8 consigli per combattere la stitichezza nelle donne

· 11 settembre 2014
Oltre ad includere abbondanti fibre e acqua nelle vostre diete, l'attività fisica vi aiuterà a favorire il transito intestinale.

Stitichezza: chi non ne ha mai sofferto? I problemi del transito intestinale sono senza dubbio una delle realtà più comuni nella popolazione. Ne soffre poco più del 20% delle persone e, in particolare, compare spesso nelle donne. Produce gonfiore al ventre, dolore addominale e accumulo di gas. Per questo motivo oggi vi vogliamo dare otto utili consigli per combattere la stitichezza.

Secondo le statistiche sono soprattutto le donne a soffrire di stitichezza, ed è per questo che vi presentiamo alcune spiegazioni e linee guida per aiutarvi ad affrontare in modo salutare questa situazione così comune: prendete appunti.

Perché la stitichezza è un problema più diffuso nelle donne?

mal di pancia

Influenza degli ormoni

Ancora una volta, sono gli ormoni a rendere le donne più predisposte alla stitichezza. Tutto è dovuto ai cambiamenti ciclici che si producono con le mestruazioni, delle variazioni che influiscono sull’intestino e che fanno sì che si muova di meno e diventi più lento nell’effettuare i movimenti necessari per favorire l’evacuazione.

Influenza di alcune diete

In alcuni casi capita di iniziare diete molto rigide, che ci costringono ad assumere meno fibre e non danno ai nostri piatti una varietà nutritiva adeguata: tutto questo finisce per ripercuotersi sulla salute del nostro intestino. È bene tenerlo in conto e fare attenzione al tipo di dieta che decidete di seguire.

Consigli per combattere la stitichezza

1. Colazione completa

colazione

È necessario seguire delle linee guida quotidiane specifiche. La colazione è senza dubbio imprescindibile, ed è da questo pasto che dobbiamo ottenere l’apporto di fibra necessario. È importante includere, per esempio, cereali integrali, avena, crusca, spremuta d’arancia naturale, latte vegetale (per esempio quello di soia), tutti cibi molto raccomandati. Alcuni frutti, come le prugne, e alcune erbe in infusione, come la camomilla o la menta, possono aiutarvi a risolvere il problema della stitichezza.

2. Cene leggere

melanzane

A volte commettiamo l’errore di cenare tardi e in modo abbondante. Può essere dovuto al fatto che il lavoro o gli impegni quotidiani ci obbligano a farlo oppure perché arriviamo a casa tardi e affamati, ci mettiamo a fare altro e alla fine ceniamo più tardi del previsto. Questo è un errore. Dovete sapere che durante la notte lo svuotamento dello stomaco avviene più lentamente, e questo rallenta il transito intestinale. Per questo motivo poco a poco iniziamo a trattenere più sostanze di quante dovremmo, favorendo la stitichezza. Secondo i medici, l’ultimo pasto del giorno dovrebbe essere leggero e consumato presto, almeno due ore prima di andare a dormire.

3. Scegliete bene le verdure

melanzana

Sappiamo tutti che le verdure e i legumi sono eccellenti per regolare la stitichezza. Tuttavia, bisogna fare attenzione ai loro effetti. Tenete in considerazione, per esempio, che i broccoli, il cavolfiore o i carciofi causano flatulenza e, alla volte, non sono così buoni come pensiamo. In alcuni casi anche mangiare un’insalata la sera potrebbe non essere una buona idea, visto che la lattuga e molte verdure a foglia verde causano la formazione di gas. Ogni cibo ha un effetto diverso in base alla persona, per cui dovete essere voi a notarlo. Le melanzane, per esempio, sono sempre un’ottima opzione.

4. Frutta con la buccia

buccia mela

Quando vi è possibile, mangiate sia la polpa della frutta che la buccia. Per esempio, se avete fame a metà mattina è consigliabile mangiare una mela con la buccia. E a colazione, quando vi preparate una spremuta d’arancia naturale, non buttate via la polpa. Entrambe le cose sono eccellenti per favorire il movimento intestinale. Anche le pere, i kiwi, le fragole, l’uva e le prugne vi saranno d’aiuto in caso di stitichezza.

5. Attenti alle diete

Bere acqua

Ogni volta che volete iniziare una dieta dovete fare in modo che sia essere abbastanza variegata e che includa tutti i nutrienti basici: un buon apporto di minerali, vitamine, proteine e fibra. La fibra è essenziale, così come l’apporto quotidiano di liquidi. Non dimenticate mai di bere almeno due litri d’acqua al giorno, così come succhi naturali.

6. Sì all’olio d’oliva

olio oliva

In piccole quantità per condire i vostri cibi. Si tratta forse dell’unico apporto di grassi raccomandabile e che può aiutarvi. Includere in quantità moderate dell’olio d’oliva nei vostri cibi favorirà il movimento intestinale, evitando così la stitichezza: non abbiate paura di utilizzarlo.

7. Attenzione agli alimenti “proibiti”

dolci

Per combattere gli effetti della stitichezza, dovete evitare di consumare tutti gli alimenti che sono difficili da processare per il nostro organismo e che risultano dannosi: farine raffinate, frutti, cibi insaporiti artificialmente, prodotti industriali, dolci… Tutto questo apporto extra di zuccheri e grassi indurisce le feci, rendendo più difficoltosa la loro eliminazione. I formaggi stagionati ed il riso hanno un effetto simile, per cui l’ideale è moderarne il consumo per evitare la stitichezza.

8. Un po’ di attività fisica

esercizio

Non è così faticoso: cercate di uscire almeno mezz’ora ogni giorno per camminare, andare in bicicletta, nuotare… Se lo fate con un amico o un’amica vi sarà più facile, per esempio. Fare un po’ di esercizio fisico, sempre a seconda delle vostre possibilità, vi aiuterà a rendere più agile il transito intestinale. Non esitate, è davvero ottimo per la salute e per prevenire non solo la stitichezza ma anche molte altre malattie. Che cosa state aspettando ad iniziare?

Guarda anche