Isopraxismo: il linguaggio della seduzione

Conoscete l'isopraxismo? Sapete come può aiutarvi a entrare in connessione con chi vi interessa? Leggete questo articolo per scoprire tutto su questa tecnica.
Isopraxismo: il linguaggio della seduzione

Ultimo aggiornamento: 10 aprile, 2021

Sin dall’alba dei tempi, l’essere umano ha trovato un modo per esprimersi senza l’uso delle parole. L’isopraxismo -o linguaggio della seduzione- rientra in quest’ambito ed è un campo ancora non del tutto esplorato.

La genetica è parte di ognuno di noi, per cui diventa fondamentale per comprendere determinati comportamenti o meccanismi. Il corpo ha un modo tutto suo di comunicare ed è importante imparare a decifrarlo. A seguire analizziamo i messaggi che il corpo è in grado di trasmettere.

Isopraxismo: anche il corpo parla

Anche il corpo è dotato di abilità comunicative. Se non vi trovate a vostro agio in un determinato luogo, probabilmente chi vi circonda lo intuisce dalla vostra postura o dalla vostra espressione.

Non si tratta di un semplice strumento di sopravvivenza della preistoria -come quando un suono strano spingeva l’uomo a fermarsi e a guardarsi intorno- bensì di un modo con cui il cervello promuove la percezione da parte degli altri di determinati comportamenti.

Questo spiega perché con alcune persone riusciamo a creare un legame quasi immediato e a mantenere un buon rapporto, mentre con altre succede esattamente l’opposto.

Non è difficile capire che una persona si trova a disagio durante una conversazione. Possiamo persino percepire se sta ascoltando per pura cortesia, del tutto disinteressata per la conversazione.

Isopraxismo ed empatia.

In che modo l’isopraxismo può aiutarmi a conquistare chi mi piace?

In che modo posso sfruttare queste informazioni a nostro favore per attirare l’attenzione della persona che ci piace? Grazie all’isopraxismo. Questa tecnica consiste nell’essere empatici con l’altra persona, creando una sintonia mediante i gesti e le espressioni del corpo.

Fra tutti, imitare la postura dell’altra persona ci avvicina e favorisce la complicità. In generale, sono gesti che compiamo in modo inconsapevole e naturale, visto che si tratta di una reazione fisica, propria di determinati contesti sociali. Tuttavia, può anche essere un utile strumento nell’arte della conquista.

La spiegazione a questo meccanismo risiede nei neuroni cubelli o neuroni specchio, coinvolti nei comportamenti di imitazione, empatia e sociali.

Potrebbe interessarvi anche: Seduzione: come mantenere viva la fiamma?

Un’arma di conquista

Questa risorsa può essere utilizzata per attrarre un potenziale partner oppure per verificare che si sia creato un legame speciale con una persona.

Osservando due persone agli inizi di una relazione, noteremo che si toccano, che stanno l’una al fianco dell’altra per la maggior parte del tempo e che addirittura assumono posture simili.

Conversazione tra due persone.

Alcuni consigli basati sull’isopraxismo per flirtare con successo sono i seguenti:

  • Mantenere una postura eretta, guardando di fronte ed evitando di chiudere le spalle. Questo consiglio non serve solo a evitare posture scorrette, ma anche a trasmettere sicurezza.
  • Guardare l’altra persona durante la conversazione. Chi distoglie lo sguardo, in genere, è timido, ma anche questo tratto è migliorabile.
  • Inclinarsi un po’ in avanti per esprimere interesse, ma si sconsiglia di toccare l’altro o di invadere il suo spazio personale.

Come capire se l’altra persona è interessata?

Secondo l’isopraxismo, l’altra persona potrebbe nutrire interesse nei nostri confronti se ci guarda negli occhi, se le sue pupille sono dilatate e se inclina il suo corpo verso di noi.

Al contrario, se distoglie lo sguardo, controlla l’orologio continuamente o se la sua postura indica un allontanamento, forse non è attratta da noi.

Tenete a mente che si tratta di affermazioni ipotetiche. Ogni persona è un mondo a sé e così è il suo modo di muoversi nel terreno della comunicazione.

Può darsi che come voi, l’altra persona stia cambiando la propria postura di proposito in modo da farvi credere di non avere alcun interesse nei vostri confronti; oppure potrebbe sentirsi nervosa davanti alla persona che le piace. 

Infine, tenete presente che l’isopraxismo aiuta a fissare dei criteri di valutazione reali su ciò che l’altra persona potrebbe provare senza esprimersi verbalmente. Senza dubbio, aiuterà a comunicare meglio con gli altri.

It might interest you...
Qual è il vero segreto dell’attrazione?
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Qual è il vero segreto dell’attrazione?

Potremmo dire che il segreto dell'attrazione risiede nel nostro circuito neuronale. Esso rende le nostre letture emotive più o meno efficaci.