Dolore al cuoio capelluto: 6 possibili cause

9 Novembre 2019
Il cuoio capelluto è una barriera fisica nonché un isolante termico che agisce contro qualunque agente esterno che possa danneggiare la nostra testa. Oggi vi sveliamo come alleviare il dolore al cuoio capelluto.

Provate spesso dolore al cuoio capelluto? Se sì, oggi vi sveliamo 6 possibili cause. Sappiamo tutti che il cuoio capelluto è lo strato di pelle che riveste e protegge il cranio dell’essere umano. È costituito principalmente da vasi sanguigni, pelle, bulbi piliferi e capelli.

Grazie ai diversi strati di cui è composto, esso è in grado di agire da barriera fisica e da isolante termico, con il compito di proteggere il nostro sistema immunitario.

Tuttavia, è anche la zona maggiormente esposta all’aggressione degli agenti esterni e può, quindi, essere oggetto di disturbi che possono essere alleviati con le giuste cure.

Vi sarà capitato, alcune volte, di sentire un fastidio, una particolare sensibilità o persino dolore al cuoio capelluto, anche senza aver raccolto i capelli durante la giornata.

Vi siete mai chiesti cosa significa e come evitarlo? In questo articolo troverete le risposte che cercavate. Pronti? Via!

Dolore al cuoio capelluto: a cosa è dovuto?

Il cuoio capelluto è ricchissimo di terminazioni nervose che si trovano alla radice dei bulbi piliferi e che, per quanto siano incaricate di proteggere la nostra testa, possono danneggiarsi facilmente.

I motivi della sua sensibilità possono essere dovuti a diverse cause, tra cui:

1. Una dieta non bilanciata

Donna nota la caduta dei propri capelli

Una dieta squilibrata comporta la carenza di vitamine e minerali necessari a nutrire e preservare lo stato del cuoio capelluto.

Di fatto, le carenze nutrizionali possono portare a una di disturbi piliferi che interessano sia l’estetica che il benessere. Tra essi abbiamo:

  • Ipersensibilità
  • Caduta dei capelli
  • Forfora
  • Dermatite

Vi consigliamo, pertanto, di seguire una dieta bilanciata e di bere acqua a sufficienza durante l’arco della giornata, in modo che il cuoio capelluto ottenga facilmente la forza di cui ha bisogno.

Leggete anche: L’alimentazione adatta a seconda della forma del corpo

2. L’utilizzo di uno shampoo sbagliato, tra le possibili cause del dolore al cuoio capelluto

Lo shampoo è una delle cause principali di ipersensibilità del cuoio capelluto.

Questo prodotto contiene alla base dei detergenti aggressivi che possono danneggiare lo strato protettivo del cuoio capelluto.

Quando questo strato risulta alterato, le cellule si infiammano e aumenta la vulnerabilità alla secchezza e alle irritazioni.

Allo stesso tempo, i prodotti chimici a uso cosmetico, i saponi, l’acqua e alcuni medicinali, possono anch’essi danneggiarlo.

Vi raccomandiamo l’uso di shampoo neutri, dato che questi contengono una minore quantità di detergenti aggressivi e permettono quindi ai vostri capelli di rimanere puliti e al vostro cuoio capelluto di mantenersi in salute.

3. L’esposizione agli agenti climatici

Donna che pettina i capelli

L’esposizione al sole, alla pioggia, al freddo, al calore, al vento e persino l’inquinamento, possono danneggiare la salute del cuoio capelluto.

Per proteggerlo, vi consigliamo di utilizzare un cappello prima di uscire da casa; ciò vi offrirà una maggiore protezione con pochissimo sforzo.

4. Stress e dolore al cuoio capelluto

Le situazioni che comportano stress si riflettono automaticamente sulla salute dei capelli e del cuoio capelluto.

Di fatto, esistono diversi studi che mettono in relazione la costante esposizione a stress e problemi come l’eccessiva perdita di capelli. Tuttavia, questo tipo di caduta non è permanente ed è reversibile.

Fate un respiro ogni volta che potete, distraetevi con l’attività che preferite. Esso non solo apporterà specifici benefici per il vostro problema, ma vi farà anche rilassare in modo incredibile.

5. I capelli raccolti

Donna che si pettina i capelli rossi

Ogni volta che raccogliete i vostri capelli, è alquanto probabile che li tiriate, facendo sì che il vostro cuoio capelluto ne soffra.

Di conseguenza, non solo potreste avere problemi di perdita di capelli, con il tempo, ma noterete anche una particolare sensibilità alla testa.

Per questo, vi consigliamo di evitare di raccogliere sempre i capelli, soprattutto durante la notte.

Lasciarli sciolti è la cosa migliore, o per lo meno non stringere e non tirare troppo i capelli quando fate la coda.

Può interessarvi anche: Maschere all’olio: eccone 4 fantastiche per i capelli

6. L’uso di piastra e asciugacapelli

Evitateli quando potete! L’uso costante di questi apparecchi danneggia pesantemente la salute del cuoio capelluto.

Al loro posto, utilizzate delle creme che vi aiutino a modellare i capelli senza il bisogno di dover applicare il calore.

Ulteriori consigli

Donna che si massaggia il cuoio capelluto

Se volete una cute sana e forte è importante che utilizziate oli naturali e maschere che gli donino tutti i nutrienti di cui ha bisogno, come:

Potete anche mettere in pratica i seguenti consigli:

  • Bevete almeno 1,5 litri di acqua al giorno, per migliorare notevolmente il vostro stato di salute generale.
  • Massaggiate la cute con costanza per stimolare la circolazione sanguigna e alleviare il fastidio al cuoio capelluto rafforzando le sue difese.

Se avete provato tutti i consigli che vi abbiamo dato, senza risultati, è importante che vi rivolgiate a un dermatologo di fiducia.

Lo specialista vi prescriverà gli esami necessari per diagnosticare il problema e i farmaci necessari per il trattamento del disturbo.