La calendula e i suoi benefici per la salute

21 giugno 2017
Assunta come infuso o ad uso esterno con pomate, la calendula è una pianta medicinale di grande beneficio che serve ad alleviare diversi disturbi

La calendula è una delle piante medicinali più conosciute per i suoi benefici per la pelle. Essendo un prodotto economico e facile da reperire, è uno dei rimedi naturali più popolari. Ha proprietà cicatrizzanti, curative, riparatrici ed idratanti.

La prima cosa che dovete sapere è che si tratta di una pianta che raggiunge al massimo i 50 cm di altezza. È probabile che la troviate vicino a casa se vivete in campagna. È chiamata anche calendula da giardino o fiore di calendula.

Ha un meraviglioso color arancio vivo che abbellisce i prati all’inizio della primavera fino a metà autunno. Se volete usufruire di questo prodotto anche durante l’inverno, potete far essiccare i fiori freschi.

Basta disporre alcuni rametti di calendula su una superficie piana sotto la luce del sole. Poi, bisogna trasferirli in un recipiente di vetro o una busta di plastica ben sigillata.

Ideale per scottature lievi

Le scottature lievi possono essere molto irritanti e dolorose. Di solito ci si scotta dopo un’eccessiva esposizione al sole senza aver prima applicatola protezione solare. In questo caso, si può applicare sulla pelle un po’ di infuso di calendula a temperatura ambiente o della calendula fresca.

Se avete una pianta di calendula, tagliatene un po’. Poi pestatela insieme al succo naturale della pianta per ottenere una pasta da applicare sulla zona in questione.

Se preferite preparare un infuso, seguite questa ricetta:

Ingredienti

  • 1 rametto di calendula fresca o 1 cucchiaio di calendula essiccata (10 g)
  • 1 tazza di acqua (250 ml)

Preparazione

  • Portate l’acqua ad ebollizione e aggiungete la calendula.
  • Lasciate in infusione a fuoco medio fino ad ebollizione. Poi fate raffreddare.

Quando l’infuso sarà a temperatura ambiente, applicatelo sulla zona dove è presente la scottatura con un batuffolo di cotone pulito.

Riduce l’infiammazione

Avete problemi di dermatite? Soffrite di eruzioni cutanee dolorose? In questo caso potete usare l’acqua di calendula come parte dell’igiene quotidiana.

L’unica cosa che dovete fare è preparare l’infuso di cui vi abbiamo dato la ricetta. Dopo aver pulito l’area interessata, potete applicare l’infuso picchiettando leggermente con un batuffolo di cotone.

Lasciate agire uno o due minuti e poi risciacquate con acqua a temperatura ambiente. In seguito, potete applicare una crema o lozione rinfrescante.

Vi invitiamo a leggere anche: Rimedi naturali per la cura e la prevenzione della dermatite

Protegge la pelle dei neonati

I neonati hanno la pelle molto delicata. Dato che non è pronta a ricevere sostanze chimiche forti, è meglio usare rimedi naturali quando hanno un problema dermatologico.

Il fastidio più comune per cui la calendula risulta molto efficace è il rossore causato dai pannolini o dal sudore.

Dato che la pelle è danneggiata, la cosa migliore è evitare qualsiasi composto che possa peggiorare la situazione. In questo caso si può usare l’infuso di calendula per pulire la pelle dei bambini.

Dopo aver deterso la pelle, conviene con coprirla, bensì lasciarla respirare il più possibile.

Potete anche preparare in casa una crema.

Ingredienti

  • 1 tazza di crema naturale (200 g)
  • 15 o 20 gocce di olio essenziale di calendula

Preparazione

Mescolate i due ingredienti e conservate la crema in un recipiente di plastica o di vetro.

Potete applicare la crema al bisogno oppure ogni giorno per proteggere la pelle dei vostri bimbi. La crema naturale la potete trovare nei negozi di cosmetici specializzati o in farmacia. L’olio di calendula si trova facilmente in erboristeria o in farmacia.

Evita le infezioni della pelle ed elimina quelle già presenti

Diversi disturbi possono colpire la pelle. Oltre alle scottature, bisogna tenere conto anche dei graffi e delle ferite. Se non fate attenzione, possono infettarsi e causare problemi più seri.

Per evitare che si sviluppino infezioni ed eliminare quelle già presenti, potete applicare l’infuso di calendula o una crema a base della stessa.

È molto importante che la calendula sia completamente pulita e priva di polvere. Una volta applicata, bisogna aspettare uno o due giorni perché le piccole infezioni e l’arrossamento spariscano.

Nel caso in cui l’infezione sia molto profonda nella pelle e maleodorante, rivolgetevi subito al medico. È probabile che abbiate bisogno di altre cure.

La calendula contro le punture di insetti

Quando uscite a fare una passeggiata nei prati o nei campi oppure quando fa molto caldo, dovete usare prodotti repellenti. Se siete già stati punti da zanzare o altri insetti, come ragni o pulci, cercate di non grattarvi.

Questo non farebbe che peggiorare il problema, perché farà espandere il veleno dell’insetto. E le punture si moltiplicheranno. La cosa migliore è applicare di tanto in tanto degli impacchi di infuso di calendula.

Ridurranno l’infiammazione e il prurito. In un giorno o due, non avrete più alcun fastidio e non rimarranno segni sulla pelle.

Vi invitiamo a leggere anche: Olio di citronella: un ottimo repellente per zanzare, pidocchi e pulci

Elimina il catarro

Avete la tosse grassa e siete stanchi di non riuscire a riposare bene? Non disperatevi e preparate una tazza di infuso di calendula. Usate questa bevanda per fare dei gargarismi.

In questo modo, potrete velocizzare l’eliminazione del catarro e guarire prima del previsto.

La calendula è senza ombra di dubbio più di una semplice pianta ornamentale. Potete sfruttarne le molteplici proprietà curative senza sforzo e senza spendere soldi.

Cosa aspettate a tenerne una in casa?

Guarda anche