La frutta migliore per la digestione

· 24 novembre 2014
Per usufruire al massimo delle loro proprietà ed assorbire meglio i nutrienti, la miglior cosa da fare sarebbe mangiare la frutta durante i pasti, assieme a verdura e carni magre.

Tutti adoriamo la frutta, ma a volte non sappiamo quando è bene mangiarla per favorire la digestione e, soprattutto, quali sono i frutti più adeguati per aiutarci ad assorbire gli elementi nutritivi o a prenderci cura del nostro stomaco e intestino. Quindi, qual è la frutta migliore per la digestione? Ve lo spieghiamo a seguire!

La frutta migliore per la digestione

1. L’ananas

ananas

Di sicuro lo sapevate già: questo frutto meraviglioso contiene un enzima digestivo essenziale per la digestione, chiamato bromelina. Si tratta di un elemento importantissimo, un tipo di proteina che aumenta la velocità delle reazioni biochimiche ed è quindi fondamentale per digerire le proteine.

È molto importante consumarlo sempre fresco, per esempio preparando delle macedonie o inserendolo nelle insalate, visto che si tratta di un frutto facile da combinare con diversi tipi di alimenti. È bene sapere anche che potrete trovare questo enzima nelle erboristerie sotto forma di capsule commestibili, ma noi vi raccomandiamo di preferire sempre la frutta al naturale. È più saporita, antinfiammatoria e ottima se, per esempio, soffrite di artrite.

L’ananas può essere un frutto essenziale nella terapia digestiva, per questo si trova al primo posto di questo elenco. Consumatelo tutte le volte che potete.

2. La papaya

Papaya

Saporita, rinfrescante e perfetta da inserire nelle diete. Questo frutto è un altro delle principali fonti naturali di enzimi proteolitici digestivi. L’elemento naturale che contiene e che favorisce la digestione si chiama papaina, ed è presente sia nel frutto che nell’albero della papaya.

Basterà qualche boccone di papaya per riuscire a digerire in modo più tranquillo ed efficace qualsiasi cibo, assorbendone tutte le proteine. È semplicemente meravigliosa, e inoltre riduce possibili diarree e nausee, si prende cura dell’intestino e dello stomaco, ecc. Non esitate e compratela sempre quando la trovate fresca, per godere dei suoi benefici.

3. Il kiwi

Kiwi

Siete degli appassionati del kiwi? Allora godetevelo dopo ogni pasto, come dessert o nelle insalate. Il kiwi è un frutto originario della Cina e spicca per le sue proprietà terapeutiche, visto che è ricco di un enzima chiamato proteasi actinidain. Questa sostanza ha un effetto molto simile a quello della bromelina e della papaina, agendo come un catalizzatore nella digestione delle proteine. Nella medicina orientale viene utilizzato da sempre per trattare diverse malattie, mentre nel mondo occidentale solo negli ultimi tempi stiamo iniziando a scoprire le sue grandi virtù.

Una piccola curiosità: non c’è niente di più sano e digestivo di una macedonia di kiwi, papaya e ananas. Secondo gli esperti, i loro tre enzimi agiscono in modo diverso una volta giunti nello stomaco, mischiandosi con il pH. Per questo, se assunti insieme, si prendono cura del nostro sistema digestivo in modo imbattibile.

Ma qual è il momento migliore per mangiare la frutta?

insalate-salutari

Questa è una domanda con la D maiuscola. Bisogna prenderla dopo i pasti, come dessert? Oppure prima? O durante? Bene, l’ideale è mangiarla durante i pasti. Di solito si dice che sia ottimo anche mangiarla a stomaco vuoto, visto che viene quasi sempre digerita nell’intestino tenue, in cui agisce, passando poi velocemente per lo stomaco.

Noi vi raccomandiamo di combinare la papaya, l’ananas e il kiwi all’interno del vostro pranzo, preparando delle insalate che contengano, per esempio, anche frutta secca, e utilizzandole come contorno insieme a carni magre e verdure a foglia verde. In questo modo otterrete dai vostri pasti tutte le proteine di cui avete bisogno, assorbendo gli elementi nutritivi in modo molto più efficace. A seguire vi proponiamo alcuni esempi su come assumere la frutta migliore a seconda del momento della giornata.

La mattina

Per pranzo: diversi tipi di insalate

1. Insalata di ananas e gamberetti:

  • gamberetti
  • 2 fette di ananas
  • formaggio di capra
  • lattuga
  • pomodori ciliegini

2. Insalata di ananas e acciughe:

  • un pomodoro
  • lattuga e spinaci
  • 2 fette di ananas
  • due acciughe a pezzetti
  • un po’ di olio di oliva e aceto di mele

3. Insalata di papaya e pollo:

  • mezza papaya
  • mezzo cetriolo
  • mezza carota
  • 100 grammi di petto di pollo
  • 1 pomodoro maturo
  • mezzo vasetto di yogurt naturale
  • 2 noci
  • qualche goccia di succo di limone

4. Insalata di kiwi e formaggio di capra:

  • valerianella
  • 1 pomodoro
  • 1 kiwi
  • una fetta di formaggio di capra
  • 5 olive nere
  • 100 grammi di petto di pollo
  • 1 cucchiaio di miele
  • un po’ di aceto di mele

Al pomeriggio

  • Un bicchiere di succo di mela e una manciata di uva passa

Per cena

  • L’ideale è prepararsi un bicchiere di succo di pompelmo e un’insalata leggera con della frutta, per accompagnare la vostra cena.

Vi diamo qualche esempio.

1. Insalata di avocado:

  • una barbabietola piccola
  • mezza mela
  • mezzo avocado
  • due noci
  • qualche foglia di spinaci
  • aceto di mele
  • un po’ di olio d’oliva

2. Insalata di ananas e carota:

  • 1 carota grattugiata
  • 2 fette di ananas
  • un pezzo di salmone a pezzetti
  • uva passa
  • 3 pomodori ciliegini
  • un po’ di succo di limone

Come vedete è possibile combinare frutta, verdura e proteine sia di carne che di pesce, per ottenere piatti semplici da preparare e davvero saporiti. Basta un po’ di immaginazione per prendervi cura della vostra salute e della vostra digestione!

Guarda anche