7 gravi complicazioni causate dall’ipertensione

· 2 maggio 2017
Anche se durante le prime fasi non presenta sintomi evidenti, l'ipertensione può influire in maniera negativa sugli organi principali come il cuore, i reni e anche gli occhi

La pressione arteriosa alta, o ipertensione, è un problema cardiovascolare che si sviluppa quando si presentano delle alterazioni nel flusso sanguigno a causa del restringimento delle arterie o dell’ostruzione delle stesse.

Man mano che si presenta questo problema, il cuore deve duplicare i suoi sforzi per pompare il sangue tramite spazi ridotti, fattore che aumenta la pressione.

Alcuni la considerano “l’assassina silenziosa”, dato che le sue fasi iniziali sono asintomatiche e molte persone non sono consapevoli di soffrirne fino a quando non si presentano gravi conseguenze.

E, anche se inizialmente non causa gravi problemi, con il passare del tempo provoca alcuni cambiamenti ai diversi sistemi del corpo che possono sfociare in gravi malattie.

Tenendo conto che molte persone le ignorano, di seguito vogliamo condividere nel dettaglio le 8 complicazioni che si possono verificare quando questo problema non viene trattato in maniera appropriata. 

1. Infarto

L’infarto è una delle patologie più gravi relazionate alla pressione arteriosa elevata.

Questa condizione, che può arrivare ad essere mortale, si verifica poiché le arterie si irrigidiscono e si restringono, fattore che influisce sulla circolazione.

Leggete anche: Frullati per pulire le arterie

2. Ictus

L’ictus può verificarsi quando il flusso sanguigno è ristretto in uno dei punti che ne permettono l’accesso al cervello.

Dato che la pressione influisce in maniera diretta sulla circolazione del sangue verso quest’organo principale, i pazienti che soffrono di ipertensione hanno molte più probabilità di soffrire di questa patologia.

3. Insufficienza cardiaca

L’insufficienza cardiaca è relazionata allo sforzo eccessivo compiuto dal cuore per pompare il sangue tramite le arterie dure e strette.

Questa condizione è una delle principali cause di morte tra chi soffre di ipertensione arteriosa, dato che influisce in maniera diretta sul cuore.

Tra i vari sintomi ricordiamo:

  • Difficoltà respiratorie
  • Infiammazione delle estremità
  • Distensione addominale
  • Problemi nel prendere sonno
  • Incontinenza urinaria
  • Fatica o sensazione di debolezza

4. Diabete

A differenza di altri problemi causati dall’ipertensione, il diabete può esserne il risultato, ma anche la causa.

Gli elevati livelli di zuccheri nel sangue possono influire sul flusso sanguigno e sulla salute arteriosa ed interrompere il corretto passaggio del sangue attraverso il cuore.

Tuttavia, la pressione causata da altri fattori può influire a tal punto che il sangue riduce la capacità del corpo di utilizzare gli zuccheri come fonti di energia.    

Spesso il diabete si aggrava nei pazienti che soffrono di ipertensione perché quest’ultima altera il metabolismo, la funzione pancreatica e dei reni.

5. Aterosclerosi

L’arteriosclerosi è una condizione che si presenta quando la pressione arteriosa alta permane senza essere trattata in modo specifico.

Questo comporta un indurimento delle arterie, condizione che può causare blocchi e disturbi pericolosi, come la malattia arteriosa coronaria. 

6. Malattie ai reni

I reni hanno il compito di filtrare le sostanze di rifiuto del sangue, regolare gli elettroliti ed espellere i liquidi in eccesso attraverso l’urina.

L’ipertensione influisce in maniera diretta sulle loro funzioni, poiché riduce il flusso sanguigno che permette essi di lavorare in maniera ottimale.

Con il passare del tempo, si verifica un peggioramento della salute renale, sopratutto perché l’ossigenazione e il passaggio dei nutrienti verso questi organi sono minori.  

Le arterie che si trovano attorno ai reni possono restringersi, limitando la loro capacità di eliminare le sostanze di scarto e causando insufficienze e danni irreversibili.

Leggete anche: Arrabbiarsi: i danni che provoca alla salute

7. Problemi agli occhi

Molte persone non sanno quanto sia dannosa la pressione arteriosa elevata per la salute oculare.

Anche se può sembrare stano, le restrizioni nel flusso sanguigno verso qualsiasi parte del corpo possono causare danni ai vasi sanguigni della retina.

I pazienti ai quali viene diagnostica l’ipertensione di solito sviluppano gradualmente malattie agli occhi, che iniziano con sintomi comuni come infiammazione, vista offuscata o perdita di acutezza visiva.

Ciò nonostante, esistono alcuni farmaci per mantenere sotto controllo questa malattia, i quali hanno notevoli effetti sulla riduzione dei sintomi di patologie come la retinopatia ipertensiva.

I controlli medici regolari e gli esami pertinenti sono fondamentali per individuare in maniera opportuna le irregolarità della pressione arteriosa.    

È fondamentale prestare molta attenzione a questa condizione, soprattutto quando inizia a causare problemi ai vari sistemi del corpo.

Fate attenzione!

Guarda anche