5 esercizi per attivare il linguaggio nei bambini

24 luglio 2018
Attivare il linguaggio nei bambini è un processo evolutivo che impiega un determinato tempo. Tuttavia potete aiutare il vostro piccolo ad esercitare il linguaggio orale, in quanto è determinate per il suo sviluppo sociale.

Anche se i bambini in fasce non sanno ancora parlare, possono esprimersi tramite il pianto e il proprio corpo. Nonostante ciò, è di vitale importanza che i piccoli sviluppino il linguaggio. Un modo per riuscirci è realizzare degli esercizi pratici per attivare il linguaggio nei bambini.

L’importanza del linguaggio

La capacità di parlare del bambino consente di esternare ed interiorizzare ciò che pensa, vuole e desidera. In effetti il linguaggio nei bambini è talmente importante da essere considerato il principale mezzo di comunicazione.

Inoltre, il linguaggio nei bambini è il mezzo fondamentale per la socializzazione, che permetterà al vostro piccolo di adattarsi ed integrarsi nell’ambiente che lo circonda. Grazie ad esso, il bimbo riceverà anche modelli culturali tramite la famiglia e, successivamente, attraverso le relazioni a scuola o con le persone che lo circondano.

Esercizi per bambini con problemi di linguaggio

Ma cosa potete fare per attivare il linguaggio nei bambini? Alcuni esercizi sono estremamente semplici. Potete infatti realizzarli a casa con attività che magari sono già presenti nella routine dei vostri piccoli. Di seguito ne condividiamo alcuni.

Leggete Bambini con disturbi del linguaggio: esercizi per aiutarli

Alcuni consigli preliminari per attivare il linguaggio nei bambini

In primo luogo bisogna sottolineare che i genitori hanno una grande influenza nel processo evolutivo del linguaggio nei propri figli. Per questa ragione è importante offrire un modello corretto di pronuncia e articolare bene i suoni.

Per attivare il linguaggio nei bambini si consiglia un dialogo costante. Questo deve essere sistematico ed appropriato in base all’età, alle capacità ed agli interessi del bambino. Anche se sentite l’impulso di utilizzare diminutivi o un linguaggio infantile, evitate il più possibile tale atteggiamento.

Non cercate nemmeno di anticiparlo o di terminare le sue frasi. Al contrario, cercate di rispettare i turni di parola. Formulate domande aperte per invogliarlo ad esprimersi e ad ampliare i suoi messaggi. Ora che disponiamo di tali consigli preliminari, passiamo ad analizzare gli esercizi per attivare il linguaggio nei bambini.

1. Andate a fare una passeggiata

Le passeggiate, i viaggi o le escursioni sono esperienze diverse che permettono di acquisire nuove sensazioni e, soprattutto, vocabolario. Inoltre, le emozioni che proverà lo motiveranno ad esprimersi e a condividere liberamente i suoi sentimenti a seconda delle proprie possibilità.

Bimbo in vacanza

Commentate con lui ciò che osserva, i colori, i suoni, gli aromi, le figure. Approfittate di tutto ciò che trovate attorno a voi per creare una conversazione che segua un filo logico e che gli interessi.

2. Leggete dei racconti

Questo esercizio serve per sviluppare la capacità di comprensione di oggetti e personaggi. Potete iniziare con il chiedergli “dov’è il…” e lasciare che il piccolo segnali con il dito la figura o il colore che gli avete chiesto.

Dovete concedergli un po’ di tempo affinché il piccolo identifichi la richiesta. Quando ci sarà riuscito, fategli i complimenti e realizzate l’esercizio nuovamente.

3. Giocate con fotografie e ritagli

Quest’attività si realizza in modo simile a quella precedente, ma con fotografie o ritagli. In questo caso potete iniziare descrivendo con cenni particolari ogni immagine o foto, una alla volta. Si consiglia che queste catturino azioni diverse e che tali differenze si notino per non rendere più difficile il processo.

Una volta spiegate le fotografie, chiedetegli di identificare ciò che stanno facendo le persone in ognuna di esse. Ricordate, le immagini devono rappresentare azioni facili e familiari per lui, come persone che mangiano, giocano, dormono o corrono.

Leggete: Disturbo dell’apprendimento: attenzione a questi segnali

4. Insegnategli a dire il suo nome

Oltre all’importanza e all’utilità di conoscere il proprio nome, quest’attività permetterà al vostro piccolo di sviluppare la capacità di nominare persone, oggetti e azioni. Cominciate col dire: “tu ti chiami…” e ripetete un paio di volte affinché il bimbo possa rispondere tutte le volte che gli fate la stessa domanda.

Confidenze tra madre e figlia

Se risponde bene, fategli i complimenti e aggiungete il suo secondo nome o il cognome affinché lo impari poco a poco. Se risponde male, ripetete la dinamica sin dal principio.

Potete utilizzare questo stesso esercizio con le parti del corpo o con altri oggetti familiari, come ad esempio giocattoli od utensili di uso comune, come piatti, scarpe, bicchieri, ecc.

5. Suoni di animali

Un’altra dinamica che piace tanto ai bambini è quella di relazionare il nome degli animali con il suono che emettono. Attualmente potete trovare applicazioni per dispositivi mobili con queste opzioni. Se, però, non vi è possibile, potete semplicemente farlo con la vostra voce, imitando il miagolio del gatto o il muggito della mucca.

Un modo per realizzare questo esercizio è quello di imitare il suono di alcuni animali domestici e chiedere al piccolo di quale animale si tratti. Potete anche chiedergli che suono emettono le anatre o i cani, incoraggiando il piccolo a rispondere con i suoni.

Conclusioni

Certamente avrete già realizzato alcuni di questi esercizi per attivare il linguaggio nei bambini. La miglior dinamica di tutte, in ogni caso, è quella di parlare molto con il vostro piccolo e lasciare che si esprima liberamente, senza pressioni. Godetevi il processo piuttosto.

Ricordate che voi e gli altri cari sarete i suoi primi maestri per l’attivazione del linguaggio. Dedicategli tempo e attenzione affinché possiate aiutarlo ad arricchire il suo vocabolario. E nel vostro caso? Quali esercizi vi sono risultati utili da piccoli?

Guarda anche