Integratori alimentari per la gravidanza e l'allattamento

Tutte le fasi della gravidanza (il periodo preconcezionale, la gestazione e l'allattamento) presentano specifici fabbisogni nutrizionali. Gli integratori alimentari aiutano a soddisfarli.
Integratori alimentari per la gravidanza e l'allattamento

Ultimo aggiornamento: 12 giugno, 2021

Gli integratori alimentari per la gravidanza e l’allattamento contribuiscono al mantenimento di uno stato di salute adeguato della madre e del feto. È stato dimostrato che l’alimentazione della madre è determinante per il corretto sviluppo del feto.

Condizioni nutrizionali adeguate prevengono un gran numero di problemi che possono presentarsi durante le fasi del preconcepimento, della gestazione e dell’allattamento.

Al giorno d’oggi, dunque, accade molto spesso che lo specialista consigli di assumere degli integratori alimentari. Questi integratori sono specifici per ognuno dei periodi citati in precedenza: il preconcepimento, la gestazione e l’allattamento.

La nutrizione durante il preconcepimento

La nutrizione della madre nel periodo del preconcepimento influisce in misura significativa sulla fertilità e sulla fase iniziale della gravidanza. La crescita del feto è strettamente legata alle condizioni nutrizionali della madre.

La donna che desidera rimanere incinta deve rivolgersi al medico, così che lo specialista possa valutare lo stato di salute e consigliare l’integratore alimentare adatto se necessario.

Il consumo di acidi grassi omega-3 a catena lunga, in particolare l’acido eicosapentaenoico (EPA) e docosaesaenoico (DHA), contribuiscono a una buona salute generale. Favoriscono la corretta attività di cuore, polmoni, sistema immunitario es endocrino, come afferma un articolo pubblicato su Annual Review of Food Science and Technology.

Integratori alimentari per la gravidanza: test di gravidanza.
Prima che si possa disporre di un test di gravidanza positivo, lo stato nutrizionale della madre sta già intervenendo nella gestazione.

Integratori alimentari per la gravidanza

Alcuni studi indicano che è utile introdurre nella dieta della gestante degli integratori alimentari. Questi integratori comprendono nutrienti come l’acido folico, la vitamina B12, il ferro, lo iodio e altri micronutrienti, come le vitamine e i minerali.

Acido folico (vitamina B9) e vitamina B12

Queste vitamine sono essenziali per il corretto sviluppo cellulare. L’acido folico agisce fin dall’inizio della gravidanza: di conseguenza, si consiglia di assumerlo dal momento in cui si decide di rimanere incinta.

È stato dimostrato che il consumo di questo micronutriente riduce il rischio di problemi allo sviluppo del sistema cognitivo del bambino, come, per esempio, i difetti del tubo neurale.

Iodio

Durate i nove mesi della gravidanza aumenta il fabbisogno di iodio, che è legato a una crescita corretta e allo sviluppo cognitivo del feto.

Se non si mantengono livelli adeguati di questo minerale, è possibile che il bambino soffra di ipotiroidismo congenito.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Lo iodio: un minerale essenziale per l’organismo

Ferro

In gravidanza si assiste a un notevole aumento del fabbisogno di ferro; di conseguenza, si consiglia l’assunzione abituale di integratori. In questo modo è possibile sia soddisfare le necessità della madre che fornire al bambino l’apporto adeguato. Il ferro è un minerale molto importante, perché interviene nel trasporto di ossigeno alle cellule.

Acidi grassi omega-3

Si tratta di nutrienti essenziali per l’organismo. Il DHA contribuisce allo sviluppo cerebrale, visivo e oculare del bambino. Inoltre, esistono evidenze secondo le quali questo tipo di lipidi è in grado di migliorare la salute cardiovascolare della madre e del bambino.

Vitamina D

La vitamina D è importante perché contribuisce alla crescita adeguata e al corretto sviluppo delle ossa dei bambini. Durante la gravidanza, è necessario mantenere nella madre livelli adeguati di vitamina D, per fare sì che il calcio possa essere assorbito e consentire un corretto sviluppo osseo.

Quali sostanze sono presenti negli integratori alimentari per l’allattamento?

Durante l’allattamento, le necessità nutrizionali sono destinate a cambiare, diventando più esigenti rispetto a quelle che caratterizzano la fase della gestazione. Il bambino si alimenta ricevendo la maggior parte dei nutrienti essenziali dalla madre, attraverso il latte.

Per questa ragione, è necessario somministrare gli integratori adeguati per questi fabbisogni. Tra i nutrienti presenti negli integratori alimentari per il periodo dell’allattamento troviamo i seguenti:

Acido folico (vitamina B9)

Durante l’allattamento, i livelli di vitamina B9 della madre possono diminuire, dal momento che una parte passa al latte materno. L’acido folico contribuisce a ridurre la stanchezza e la fatica.

Vitamine A e D

Il latte materno è la fonte migliore di vitamina A e D. La vitamina D contribuisce all’assorbimento e all’assimilazione del calcio. L’apporto di vitamina D nel latte materno dipenderà dai livelli di vitamina D della madre.

Allattamento.

Iodio

La donna che allatta ha bisogno di una quantità quasi doppia di iodio, per garantire al bambino l’apporto necessario.

Calcio e ferro

Il fabbisogno di calcio e ferro da parte della madre durante l’allattamento subisce un notevole incremento. Il ferro interviene nella formazione dei globuli rossi e dell’emoglobina.

Acidi grassi omega-3

Si tratta di nutrienti essenziali per l’organismo. Il DHA contribuisce al normale sviluppo del cervello e degli occhi del lattante. Inoltre, questo nutriente previene l’insorgenza di stati infiammatori.

Gli integratori alimentari per la gravidanza sono validi alleati

Gli integratori alimentari per la gravidanza e l’allattamento sono specificamente formulati per soddisfare i fabbisogni specifici di ognuna di queste fasi.

Non bisogna limitarsi a prendersi cura della propria salute durante la gestazione, è bene adottare le giuste misure prima del concepimento. Ogni persona presenta bisogna diversi, dunque va consultare il medico per avere chiarimenti in merito al proprio caso.

Potrebbe interessarti ...
Acido folico in gravidanza: 3 consigli per assumerlo
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Acido folico in gravidanza: 3 consigli per assumerlo

I medici consigliano di iniziare a consumare integratori di vitamina B9. Ma sapete come ingerire acido folico in gravidanza?



  • Shahidi F., Ambigaipalan P., Omega 3 polyunsaturated fatty acids and their health benefits. Annu Rev Food Sci Technol, 2018. 9: 345-381.ç
  • Valentin M., Mazeau PC., Zerah M., Ceccaldi PF., et al., Acid folic and pregnancy: a mandatory supplementaion. Ann Endocrinol, 2018. 79 (2): 91-94.
  • Back M., Hansson GK., Omega 3 fatty acids, cardiovascular risk and the resolution of intlammation. FASEB J, 2019. 33 (2): 1536-1539.