Iniziare una relazione con una persona ferita

· 19 settembre 2018
Il problema di iniziare una relazione con una persona ferita, psicologicamente parlando, è che è possibile che, quando guarisce, ci lasci e di conseguenza siamo noi a rimanere malconci

Vi sentite attratti da una persona ferita che ha ancora il cuore spezzato? Ci sono persone che tendono a convertirsi in salvatrici.

Sono attratti da chi ha bisogno di qualcuno per guarire.

Tuttavia, non sono consapevoli del rischio che corrono quando si buttano a capofitto in una relazione con una persona ferita.

Dopo una rottura, è normale avere bisogno di tempo per stare da soli e riflettere.

Complesso da guaritori

Consolare la fidanzata

Avere un complesso da guaritori spinge ad occuparsi di qualsiasi persona possa avere bisogno del nostro aiuto.

Una persona ferita da una relazione tossica, dalla violenza, umiliata. Qualcuno che non sapeva amare e che accogliamo come se non potesse badare a se stessa.

Leggete anche: Cosa accade quando si chiude una relazione tossica

Cerchiamo di guarire le sue ferite, nella speranza di vedere dei miglioramenti.

Vi riconoscete con il profilo appena descritto? Se avete un complesso da guaritori, forse i motivi sono i seguenti:

  • I vostri genitori non sapevano come soddisfare i vostri bisogni fondamentali da bambini o darvi l’amore e l’attenzione di cui avevate bisogno. Per compensare ciò, date agli altri ciò che vi è mancato.
  • I vostri partner erano tutti molto autoritari e aggressivi, quindi considerate le persone più vulnerabili e danneggiate dagli altri come possibili partner perfetti. Passate da un opposto all’altro.
  • Fin dalla prima infanzia avete vissuto assecondando gli altri, quindi siete a vostro agio nel prendervi cura di qualcuno e nel dargli tutto ciò di cui ha bisogno.
  • A causa della paura dell’abbandono e del rifiuto, credete che così facendo, l’altro vorrà stare con voi. Pensate che il vostro modo di agire farà sì che il favore venga ripagato.

Come avete visto, l’atteggiamento di accogliere una persona ferita senza concedergli il tempo di star sola e riflettere è il risultato di una difficile esperienza vissuta sulla propria pelle.

Tuttavia, spesso si dimentica un aspetto fondamentale: alla fine, sarete voi a rimanere feriti.

Quando la persona ferita rinasce

Rottura di coppia

Potremmo quasi dire che è una costante e che la persona ferita finirà per rinascere e andrà avanti grazie alla cura del suo guaritore.

Tuttavia, cosa succede quando una persona ferita rinasce? Prende il volo e se ne va, lasciando colui che si è preso cura del suo dolore solo e abbandonato.

Questa situazione lascia la persona guaritrice distrutta. Non solo perché ha dato tutto per qualcuno che era danneggiato, ma perché, quando questo se ne va, cosa gli rimane?

Leggete: Il costo psicologico del dare tutto in una relazione

Oltre a dover raccogliere i vostri cocci, dovrete recuperare la vostra dignità. Ma soprattutto, affrontare le vostre paure più profonde: la solitudine, l’abbandono, l’umiliazione di non essere scelti.

L’aspetto più curioso è che penserete che quella persona è ingrata. Tuttavia, non esiterete a dare una mano alla prossima persona ferita incontrata lungo la strada e a ricominciare una relazione.

Ognuno deve salvare se stesso

Persona tossica

Le persone che agiscono in questo modo pensano di ottenere qualcosa di positivo. Tuttavia, privano l’altro della possibilità di affrontare da solo il loro dolore.

Non possiamo salvare gli altri. Ciò impedirà loro di rafforzarsi e di scoprire che possono ricomporsi e che non hanno bisogno di nessuno che combatta le loro battaglie.

Iniziare una relazione con una persona ferita significa correre un grande rischio. Il rischio che, quando sarà guarita, se ne vada.

Bisogna evitare di iniziare una relazione con una persona ferita, che si sente incompleta. Affinché si crei un legame sano, entrambi i membri di una coppia devono aver risolto i propri problemi.

In caso contrario, la relazione non avrà futuro e ci provocherà molta sofferenza.

Guarda anche