Frustrazione sessuale di coppia: come affrontarla?

28 Giugno 2020
Lo stress, la stanchezza, la fatica, i periodi difficili e alcuni disturbi sessuali possono provocare diversi problemi alla coppia. L'ideale è parlarne con uno specialista se necessario.

I rapporti intimi possono risentire di diverse situazioni e in vari modi. E così lo stress, i problemi, la stanchezza e persino determinati disturbi possono provocare frustrazione sessuale nella coppia. In questo articolo vi daremo alcuni consigli per superarla insieme.

La frustrazione sessuale

Frustrazione sessuale nella coppia
Le cause scatenanti della frustrazione sessuale sono diverse, tante quante le coppie nel mondo. Per questo motivo, parlarne è una potente strategia per superarla.

La frustrazione sessuale può essere dovuta alla mancanza di rapporti intimi oppure al fatto che i rapporti non sono pienamente soddisfacenti. In entrambi i casi, la frustrazione sessuale può provocare determinate conseguenze quali:

  • Riduzione dell’autostima
  • Stress e nervosismo
  • Distanziamento emotivo nella coppia
  • Discussioni
  • Impatto negativo sullo stato d’animo
  • Indurre all’ossessione per il sesso o infedeltà

D’altro canto, le cause dell’insoddisfazione possono essere molte e diverse. Potrebbe dipendere da un periodo difficile (nella vita privata oppure in fasi come la menopausa) e stressante, motivo per cui si verifica un calo di libido, oppure da assenza di comunicazione nella coppia su argomenti sessuali.

Potrebbe anche essere dovuta a conflitti o a disturbi sessuali che impediscono di godere di un’intimità soddisfacente, ecc. A prescindere dalle motivazioni, la domanda è: cosa possiamo fare se ci sentiamo sessualmente frustrati?

Consigli per coppie sessualmente frustrate

Piacere e frustrazione
La masturbazione è un mezzo per conoscere il nostro corpo e capire cosa ci piace.

Conoscere se stessi

Innanzitutto, dobbiamo conoscere noi stessi dal punto di vista sessuale. Molte frustrazioni derivano dal fatto che i membri della coppia non sanno esattamente cosa vogliono e cosa li soddisfa.

A questo proposito, pregiudizi culturali, tabù o l’educazione sessuale ricevuta possono giocare un ruolo negativo e provocare insoddisfazione e frustrazione sessuale.

Di conseguenza, dobbiamo innanzitutto stabilire cosa ci soddisfa, conoscere meglio la nostra sessualità e il nostro corpo. A questo proposito, la masturbazione potrebbe essere un mezzo per scoprire noi stessi.

Potrebbe interessarvi leggere: Riaccendere la libido in 5 passaggi

Parlarne

Non serve a nulla aspettare che sia il partner a indovinare cosa ci soddisfa o cosa desideriamo. Per questo motivo è importante parlare chiaramente di ciò che più ci piace nell’intimità.

Inoltre, se esistono problemi “sotto le lenzuola”, l’ideale è parlarne. Potrebbe darsi che una pratica sia soddisfacente per uno dei due, ma non sia particolarmente gradita dall’altro.

È dunque importante essere sinceri con il partner e positivo alimentare la comunicazione e imparare a esprimere desideri e bisogni.

A questo proposito, potrebbe essere una buona idea fare qualcosa di nuovo insieme dopo averne parlato. Magari un gioco di ruolo o nuove pratiche sessuali vi porteranno a esplorare e a provare nuove sensazioni che aiutano a superare la frustrazione sessuale.

Frustrazione sessuale: non concentrarsi solo sull’orgasmo

Appagamento sessuale
Avere un rapporto sessuale non significa solo raggiungere l’orgasmo. Godersi ogni carezza e ogni sensazione è una parte fondamentale del rapporto.

Molto spesso raggiungere l’orgasmo può diventare un’ossessione. Tuttavia, il sesso offre altre sfumature di piacere, che vanno oltre il semplice orgasmo. In effetti le carezze e l’affetto possono essere ugualmente piacevoli.

Molto spesso il nostro stile di vita ci impedisce di sentirci rilassati durante i rapporti sessuali. Così, lo stress o la stanchezza accumulatisi possono ostacolare il raggiungimento dell’orgasmo, rendendolo a volte addirittura impossibile.

Ma tenere conto solo dell’orgasmo può trasformarsi in un circolo vizioso, poiché porta a pensare che un rapporto sessuale sia soddisfacente solo se si raggiunge l’orgasmo. Potremmo dunque stressarci e sentirci frustrati se ciò non avviene, il che ci renderà ulteriormente stressati. In questo modo aumenterà la nostra frustrazione sessuale.

L’ideale è concentrarsi e godere di tutte le fasi del contatto: dai preliminari al momento successivo alle carezze e all’affetto. L’orgasmo arriverà.

Vi consigliamo di leggere: Come trattare l’anorgasmia femminile

Chiedere aiuto in caso di disfunzione sessuale

In molti casi esistono disturbi sessuali associati a specifiche disfunzioni. Nel caso degli uomini, i problemi più comuni sono la disfunzione erettile e l’eiaculazione precoce.

Nel caso delle donne, i disturbi più diffusi sono vaginismo, anorgasmia e disturbo del desiderio sessuale ipoattivo (DDS).

Sebbene queste disfunzioni possano avere una causa patologica, ognuna di esse è associata a stress, ansia e allo stato d’animo. Se esistono questi problemi, dunque bisogna rivolgersi allo specialista e poi sarà possibile sottoporsi a terapia sessuale di coppia.

I benefici della terapia possono essere molto positivi e aiutare la coppia a risolvere i suoi problemi. La terapia contribuirà a migliorare i rapporti e a completare l’educazione sessuale della coppia puntando, oltretutto, ai problemi individuali. L’obiettivo è raggiungere il benessere, sia durante i rapporti sessuali che in altri momenti.

  • Helen S. Kaplan, Manual ilustrado de terapia sexual, Grijalbo Mondadori, 1975, Barcelona, España. Título original, The Illustrated Manual of Sex Therapy, Quadrangle/The New York Times Book Company, 1975, Nueva York, EUA.
  • Sallee DT, Casciani JM, “Relationship between sex drive and sexual frustration and purpose in life”, J Clin Psychol. 1976 Apr;32(2):273-5.
  • Beryl A. Chernick, “Ethical Issues in Sex Therapy and Research”, Can Med Assoc J. 1978 Apr 8; 118(7): 782.