I 17 generi musicali più popolari

Siete dei fanatici della musica? Con il nostro elenco dei generi musicali più popolari, imparerete la storia e i principali interpreti di 17 stili da conoscere assolutamente.
I 17 generi musicali più popolari

Ultimo aggiornamento: 09 agosto, 2022

Quando parliamo dei generi musicali più popolari, certamente abbiamo molto da dire. Infatti, ci sono centinaia, se non migliaia, manifestazioni musicali che danno origine a diverse categorie. Alcuni condividono caratteristiche comuni, altri nascono dalla fusione di più generi. Ognuno a sua volta ha le sue divisioni interne, tanto che quando si parla di pop ci si riferisce a più di 50 sottogeneri.

Nonostante questa complessità, in questo articolo abbiamo deciso di elencare i 17 generi musicali più diffusi di oggi. Vi racconteremo la loro storia e le caratteristiche salienti e citeremo alcuni dei principali esponenti. Attraverso questa selezione potrete avere un quadro completo della storia della musica contemporanea e non così contemporanea.

I generi musicali più popolari

Prima di tutto, bisogna sapere che non esiste una divisione ufficiale dei generi musicali. La classificazione è sempre soggettiva e ogni anno nascono nuove alternative che richiedono una nuova categorizzazione. Con questo in mente, vi invitiamo a dare un’occhiata alla nostra lista dei 17 generi musicali più popolari.

1. Rap

Conosciuto in alcuni contesti come hiphop, è uno stile musicale che si è sviluppato negli Stati Uniti tra la fine degli anni ’60 e l’inizio degli anni ’70. Nello specifico, possiamo far risalire la sua nascita al Bronx, a New York City.

Durante gli anni ’80 e ’90, il rap si è diffuso in tutto il paese, riuscendo anche a superare i confini degli Stati Uniti. Tra gli esponenti più importanti delle origini, ci sono The Sugarhill Gang, Cypress Hill e Public Enemy.

Non esiste un solo genere di rap. Al contrario, possiamo distinguere più di 50 sottogeneri di quella che è considerata un’intera cultura.

2. K-pop

Che siate o meno fan di questo stile musicale, avrete di certo sentito parlare del K-pop. Per lo più viene considerato un genere moderno, ma le sue origini risalgono all’inizio e alla metà degli anni ’90. Tuttavia, lo stile è stato identificato per decenni con la musica popolare sudcoreana.

Il K-pop è emerso in Corea attingendo da stili diversi, come rock, jazz, rap, reggae, musica elettronica e ovviamente pop. Durante i primi anni 2000 questo genere è diventato molto famoso in tutto il mondo.

Come sottolinea l’International Federation of the Phonographic Industry (IFPI), oggi il K-pop è uno dei generi musicali più popolari al mondo. Tra i suoi esponenti ci sono BTS, Super Junior, Black Pink ed Exo.

3. Rock

Raggruppare tutti i sottogeneri di questa categoria insieme alla semplice etichetta di rock è come cercare di condensare l’intero universo in una biglia. Le sue origini si trovano nel rock and roll, uno stile emerso tra la fine degli anni Quaranta e l’inizio degli anni Cinquanta.

Durante gli anni ’60 e ’70 il genere si è diversificato negli Stati Uniti, a quel punto sono emersi i primi sottogeneri musicali. Tra di essi, possiamo distinguere il rock classico, il folk rock, il jazz rock, il rock psichedelico, il country rock e molti altri.

Dato il gran numero di esponenti importanti, è molto difficile raggrupparli tutti in questo spazio. Solo per citarne alcuni, segnaliamo Elvis Presley, Chuck Berry, The Beatles, Jimi Hendrix, Eric Clapton, Janis Joplin, Pink Floyd, The Doors, The Eagles, David Bowie, Aerosmith, Van Halen, Guns and Roses, Led Zeppelin e molti altri ancora.

4. Musica elettronica

Come per il genere precedente, sotto l’etichetta di musica elettronica sono raggruppati un centinaio di stili musicali con alcune caratteristiche comuni. Possiamo datarne l’inizio parallelamente allo sviluppo dei primi strumenti musicali elettronici. Ovvero, alla fine del 19° secolo.

I primi pezzi di musica elettronica iniziarono a diffondersi in Germania, Francia, Stati Uniti e Giappone. Durante gli anni ’60, ’70 e ’80 lo stile si è affermato come uno dei generi musicali più popolari.

Alcuni dei più grandi interpreti del genere includono Jean-Michel Jarre, Kraftwerk, Autechre, Daft Punk, Boards of Canada, The Orb e The Black Dog, tra molti altri. Tra i sottogeneri citiamo disco, techno, musica trance, drum and bass, downtempo e molti altri.

5. Pop

La musica pop è un altro dei generi musicali più popolari di tutti i tempi. I suoi inizi si ritrovano negli anni 1950 e 1960. Solo che in quegli anni, le parole pop e rock erano sinonimi. Alla fine del 1960 i due generi iniziano ad essere percepiti come due stili differenti.

Forse la caratteristica principale di questo genere è che è orientato ad un vasto pubblico. A differenza degli altri generi, che prendono di mira un gruppo o una cultura specifici, il pop è sempre stato poco selettivo per quanto riguarda il pubblico.

Quando si parla di pop, è indispensabile citare i nomi di Michael Jackson e Madonna, conosciuto come il Re del Pop e la Regina del Pop. Sebbene sia sempre stato popolare, dagli anni 2000 si è affermato come uno dei generi in più rapida crescita.

Musica classica su un giradischi.
Molti generi musicali hanno avuto origine alla fine del XIX secolo.

6. Indipendente

La musica indipendente non è un genere in sé e per sé, poiché da sola comprende tutti i generi della nostra lista. Si tratta però di una categoria che viene usata frequentemente per descrivere le produzioni che si discostano dalle grandi etichette discografiche, dalle intenzioni commerciali, dal mercato e che danno piena libertà agli artisti.

Tra i sottogeneri, ci sono il pop indipendente, il rock indipendente e molti altri. Praticamente tutti gli stili musicali sono nati come indipendenti, poiché soddisfacevano uno o più dei criteri citati. Il genere indipendente, anche conosciuto come indie, sta emergendo come alternativa per chi vuole fare musica per vocazione artistica senza aspirare a grandi riconoscimenti commerciali.

7. Musica classica

Non potremmo fare un elenco dei generi musicali più popolari senza fare riferimento alla musica classica. Ha le sue origini nella musica liturgica, anche se in seguito si è spostata verso uno stile più secolare.

Si distinguono diverse correnti, come la musica classica del Rinascimento, il romanticismo, il barocco, il classicismo. Le produzioni attuali sono conosciute come musica classica contemporanea.

Vivaldi, Bach, Hayden, Mozart, Beethoven, Rossini, Schubert, Chopin, Liszt, Wagner e Brahms sono solo alcuni dei nomi che vengono in mente pensando a questo genere. È il seme di tutti gli stili musicali che possiamo ascoltare oggi.

8. Country

La musica country è il genere precursore del rock e di altri generi che vengono associati alla cultura americana. Ha le sue origini nei primi anni ’20 del secolo scorso. Alcuni la classificano come musica popolare e altri come musica country.

James Gideon, John Carson, Jimmie Rodgers e Cliff Carlisle sono alcuni dei principali esponenti di questo genere. Altri artisti che hanno guadagnato fama internazionale suonando country sono Johnny Cash, Patsy Cliney e Jim Reeves. Oggi questo stile è ascoltato in tutto il mondo, anche se maggiormente negli Stati Uniti.

9. Metal

Tecnicamente, il metal, noto anche come heavy metal, è un sottogenere della musica rock. Data la sua importanza, trascendenza, caratteristiche e l’infinità di gruppi che lo suonano, vale la pena inserirlo in una sezione a parte del nostro elenco dei generi musicali più popolari di tutti i tempi.

Tra le principali caratteristiche del metal, ricordiamo i ritmi pesanti e i lunghi assoli di chitarra elettrica. Come sottogenere del rock, è emerso a metà degli anni ’60 e si è affermato negli anni ’70 e ’80. Band come Led Zeppelin, Black Sabbath, Judas Priest, Iron Maiden e Motörhead sono alcuni degli esponenti di questo stile.

10. Folk

La musica popolare, detta anche folk, racchiude una serie di stili legati alle tradizioni dei paesi rurali. Il termine folk è stato coniato negli Stati Uniti ed è una variante della locuzione tedesca volk, che definiva le persone semplici o ignoranti.

All’inizio, la musica folk comprendeva tutti gli stili musicali che venivano suonati nelle aree rurali. Il banjo, il violino, il contrabbasso e la chitarra sono gli strumenti preferiti di questo genere. Certo, oggi si è evoluto al punto che alcuni artisti usano strumenti elettrici e persino sintetizzatori.

La musica folk abbraccia tutti gli stili musicali dei popoli tradizionali. Pertanto, è anche chiamata musica tradizionale. Questa categorizzazione è un problema, perché molte manifestazioni non sono strettamente correlate tra loro.

11. Flamenco

Il flamenco non è né un genere musicale né uno stile. La sua storia e le sue peculiarità vanno oltre queste categorie, tanto che i suoi fan, precursori ed esponenti la considerano una cultura.

Le sue origini si ritrovano in Spagna, in particolare nel sud della penisola. L’ipotesi più accreditata è che la sua nascita sia avvenuta alla fine del Settecento.

La voce, la chitarra e la danza del flamenco lo hanno fatto distinguere da altri generi musicali più popolari. Troviamo anche diversi sottogeneri al suo interno, come nel caso del toná. Dal 2010, l’UNESCO considera il flamenco Patrimonio Culturale dell’Umanità.

12. Jazz

Il jazz nasce all’interno della comunità afroamericana di New Orleans, in Louisiana, negli Stati Uniti. Muove i primi passi verso la fine del 19° secolo, ma si consolida ed espande durante i primi due decenni del 20° secolo. L’improvvisazione è una delle caratteristiche principali del jazz.

Con il passare degli anni, il genere ha aggiunto nuovi riferimenti fino alla formazione di più di 50 diversi sottogeneri. Tra questi, hard bop, cool jazz, gypsy jazz, bebop, cape jazz e modal jazz, e molti altri. Gene Krupa, Benny Goodman, Eddie Condon, Ella Fitzgerald, Billie Holiday, Louis Armstrong e Ray Charles sono i principali esponenti.

13. Salsa

La salsa è un genere solitamente classificato come musica latina, tanto da essere spesso confuso con altri, come merengue, mambo, guaracha, bachata, son e decine di generi latinoamericani. È anche conosciuta come musica da ballo, con diversi sottogeneri, come salsa hard, salsa romantica e timba.

Le sue origini si possono ricercare in una combinazione di ritmi caraibici e afroamericani, anche se negli anni ha attinto da culture diverse fino a consolidare uno stile molto particolare. Alcuni dei suoi principali esponenti sono Joe Cuba, Marc Anthony, Héctor Lavoe, Tito Nieves, Johnny Pacheco, Oscar De León, Rubén Blades, Willie Colón e Celia Cruz.

Genere popolare di musica salsa.
Gli artisti cubani sono tra i maggiori esponenti della salsa.

14. Blues

Il blues è un genere musicale che ha le sue origini nel sud degli Stati Uniti a metà degli anni ’60 dell’Ottocento.

Nasce nelle comunità di lavoro della popolazione afroamericana. Il blues è la base su cui sono stati costruiti altri generi, come il jazz, il rock o la musica country.

Come con la maggior parte degli stili, il blues comprende dozzine di varianti che rendono impossibile identificare tutti i suoi esponenti con gli stessi criteri. Tuttavia, vale la pena citarne alcuni, tra cui Robert Leroy, Riley Ben King, Willie Dixon e Albert King.

15. Reggaeton

Il reggaeton è uno dei generi più di successo della musica latinoamericana dall’inizio del 21° secolo. La sua origine risale alla metà degli anni ’90, con influenze che provengono dal reggae e dal rap. Porto Rico è considerata la culla del reggaeton.

Per quanto riguarda gli artisti, Daddy Yankee è stato uno dei pionieri. Ha persino dato il nome a questo stile musicale in una delle sue canzoni. Tra gli altri interpreti ci sono Tego Calderón, Don Omar, Héctor & Tito, Nicky Jam, Wisin & Yandel.

16. Reggae

Lo stile musicale sviluppato in Giamaica a metà degli anni ’60 è un’evoluzione del rocksteady, un altro genere emerso nell’isola caraibica. Alcuni dei suoi esponenti più noti sono Bob Marley, Johnny Nash, Prince Buster, Desmond Dekker, Peter Tosh e Bunny Wailer, tra gli altri.

Esistono molti sottogeneri di questo stile musicale, ma tutti condividono delle caratteristiche comuni. Il reggae è strettamente legato al movimento Rastafari, al punto che questi due termini vengono spesso confusi. Dal 2018 l’ UNESCO lo considera Patrimonio Culturale dell’Umanità.

17. Punk

Conosciuto anche come punk rock, è un genere musicale sviluppatosi tra la metà e la fine degli anni 1970. All’inizio, le differenze con il rock erano molto sottili. Con il passare del tempo ha acquisito una propria personalità, fino a consolidarsi come genere vero e proprio.

Tra le band più emblematiche ci sono Ramones, Sex Pistols, The Clash, The Dammed e The Dead Boys. Il punk è stato associato a un’intera cultura (o controcultura, per essere più precisi), che ha portato a quello che è noto come il movimento punk. Nonostante sia uno stile che ha subito alti e bassi, è ancora oggi uno dei generi musicali più popolari.

Ci sono molti altri generi musicali fuori dalle classifiche

Se volessimo fare una menzione d’onore per citare dei generi che non abbiamo inserito nella nostra lista, sicuramente dovremmo parlare della musica trap (che ha guadagnato grande popolarità negli ultimi anni), il soul, l’ house, il funk e la musica sperimentale. Ogni anno emergono nuovi stili, così come reinterpretazioni di generi precedenti. Un elenco completo accoglierebbe centinaia e centinaia di stili, ma avrebbe bisogno di essere aggiornato costantemente.

Potrebbe interessarti ...
Cosa sarebbe il nostro mondo senza arte e cultura?
Vivere più sani
Leggi in Vivere più sani
Cosa sarebbe il nostro mondo senza arte e cultura?

Avete mai immaginato come sarebbe il mondo senza arte e cultura? Lo abbiamo fatto noi: scoprite come ci influenzerebbe una tale realtà.