Sapevate che l’ira repressa danneggia il fegato?

28 giugno 2016
Il problema dell'ira repressa è che molte persone non sono coscienti di soffrirne e non relazionano il malessere fisico alle emozioni.

Secondo la medicina tradizionale cinese, le emozioni represse si ripercuotono sui nostri organi. Nel caso dell’ira, è il fegato a soffrirne le conseguenze.

In questo articolo tratteremo questo argomento e vi parleremo di alcuni rimedi per equilibrare il fegato in modo naturale.    

Come influiscono su di noi le nostre emozioni?

donna con mal di collo ira repressa

Proviamo emozioni di ogni tipo, negative e positive, che si presentano come reazioni alle situazioni che viviamo in famiglia, sul lavoro, ecc.

Ciò nonostante, chi prova emozioni molto intense di continuo o di frequente, che magari caratterizzano il proprio carattere o una fase difficile che si sta attraversando, corre il rischio di soffrire gravi conseguenze a livello fisico.

Le emozioni che possono danneggiarci sono:

  • Allegria, quando è esagerata: cuore
  • Ira: fegato
  • Preoccupazioni, ossessioni: milza
  • Tristezza: polmoni
  • Paura: reni

Queste conseguenze si ripercuotono sulla nostra salute fisica e danno luogo a malessere e dolori che, a lungo andare, si trasformano in malattie croniche. Lo squilibrio di qualsiasi organo provoca una disarmonia che colpisce, di conseguenza, tutti gli altri.  

Leggete anche: 5 frullati per prendersi cura di fegato e pancreas

Il fegato e l’ira repressa

pugno chiuso sintomo di ira

Ci sono persone sensibili che sentono che l’ira repressa causa loro pressione al petto o bruciore. Queste sensazioni sono quelle che, poco a poco, colpiscono il fegato, causando un blocco di energie che gli impedisce di realizzare le sue funzioni in maniera corretta.

Molte persone, però, dicono di non soffrire di questo tipo di ira, perché quest’emozione è in loro tanto repressa da non esserne coscienti. Ci sono molte altre emozioni negative che possono essere inglobate nella stessa categoria:

  • Risentimento
  • Frustrazione
  • Irritabilità
  • Amarezza
  • Rancore
  • Ansia

I primi indizi

Se cominciate a soffrire di qualcuno di questi problemi o disturbi, sappiate che sono relazionati con il fegato e, pertanto, con l’ira repressa:

  • Cattiva digestione dei grassi
  • Insonnia dall’1 alle 3 del mattino
  • Dolore sotto le costole del lato destro o, alla stessa altezza, nella parte destra della schiena
  • Problemi di vista
  • Zampe di gallina
  • Pelle giallastra
  • Macchie scure sul viso

Bisogna tener conto che nei problemi al fegato influisce anche la genetica, le cattive abitudini, lo stress, ecc.  

Ciò nonostante, quando parliamo di genetica, è anche importante rendersi conto fino a che punto stiamo adottando cattive abitudini oppure imitando lo stile di vita dei nostri familiari.

Esserne consapevoli

Il primo passo per trattare qualsiasi problema di salute in modo olistica è prendere coscienza riguardo l’origine del problema, così come di tutti i fattori che influiscono sullo stesso.

In questo caso è fondamentale imparare ad analizzare le nostre reazioni alle emozionisia quelle che esterniamo sia quelle che reprimiamo.

L’ira repressa è difficile da individuare fino a quando non ci si rende conto che sta danneggiando la nostra salute. Quando questo succede, si presta poi più attenzione alle situazioni che si vivono ogni giorno e che provocano in noi reazioni di rifiuto.

Essenze floreali

fiori di Bach per combattere l'ira repressa

Possono essere di grande aiuto i fiori di Bach, tra i quali ne ricordiamo alcuni davvero utili per imparare ad affrontare in modo adeguato queste emozioni e a gestirle bene:

  • Agrimonia: questa essenza floreale ci aiuta ad esternare le emozioni represse. Bisogna tener conto che, inizialmente, potrebbe risultare sgradevole rendersi conto che si reagisce in un determinato modo alle emozioni negative, poiché non si è abituati.
  • Agrifoglio: questa pianta ci aiuta nei casi di ira, invidia, gelosia e altri sentimenti negativi in generale.
  • Salice: Per chi prova risentimento o amarezza, per le persone con tendenza a rimuginare, ad incolpare gli altri e con atteggiamenti pessimisti.

L’ideale è farsi prescrivere da un esperto del settore i fiori più adeguati al nostro caso, affinché siano più efficaci.

Volete saperne di più? Fiori di Bach per le persone sotto pressione

Calore locale

Un altro rimedio che potrebbe risultare davvero utile per equilibrare il fegato è l’applicazione del calore locale per mezzo di una borsa dell’acqua calda sul fegato, ovvero sopra le costole della parte destra.

Il fegato è un organo che tende a raffreddarsi quando non funziona in modo corretto. In questo modo, lo riscalderemo, cosa che ci aiuterà a combattere l’insonnia, il nervosismo, la vista stanca, ecc.

Potete mettere in pratica questo rimedio ogni sera, prima di andare a dormire, per 15 o 20 minuti.

Guarda anche