I benefici di avere un animale in casa

8 Luglio 2018
Avere un animale domestico è una delle esperienze che ogni bambino ricorda, quando diventa grande. Gli animali danno grandi lezioni ai bambini, oltre a riempirli di un amore incondizionato difficile da trovare.

Avere un animale domestico in casa è essenziale per lo sviluppo dei bambini; il legame che si crea tra la famiglia e l’animale domestico promuove amore e responsabilità. Inoltre, rappresenta un fattore di sicurezza e una grande compagnia per tutti i membri della famiglia.

Quali sono i vantaggi di avere un animale domestico in casa?

1. Avere un animale insegna ai bambini la responsabilità

Bisogna ricordare che avere un animale domestico richiede tempo e responsabilità, poiché praticamente diventa un membro della famiglia. La responsabilità per la sua cura e la sua alimentazione non può ricadere interamente solo sui genitori o solo sui bambini.

Pertanto, i genitori dovrebbero insegnare ai bambini tutto ciò che riguarda la cura dell’animale. Ad esempio, quando si deve fare il bagno all’animale domestico, i genitori devono farlo con l’aiuto dei loro figli, in modo che possano osservare e rendersi conto di quanto sia delicata la cura che bisogna fornirgli.

L’obiettivo di questo è che i bambini possano farlo, in futuro, senza l’aiuto dei genitori. Allo stesso modo, ai bambini possono essere affidati compiti semplici, come l’alimentazione.

Tuttavia, i genitori dovrebbero ricordare o chiedere loro se l’animale ha mangiato. Finché non arriva il giorno in cui si ricordano di dare da mangiare all’animale al momento giusto, senza bisogno di un promemoria.

2. Fa sì che i bambini acquisiscano nuove conoscenze

un animale domestico porta un gran numero di benefici

A seconda dell’animale domestico della famiglia, i bambini acquisiranno conoscenze sull’animale. Ad esempio, se hanno una tartaruga impareranno a conoscere quali tipi di tartarughe esistono, di cosa si nutrono, qual è il loro habitat naturale, per quanto tempo vivono e come funziona la loro riproduzione.

Quando crescono con un animale domestico, i bambini possono imparare che anche gli animali soffrono di malattie, hanno freddo e fame proprio come gli umani. Inoltre, possono imparare le diverse fasi della crescita (nascita, riproduzione e morte).

3. Avere un animale contribuisce alla salute dei bambini

Crescendo con cani, gatti o animali che hanno il pelo, i bambini possono generare una risposta immunitaria contro i patogeni che causano allergie e asma. La presenza di animali domestici aiuta a ridurre la pressione sanguigna e favorisce una buona salute del cuore.

Gli animali rendono le nostre vite più sane. Questo perché quando li accarezziamo, il nostro corpo inizia a secernere endorfine, neurotrasmettitori che riducono lo stress, l’ansia e la tristezza.

4. Contribuisce al buono sviluppo emotivo dei bambini

avere un animale contribuisce allo sviluppo emotivo dei bambini

La compagnia che l’animale offre ai bambini comporta una buona attitudine e autostima, migliora la fiducia in sé stessi e li fa sentire più sicuri. Con un animale domestico i bambini imparano ad essere empatici, in grado di riconoscere se il loro animale è felice, stanco, triste o calmo.

Imparano anche l’importanza di rispettare gli altri, prendersi cura di loro, accarezzare e condividere. Inoltre, i bambini sono in grado di creare fantasie in cui il loro animale domestico è la parte essenziale della storia, cosa che li rende felici. Questo stimola la loro creatività.

Leggete anche: L’amore non si cerca, si trova

5. Conforta i bambini

A volte vogliamo stare in silenzio e dissipare tutti i nostri dolori. In quei momenti gli animali domestici di solito ci confortano concedendoci il loro amore incondizionato e la loro compagnia silenziosa. Quando ci sentiamo soli, gli animali domestici sono un grande sostegno. La loro compagnia e il loro supporto ci danno la forza per affrontare l’isolamento e la solitudine.

6. Aiuta tutti i membri della famiglia a stare in forma

famiglia con un golden retriever

Se la famiglia ha deciso di adottare un animale molto attivo, come ad esempio un cane, questo aiuterà tutti a stare in forma, perché dovranno giocarci, portarlo a passeggio e correre dappertutto.

Vi consigliamo di leggere anche: Come tenersi in forma nel fine settimana

7. Aiuta a rafforzare il legame familiare

Quando l’animale domestico è incluso nelle attività che fa la famiglia, diventa l’attrazione principale. Ciò dà luogo a momenti speciali e quindi a dà vita a dei bei ricordi.

Animali più adatti alle famiglie

gatto e cane fuori dalla finestra

Avere un animale domestico è una decisione molto importante che non può essere presa alla leggera. Quando si sceglie un animale domestico, è necessario prendere in considerazione: il tempo a disposizione per prendersene cura, il carattere dell’animale e, a seconda dell’età dei bambini, quanto può essere appropriato per il loro sviluppo e la convivenza in casa.

I tipi più comuni di animali domestici sono:

  • Cani. Le razze più raccomandate sono: beagle, boxer, collie, san bernardo, barboncino, schnauzer, tra gli altri.
  • Gatti.
  • Uccelli.
  • Tartarughe.
  • Pesci.
  • Conigli.
  • Criceti.

Riflessione

Se scegliete un cane come animale domestico, tenete presente che ogni volta che tornate a casa ci sarà un essere amorevole che vi aspetta con grande gioia e felicità. Tuttavia, non importa quale animale domestico scegliate, poiché sarà in ogni caso un’esperienza indimenticabile. Lo amerete così tanto che diventerà un altro membro della famiglia.

  • Hall, G. B. C., Szechtman, H., & Nahmias, C. (2003). Enhanced salience and emotion recognition in autism: A PET Study. American Journal of Psychiatry. https://doi.org/10.1176/appi.ajp.160.8.1439
  • Adamle, K., Riley, T., & Carlson, T. (2009). Evaluating college student interest in pet therapy. Journal of American College Health. https://doi.org/10.3200/JACH.57.5.545-548
  • Parthasarathy, V., & Crowell-Davis, S. L. (2006). Relationship between attachment to owners and separation anxiety in pet dogs (Canis lupus familiaris). Journal of Veterinary Behavior: Clinical Applications and Research. https://doi.org/10.1016/j.jveb.2006.09.005