La frutta più adatta per combattere i dolori articolari

· 29 ottobre 2014
L'ananas può essere d'aiuto nel trattamento di ematomi e ridurre le infiammazioni. È inoltre utile per alleviare i dolori articolari prodotti da un colpo o dalla chirurgia.

Siete soliti soffrire di dolori articolari? Si tratta di un problema molto comune che spesso ci obbliga a dover ricorrere a dei farmaci per calmare l’infiammazione e, così, la sofferenza. Ma come sapete gli antinfiammatori hanno molto effetti collaterali: che cosa ne dite, quindi, di ricorrere all’aiuto della frutta per diminuire il dolore alle articolazioni?

1. Le meravigliose ciliegie

ciliegie

A chi non piacciono le ciliegie? Se avete la possibilità di comprarle quando sono di stagione, non esitate a farlo: questo frutto vi permette di trattare il dolore alle articolazioni e l’infiammazione. Il tutto grazie alle alte quantità di antiossidanti che contiene.

Secondo diversi studi, consumare 10-15 ciliegie al giorno per almeno 20 giorni aiuta a ridurre il dolore senza necessità di consumare degli analgesici. È un rimedio molto adeguato. Ricordate, però, si dice che le ciliegie amare siano le più adatte a questo scopo.

2. L’ananas della salute

ananas

Sappiamo che si tratta di un frutto ricco di antiossidanti e vitamina C, un ottimo rimedio per la stitichezza e per depurare l’organismo. Ma sapevate che è meraviglioso anche per trattare il dolore articolare? L’ananas è uno dei migliori frutti per curare l’infiammazione, grazie a un componente chiamato bromelina. Ci permette di trattare gli ematomi e il gonfiorie, così come il dolore articolare causato da un trauma fisico o da un’operazione chirurgica. Consumatela ogni giorno a colazione.

3. Il tesoro nascosto nel melograno

melograno

Se riuscite a mettere in tavola del melograno, compirete un ottimo gesto per la vostra salute. Questi piccoli diamanti dal color cremisi nascondono nel loro cuore croccante grandi proprietà antinfiammatorie. Se potete consumarli ogni giorno, sia al naturale che sotto forma di succhi, vedrete i risultati. Diversi studi, inoltre, hanno dimostrato che consumare regolarmente il melograno ci permette di proteggere le ossa e la cartilagine, oltre ad abbassare il livello del dolore. La natura, come ben vedete, è sempre saggia.

4. Il frutto della passione

frutto-della-passione

Adoriamo la sua forma, il suo profumo e il suo sapore unico che ci esplode in bocca. Il frutto della passione è una specie esotica che ci permette di ridurre il dolore alle articolazioni. Diversi studi hanno rivelato che dopo aver consumato questo frutto per 30 giorni di fila, i livelli di fastidio e di dolore si riducono in tutti i pazienti, riuscendo addirittura a migliorare le loro condizioni. Sappiamo che non è facile trovarte questo frutto tutto l’anno, ma se lo vedete al mercato o in vendita dal vostro fruttivendolo di fiducia, approfittatene. Non c’è niente di meglio di un bel succo naturale o di una macedonia in cui aggiungere questi regali della natura.

5. I datteri

Datteln

Sono dolci e hanno una consistenza delicata che ci fa davvero impazzire. Sono ricchi di vitamine e minerali, in particolare di polifenoli. Questi elementi ci permettono di rigenerare il tessuto osseo e di abbassare le infiammazioni, riducendo così il dolore alle articolazioni. Cercate di consumare 6 datteri al giorno. Se li prendete a colazione insieme a qualche noce, un po’ di avena e del latte vegetale, starete dando una mano alle vostre ossa e alla vostra salute in generale.

6. I fichi: sempre benefici

fichi-secchi

Molto adatti quando, per esempio, soffriamo di stitichezza. Potete assumerli al naturale o essiccati, ma i medici raccomandano quest’ultima varietà per trarre beneficio anche dai loro polifenoli. Riducono l’infiammazione e ci permettono anche di rigenerare la cartilagine. Un trucco molto semplice è quello di aprirli a metà e di introdurre una noce nel centro: una vera delizia per il palato.

7. I poteri curativi dell’uva

uva-benefici

Uva bianca, uva nera… Chi non ama questo delizioso e delicato frutto? È un piccolo tesoro di salute da cui dovremmo sempre trarre beneficio, sia mangiando il frutto che bevendone il succo. E vi diremo di più: non buttate via i semini, hanno grandi poteri curativi. C’è addirittura chi prepara una specie di olio di uva molto adeguato per trattare il dolore delle articolazioni.

Non esitate: consumate un grappolo d’uva al giorno e vivrete fino a cent’anni sani come pesci: ridurrete i dolori dell’artrite, le vostre ossa si consumeranno di meno, preverrete la gotta e migliorerete i problemi cardiaci… Un elenco infinito di benefici racchiusi nei chicchi d’uva, che non devono mai mancare in tavola. Sono ricchi di potassio, di antiossidante e di vitamina B: una semplice delizia alla portata di tutti.

Guarda anche