Depressione: quando il dolore diventa la nostra ombra

· 10 aprile 2016
Non è detto che una persona depressa stia tutto il giorno a letto a piangere; chi soffre di depressione può anche continuare a condurre una vita normale, ma senza più provare piacere nelle cose che fa e sentendosi oppresso da tutto.

La depressione è un dolore che diventa l’ombra di chi ne soffre. Una sciarpa che stringe, soffoca e rende la vita opaca; una profonda oscurità che avvolge come un manto la persona depressa e tutto ciò che la circonda.

Tristezza, irritabilità, apatia, perdita di interesse per il mondo, incapacità di trarre piacere da qualsiasi cosa, perdita di appetito, senso di colpa, difficoltà a pensare, a concentrarsi o a prendere decisioni, pensieri ricorrenti di morte, tentativi di suicidio.

Questo è quello che prova una persona depressa, ogni giorno e quasi incessantemente. Un dolore che diventa immenso e che spegne anche la più piccola scintilla di speranza.

viso-di-ragazza-triste

Chi è depresso non passa tutta la giornata a piangere a letto

Si tende a pensare che le persone che soffrono di depressione stiano tutto il giorno a piangere sul letto. Gli attacchi frequenti e intensi di tristezza sono solo uno dei modi in cui si manifesta la depressione.

Infatti è possibile che una persona depressa non mostri segni di tristezza, ma si comporti invece in modo autoritario, con eccessiva irritabilità, insensibilità o aggressività. Vale a dire, la depressione, a volte, si manifesta con un malumore costante e intenso.

Secondo i manuali diagnostici come il DSM-5 o l’ICD10, un episodio di depressione maggiore deve soddisfare più criteri che la presenza di tristezza o irritabilità.

Ciò significa che, sebbene uno di questi due sintomi sia sempre presente, questi non sono sufficienti a definirla.

Vi consigliamo di leggere anche: 7 suggerimenti per prevenire la depressione nella fase iniziale

uomo sommerso dalla tristezza

Nessuno è completamente immune alla depressione

Può sorprendere chiunque. 

Un giorno si comincia ad avere difficoltà ad alzarsi dal letto, si sente che la vita ha perso significato, che non c’è niente che allieti o entusiasmi; tutto ha lasciato posto ad una grande angoscia.

Ci sentiamo schiacciati dagli eventi e dalle circostanze: tutto ci travolge lasciandoci spossati; richiede un grande sforzo sentire qualcosa di più di quel dolore interiore che è diventata la nostra ombra.

Ci sono giorni in cui ci si sente meglio e altri peggio, si è in balia dell’instabilità emotiva. Non si capisce quello che sta succedendo, si prova solo una profonda apatia, una terribile inquietudine che getta nell’oscurità più profonda.

Non sappiamo più cosa voglia dire stare bene, ci sentiamo svuotati. Non possiamo evitare di provare malessere quando usciamo di casa, quando parliamo con qualcuno o quando siamo costretti ad affrontare un nuovo progetto.

omino di cartone triste

Ma tutto questo dolore può essere superato. Abbiamo bisogno di un professionista che ci aiuti a capire, a dare coerenza alla nostra situazione e a superare il disagio. Una ferita così profonda ha bisogno di un supporto psicologico perché per guarire, occorre curare il nostro pensiero.

Quando ansia e depressione vanno a braccetto

La depressione spesso si mescola con l’ansia, dando luogo ad un quadro misto, ansioso-depressivo, che può essere ancora più doloroso per le persone colpite.

L’ansia è caratterizzata da paura, senso di panico, nervosismo, inerzia o iperattività, instabilità emotiva, tensione muscolare, ipervigilanza e percezione fuori luogo di minaccia e pericolo.

Ansia e depressione hanno in comune irritabilità, preoccupazione, scarsa concentrazione, insonnia, stanchezza, agitazione psicomotoria, voglia di piangere, sentimenti di inferiorità, senso di colpa e scarsa autostima.

Leggete anche: I migliori consigli per aumentare la vostra autostima

La metafora del cane nero

Una delle metafore più vivide per indicare la depressione è la metafora del cane nero. Nel seguente video la depressione è rappresentata da un cane che diventa sempre più grande, un’ombra che finisce per gestire la vita del malato.

Questo video, realizzato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, ci mostra la dolorosa vita quotidiana di milioni di persone che attualmente soffrono di depressione.

Se vi identificate con quanto descritto in questo video o pensate di stare attraversando un periodo di depressione, chiedete il parere di uno specialista e condividete le vostre apprensioni con le persone che vi amano.

La giusta terapia vi aiuterà a fare chiarezza nei vostri pensieri e, a poco a poco, comincerete a stare meglio.

Affrontare la depressione segnerà un prima e un dopo nella vostra vita.

Guarda anche