Il sedano: alimento ideale per depurare i reni

· 15 marzo 2016

Il sedano è un alimento molto valorizzato oggigiorno, non solo per la sua versatilità in cucina, ma anche grazie ai suoi principi terapeutici.

Questa verdura, ricca di “acqua biologica”, nasconde nel suo verde un apporto di minerali, vitamine, bioflavonoidi e enzimi che favoriscono sopratutto la salute dei reni.

Non possiamo dimenticare, inoltre, che il sedano è considerato uno dei migliori diuretici vegetali esistenti, essenziale per eliminare le sostanza di scarto che tendono ad accumularsi nei reni e che ci fanno ammalare.

Oggi vogliamo parlarvi dei suoi molteplici benefici e spiegarvi come integrarlo ogni giorno nella vostra dieta, per godere di una migliore salute in generale e, soprattutto, dei reni. Prendete nota?

Prendersi cura dei reni con il sedano: un’ottima idea

donna mangia sedano crudo

Il sedano è un buon mineralizzante per i reni

Molte persone ricorrono agli integratori in vendita in farmacia per sopperire alla carenze che a volte soffriamo e che si traducono in stanchezza, malessere, ritenzione idrica e un sistema immunitario debilitato.

In realtà, molte di queste necessità potrebbero essere soddisfatte aumentando il consumo quotidiano di frutta e verdura fresca. Il sedano può rimineralizzare l’organismo, disintossicarlo e, inoltre, depurare il sangue, tre cose fondamentali per godere ogni giorno di buona salute.

  • Il sedano appartiene alla stessa famiglia del prezzemolo e del finocchio. Sono tipi di apiacee che, per il loro sapore e le loro proprietà, favoriscono il buon funzionamento del fegato e dei reni.
  • Il sedano è composto principalmente da acqua, ma le sue quantità di vitamine e minerali lo trasformano in un alimento medicinale davvero interessante:
    • Vitamine B1, B2, B6 e B 9.
    • Beta-carotene, come la provitamina A e la vitamina E.
    • Vitamina C.
    • Calcio.
    • Zinco.
    • Potassio.
    • Magnesio.

Vogliamo anche ricordarvi che il nostro organismo necessita di un adeguato equilibrio tra sodio e potassio, facendo sempre attenzione a non eccedere nel consumo del sale (il sale è composto per il 40% di sodio).

In questo caso, grazie al sedano, combatteremo la ritenzione idrica poiché contiene 3 parti di potassio per ogni parte di sodio.

Leggete anche: Rimedi naturali per curare l’infiammazione dei reni

L’importanza delle fibre per la salute dei reni

Un altro dato interessante è che il sedano è ricco di fibre, essenziali non solo per prevenire la stitichezza o la dispepsia, ma anche per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue e mantenere sotto controllo la glicemia.

Gli elevati livelli di colesterolo in un organismo ne peggiorano la circolazione. Se questa non è ottimale, i reni devono sforzarsi più del dovuto e lavorare di più, cosa che a lungo andare li danneggia.

Il colesterolo è pericoloso, e non va sottovalutato.

Il sedano ci aiuta a combattere le infezioni urinarie

Il sedano contiene un olio essenziale formato da apiolo, limonene, psoraleni e apina, oltre a flavonoidi come l’apigenina e la letolina. Questi composti hanno i seguenti benefici:

  • Combattono le infezioni delle mucose delle vie urinarie.
  • Disinfiammano.
  • Sono antiossidanti, antimicotici e anticancerogeni.

Il sedano riduce la pressione arteriosa

Per godere di una migliore salute dei reni, è necessario controllare due fattori: il colesterolo e la pressione arteriosa. Come vi abbiamo detto all’inizio, il sedano ci aiuta a equilibrare il colesterolo, ma ci permette anche di tenere sotto controllo l’ipertensione.

Scoprite I numerosi benefici di una mela verde al giorno

  • Il sedano dispone di bioelementi capaci di bloccare l’attività dell’enzima che produce le catecolamine (ormoni dello stress), che aumentano la nostra pressione arteriosa.
  • Assumendo due gambi di sedano al giorno, riuscirete a ridurre l’ipertensione.

Frullato al sedano per prendersi cura dei reni

frullato al sedano

Ingredienti

  • 1 gambo di sedano
  • 1 mela
  • 1 cucchiaino di prezzemolo (5 gr)
  • 1 cucchiaino di menta fresca (5 gr)
  • 1 bicchiere d’acqua (200 ml)

Leggete anche: Perché fa bene bere acqua tiepida a digiuno

Preparazione

  • La prima cosa che dovete fare sarà lavare la mela e il sedano. Per quanto riguarda la mela, potete pelarla oppure frullarla con la buccia. Se è biologica, è bene che usufruiate dei nutrienti contenuti nella sua buccia. In qualsiasi caso, non dimenticate di togliere i semi.
  • Tagliate a pezzi sia la mela che il sedano.
  • Tritate un po’ il prezzemolo e la menta fresca. In questo modo, riuscirete ad usufruire al massimo dei loro oli essenziali mentre si frullano, e darete alla vostra bevanda un sapore deciso, che ottimizzerà inoltre il funzionamento dei reni.
  • Frullate il tutto fino a quando non avrete ottenuto un composto verde ed omogeneo. Il risultato è davvero fantastico!
  • L’ideale è assumerlo 3 volte a settimana, a colazione. Noterete il suo effetto diuretico ed antinfiammatorio, che si prenderà cura della salute dei vostri reni.

Vale la pena provarlo!

Guarda anche