I benefici del disegno per i più piccoli

30 Gennaio 2019
Conoscete i benefici del disegno per i bambini? È l'ideale per sviluppare grandi capacità motorie e mentali. Favorisce l'apprendimento e lo sviluppo psicologico ed emotivo

I benefici del disegno sono molti ed è una delle attività preferite dai bambini. Non si preoccupano di quello che diranno i genitori, non hanno pregiudizi nel mostrare i loro scarabocchi, né barriere emotive o mentali quando disegnano.

Con pochi pennarelli colorati e tanta carta, un bambino può fare magie. A volte vedrete solo qualche schizzo o macchie un po’ confusionali, altre volte rimarrete a bocca aperta. La cosa ancor più bella è anche voi potete partecipare all’attività creativa e rafforzare il legami con i vostri figli. Non pensate che sia grandioso?

Scopriamo allora quali sono i principali benefici del disegno per i piccoli di casa.

Piccoli disegni, grandi benefici

Due bimbe vicine una disegna l'altra osserva

Il disegno consente ai bambini di rafforzare il lato razionale del loro cervello (emisfero sinistro) e il lato emotivo e creativo (emisfero destro). Come nel gioco, disegnando avvertono il piacere del movimento.

Quando un bambino domina il movimento e controlla la disposizione grafica, inizia a maturare a livello psicologico, motorio, intellettuale e affettivo. Disegnare è una grande abilità che potete e dovete incoraggiare nei vostri piccoli.

È un’attività molto completa, fondamentale nell’educazione dei bambini. Con il tempo, potrete aggiungerne anche altre, come la musica. Dopo questa breve ma necessaria introduzione, vediamo subito quali sono gli 8 benefici del disegno per i più piccoli.

Benefici del disegno per i bambini

1. Stimola l’immaginazione e la creatività

Ancora non sanno leggere ed è per questo che rimangono affascinati quando vedono sulla carta raffigurazioni piene di colori e disegni. È praticamente l’unico linguaggio visivo che capiscono.

Quando un bambino inizia a disegnare, inaugura la strada dell’immaginazione. Imprimendo pochi tratti su un foglio, inizia a rappresentare personaggi e oggetti che sceglie, prendendoli dal mondo che lo circonda. Comincia anche a “verbalizzare” ciò che fa.

Usa i suoi disegni come supporto per storie incredibili e fantastiche, frutto della sua immaginazione. Avrete finalmente l’occasione per esplorare il mondo dei vostri figli. Chiedete loro di spiegarvi i loro disegni: rimarrete sorpresi dalla ricchezza della loro inventiva.

Leggete anche: Bambino superdotato, come riconoscerlo

2. Favorisce la coordinazione di cervello, occhi e mano

Bambino seduto scarabocchia su foglio

I primi tratti che lasceranno sul foglio, non avranno alcun senso. In questa fase, i bambini non hanno sviluppato ancora sufficiente coordinazione tra cervello, occhio e mano. Ecco perché mancheranno ordine e significato nei loro  disegni, inoltre molto spesso la matita uscirà dal foglio.

Lasciate che la prendano come desiderano, il loro è un esperimento costante. Spingeranno moltissimo con la mano, muovendo spesso il braccio, la spalla e, a volte, persino tutto il corpo. Come se stessero ballando con in mano il pastello.

A poco a poco, il bambino inizierà a perfezionare il suo approccio al disegno. Scoprirà che i movimenti che fa sono legati alle linee che sta disegnando sulla carta. Come vedete, disegnare è un’ottimo sistema per sviluppare abilità motorie fini, migliorando il movimento delle dita, fondamentale affinché più avanti possa iniziare anche a scrivere.

3. Segna la crescita del bambino

Mano di bambino che disegna accanto a portapenne con pastelli colorati

Il disegno possiede fasi e processi, così come camminare e parlare. Si inizia con dei tratti casuali e caotici, ma ben presto tutto assumerà toni ben diversi. Ci vorrà solo del tempo.

I bambini iniziano a disegnare verso i 15 mesi, con tracce casuali. Dai 22 mesi questi segni acquistano maggiore precisione e appare il gesto finalizzato, ovvero tratti verticali, orizzontali e circolari. Dai 3 anni in poi, il piccolo tenta la rappresentazione delle figura umana, con abbondanza di forme rotonde.

Solo dai 4 ai 7 anni, iniziano ad apparire simboli, figure umane complete e un’attenta verbalizzazione della realtà esterna. Il primo disegno raffigurante tutta la famiglia unita sarà un momento molto emozionante, statene certi.

4. Stimola la concentrazione e il senso di osservazione

Tra i benefici del disegno c’è anche lo stimolo alla concentrazione e alla perseveranza. Questa attività aiuta i piccoli a organizzare le idee e migliora la percezione di quello che li circonda. Il bambino, infatti, per disegnare, ricorrerà a tutto quello che vede attorno a sé.

Questo favorisce anche un migliore senso di osservazione. Il cervello lavora più attivamente, dato che l’obiettivo è rappresentare la realtà sulla carta nel modo più fedele possibile.

Insomma, il disegno promuove lo sviluppo della percezione visiva e del pensiero astratto.

5. Incoraggia l’intelligenza emotiva

Colorare e dipingere favoriscono l’intelligenza emotiva dei bambini, poiché imparano a identificare le emozioni che possono poi esprimere sulla carta attraverso l’uso dei colori.

Tra i benefici del disegno, ricordiamo che rafforza la salute mentale dei più piccoli. Ogni bambino si calma quando si mette a disegnare, si concentra e riversa sul foglio qualsiasi pensiero. È divertimento, ma anche sfogo terapeutico.

Quando i bambini iniziano a padroneggiare il gesto finalizzato (linee verticali, orizzontali e circolari), maturano psicologicamente, emotivamente, a livello motorio e affettivo. Questo contribuisce alla formazione della loro personalità.

Scoprite: 3 consigli per educare i figli all’intelligenza emotiva

 6. Rafforza l’autostima

Disegnare, dipingere o colorare rafforzano l’autostima. I bambini cercano di distinguersi con le loro “prodezze” artistiche. Ciò porta loro gioia e soddisfazione. Sentono che stanno facendo qualcosa di importante.

Ecco perché quando regalano un loro disegno ai genitori o a un familiare, si sentono orgogliosi. Si tratta di un passo fondamentale per il loro sviluppo. È dunque importante incoraggiare e applaudire le loro opere d’arte.

Cogliete l’occasione per mostrare interesse per le creazioni dei piccoli di casa. Il disegno è una delle prime forme di comunicazione ed espressione. Una nuova lingua che richiede un periodo di apprendimento.

7. Sviluppa la sensibilità

Mano di bambino che scrive su foglio

Attraverso l’arte, i bambini costruiscono un collegamento tra sentimenti e conoscenze. Uno dei benefici del disegno è che, catturando un’immagine sulla carta, il piccolo sta modificando il mondo che lo circonda e la sua esperienza con esso.

Ha l’opportunità di creare e sviluppare la sua sensibilità. Sarà più disposto a imparare grazie all’abilità espressiva che ottiene in ogni nuova creazione.

8. Unisce la famiglia

L’ultimo dei benefici del disegno riguarda i legami familiari. Molti sottovalutano la valenza sociale di questa semplice attività, che permette ai piccoli di stare più tempo con genitori e fratelli, rinnovando l’affetto reciproco.

Sfruttate ogni istante per disegnare e colorare con i vostri bambini. Saranno felici di vedere mamma, papà e i fratelli più grandi tutti insieme, mentre vi divertite con matite, pastelli, pennarelli e quant’altro.

Cosa aspettate a distribuire fogli di carta, colori e matite colorate a tutti?

Come migliorare i benefici del disegno

Non forzate mai i bambini a disegnare se non vogliono farlo. Anche se è giusto stimolarli sin da quando sono molto piccoli, lo è anche rispettare i loro ritmi personali. Abbiate pazienza: ben presto non avrete più spazio per appendere le creazioni dei vostri bambini.

Disegnare è un’attività da godersi appieno. Lasciate che sia il bambino a scegliere i colori e ciò che vuole disegnare. Insomma, permettetegli di creare con assoluta libertà. Sfruttate queste occasioni per investigare nel suo piccolo e strano mondo. Chiedetegli di spiegarvi i suoi disegni, fate domande: stimolerete anche lo sviluppo del suo linguaggio.

Congratulatevi sempre e premiatelo. Ciò servirà ad accrescere la sua autostima e rafforzerà le sue capacità artistiche.

E, naturalmente, firmate ogni opera d’arte con il suo nome. Non sapete se vi trovate in presenza di un futuro genio della pittura. Ciò che importa, è che per voi è già un artista dall’ineguagliabile talento!

  • Feldman, Jean R. Autoestima para niños: juegos, actividades, recursos, experiencias creativas. Alfaomega, 2002.
  • López, Moises Mató. El baúl mágico: Imaginación y creatividad con niños de 4 a 7 años. Ñaque, 2006.
  • Pallás, Maria del Carmen Martorell, et al. “Convivencia e inteligencia emocional en niños en edad escolar.” European Journal of Education and Psychology 2.1 (2009): 69-78.