomi dell’eczema cutaneo

Ragazzo ha prurito al braccio

Questa infiammazione cutanea ha una sintomatologia evidente e facile da identificare perché, appunto, la si nota a occhio nudo:

  • Placche rossastre, croste o vesciche.
  • Zone cutanee irritate, come gomiti o parte posteriore delle ginocchia.
  • Desquamazione del cuoio capelluto.
  • Ulcere e vesciche acquose che rischiano di infettarsi.

Diagnosi

Per una diagnosi corretta, bisogna tenere conto dell’aspetto della lesione. C’è sempre il rischio di confondere l’eczema con altre patologie che interessano la pelle.

Gli unici esami diagnostici che si possono fare sono quelli che determinano se la causa è un’allergia. Considerati lo stile di vita moderno e le cattive abitudini alimentari della maggior parte della popolazione, è aumentata la vulnerabilità agli agenti allergenici.

Trattamento dell’eczema cutaneo

Frutta e verdura

Il trattamento consiste nell’eliminare i fattori scatenanti che, come avete visto, possono essere molto diversi.

I farmaci convenzionali utilizzati in questi casi sono corticosteroidi, antistaminici o antibiotici. Tuttavia, non sono sempre efficaci a causa della difficoltà nella diagnosi oppure perché i sintomi si ripresentano dopo un certo periodo di tempo. Questi farmaci, inoltre, comportano degli effetti collaterali per la salute.

Al contrario, la medicina naturale si basa sull’alimentazione per determinate il trattamento adeguato per gli eczemi.

Dieta specifica

Chi soffre di eczema, o in generale di problemi alla pelle, di solito abusa di latticini, zuccheri, grassi, farine raffinate, prodotti da forno. La desquamazione della pelle denota, di fatto, un eccesso di secchezza. Questo significa che sotto la pelle vi è un accumulo di grasso e che il sistema digerente e linfatico sono in sovraccarico.

Bisogna eliminare dalla dieta il cibo spazzatura, gli alimenti raffinati e precotti (pizze, patate fritte, hamburger, gelati, ecc.) e aumentare il consumo di alimenti naturali, freschi e nutrienti quali:

  • Frutta e verdura, crude (insalate, frullati e succhi) e cotte
  • Cereali integrali come il riso, il miglio, la quinoa e il grano saraceno
  • Legumi
  • Frutta secca e semi
  • Germogli
  • Alimenti fermentati come il chucrut o il kefir
  • Funghi
  • Alghe
  • Oli vegetali di prima spremitura a freddo: lino, enotera, cocco

Scoprite Come preparare il kefir con acqua di cocco

Piante depurative

Per combattere il sovraccarico di tossine nella pelle e nel resto degli organi, potete ricorrere a diversi rimedi naturali preparati con piante medicinali depurative. In questo senso, le piante che vantano più proprietà benefiche sono:

  • Ortica
  • Dente di leone
  • Bardana

Potete preparare degli infusi, utilizzare gli estratti o consumare gli integratori in compresse a base di queste piante per almeno tre mesi.