7 consigli per mantenere giovane il cervello

Bisogna esercitare continuamente il cervello per mantenerlo giovane ed attivo. Non sono necessari grandi sforzi: leggendo ogni giorno dati nuovi oppure imparando una nuova lingua, otterremo grandi benefici

Alcune persone passano ore in palestra ad allenare i muscoli, altre seguono diete per perdere peso. Tuttavia, in pochi dedicano un momento della giornata alla propria mente.

Proprio così, perché anche il cervello ha bisogno di realizzare alcune attività per mantenersi attivo, come il resto del corpo.

Se desiderate mantenere giovane il vostro cervello, continuate a leggere per scoprire alcune sane abitudini per riuscirci.


Il “normale” invecchiamento del cervello

Così come il corpo, il cervello può invecchiare naturalmente o meno. Il trascorrere del tempo influisce anche sulla mente, ma questo non vuol dire che non si possa mantenere la lucidità fino all’ultimo momento della propria vita.

È bene sapere che l’invecchiamento cognitivo inizia già quando nasciamo. Proprio così. Ogni giorno “perdiamo” un po’ di capacità mentale rispetto alla giornata precedente. Non è negativo, bensì normale.

Sebbene tutti i cervelli invecchino, ognuno la fa in modo diverso.

La memoria, la velocità di elaborazione, la presa di decisioni, l’apprendimento e la saggezza rientrano nell’aspetto cognitivo del cervello.

Per gli adulti più in avanti con l’età, mantenere in buono stato il cervello è una preoccupazione, ma, in realtà, dovremmo preoccuparcene molto prima.

Come mantenere giovane il cervello?

Per evitare che la mente si deteriori prima del tempo, è necessario allenarla e prendersene cura già in giovane età. Alcuni interessanti consigli che possono aiutare ad “abbellire” il cervello sono:

Dormire

Non si stanca solo il corpo dopo un’intera giornata. Anche la mente ha bisogno di riposare per ricaricare le batterie ed essere lucida il giorno seguente.

Se siete in ansia, angosciati o stressati, dovreste dormire un po’. Succede lo stesso se vi sentite oppressi dalle preoccupazioni o dalle responsabilità. Fare una pausa fa bene alla salute mentale e fisica.

Le 7 o 8 ore di sonno notturno non sono un capriccio: è il tempo di cui ha bisogno il cervello per riposare. Se dopo pranzo potete fare un pisolino di 20 minuti, sarebbe altrettanto positivo per la vostra mente.

Fare attività fisica

L’attività fisica è ideale per migliorare la salute mentale. Questo si deve al fatto che migliora il ritmo cardiaco e, di conseguenza, la circolazione sanguigna.

Quando il cervello riceve sangue in modo e in quantità adeguati, i neuroni possono svolgere al meglio il proprio lavoro. L’attività fisica leggera, inoltre, fornisce ossigeno al tessuto cerebrale ed impedisce che si deteriori.

Condurre una dieta equilibrata

La frutta e la verdura color viola (uva, mirtilli, melanzane, barbabietole) sono le opzioni migliori per contrastare l’insorgere di demenza.

Contengono un fantastico ingrediente chiamato antocianina, il quale favorisce il flusso sanguigno e l’ossigenazione cerebrale. Lo si trova anche nei frutti rossi (more, fragole, ciliegie, etc).

A sua volta, è necessario ingerire acidi grassi Omega 3 (presenti soprattutto nel pesce) ed alimenti dalle proprietà antiossidanti, come i legumi, il tè verde e la frutta secca.

Cercate di non mangiare troppi grassi né zuccheri, poiché favoriscono l’insorgere di diabete, ipertensione o colesterolo. Tutte condizioni che influiscono negativamente sul cervello.

Prendersi cura della propria salute

Bisogna andare dal medico, come minimo, una volta all’anno, per sottomettersi ad un check-up generale che includa analisi del sangue, delle urine, elettrocardiogramma e tutti gli esami che il medico ritenga necessari.

Fate attenzione ai farmaci che assumente, poiché, per esempio, alcuni medicinali uniti ad altri hanno effetti negativi sulla funzione cognitiva: antidepressivi, calmanti, antistaminici o medicine per la vescica.

Non fate affidamento ai prodotti che assicurano di migliorare le funzioni mentali. Gli integratori vitaminici possono fare bene al fisico, ma non vi sono prove che siano altrettanto benefici per la mente.

Non fa male assumerli (se il medico li prescrive), ma non aspettatevi miracoli.

Avere passatempi sani

Oltre a sudoku, rebus o cruciverba, conviene realizzare anche altre attività che siano benefiche per la salute, come ad esempio, un picnic all’aperto, giocare a carte in giardino, fare indovinelli al parco oppure leggere in campagna.

In questo modo, non solo eserciterete la mente, ma, inoltre, sarete a contatto con la natura. Il vostro corpo ed il vostro cervello vi ringrazieranno!

Imparare tutti i giorni

Anche se i vostri anni da studenti sono ormai lontani, è sempre bene mettersi un po’ sui libri ed imparare cose nuove.

Forse non potete iscrivervi di nuovo all’università oppure siete troppo impegnati per fare un corso, ma, ad esempio, potete leggere un articolo di giornale su scoperte scientifiche, una rubrica di viaggi su una città che vi piace oppure interessarvi ai rimedi naturali.

L’importante è non smettere mai di imparare e di sfidare il cervello a mantenersi in buono stato. Un’altra buona idea è essere curiosi e farvi domande di cui non conoscete la risposta e che, dunque, dovete scoprire o verificare.

Come si formano le aurore boreali? Che lingua si parla in Iran? Cos’è un hectopascal? Forse l’avevate studiato a scuola, ma l’avete dimenticato…cercate i dati di cui avete bisogno!

Se lo desiderate, inoltre, potete imparare nuove lingue. Il cervello deve svolgere un’attività diversa quando non riconosce le parole che sta dicendo o quando deve tradurle alla sua lingua materna.

Le lingue non servono solo quando siamo in viaggio: sono un mezzo per conoscere altre culture e altri modi di vivere…e questo è ottimo per la mente!

Essere socialmente attivi

A partire da una certa età, gli obblighi e gli impegni familiari occupano tutto il tempo libero. Sebbene sia positivo, è anche necessario restare in contatto con altre persone in diversi luoghi.

Per esempio, andare a prendere un caffè con gli amici, andare a cena con i propri cugini, conoscere gente nuova in un corso. In questo modo, vi sentirete rinnovati, vitali e felici.

Perché tutto questo serve al cervello? Perché quando siamo contenti, produciamo più ormoni benefici per l’organismo (mente compresa). Mettendo da parte lo stress e la tristezza, godremo di buona salute.