La Giornata internazionale dell'impianto cocleare

L'udito è essenziale per lo sviluppo cognitivo e sociale, ma ci sono problemi cronici associati a questa capacità. Esiste anche un'alternativa chiamata "impianto cocleare". Scoprite di cosa si tratta in questo articolo.
La Giornata internazionale dell'impianto cocleare

Ultimo aggiornamento: 29 agosto, 2021

L’ipoacusia, la perdita dell’udito e la sordità parziale possono presentarsi a qualsiasi età. Purtroppo, riducono sostanzialmente la qualità della vita, influendo su aspetti quotidiani che vanno dalla socializzazione all’apprendimento e provocando scoraggiamento e depressione. Questo è il punto di partenza per l’istituzione della Giornata internazionale dell’impianto cocleare, il 25 febbraio.

Per risolvere tutti i dubbi che circondano questa giornata e l’implementazione dell’apparecchio acustico, in questo articolo parleremo di cos’è l’impianto cocleare, di chi ha bisogno di tale strumento e di come migliora la vita delle persone.

Cos’è un impianto cocleare?

L’impianto cocleare è una protesi o un dispositivo che ripristina parzialmente la capacità uditiva. Come ci riesce? Attraverso la trasformazione dei segnali acustici in segnali elettrici che vengono trasferiti direttamente al nervo vestibolococleare, statoacustico o uditivo.

La struttura totale della protesi è composta da 2 parti:

  • Interna: recettore o stimolatore.
  • Esterna: microfono, processore e trasmettitore o bobina.

Nello specifico, l’interno viene inserito all’interno del cranio, mentre la parte esterna si posiziona dietro il padiglione auricolare.

Entrando nella sequenza operativa, il microfono cattura il suono e lo invia al processore che legge, comprende e interpreta i segnali. L’informazione quindi raggiunge il trasmettitore e la porta al ricevitore. Nel recettore il ciclo si chiude con l’emissione di segnali elettrici che stimolano il nervo uditivo.

Apparecchio acustico per la perdita dell'udito.
Gli apparecchi acustici sono indicati per le persone con ipoacusia, ma l’operazione è molto diversa da quella dell’impianto cocleare.

Dati storici sull’impianto cocleare

Il motivo per cui si è scelto il 25 febbraio come Giornata internazionale dell’impianto cocleare è legato all’anno 1957 e ai dottori Charles Eyries e André Djourno. Tuttavia, la sua celebrazione in quanto tale è iniziata solo nel 2009.

È successo tutto in Francia, all’interno di un gruppo di studi finalizzati a migliorare la capacità uditiva dei pazienti. Si decise di usare un filo di rame per provare a guarire una persona affetta da una scoraggiante sordità totale. Il risultato? Ebbene, la persona è riuscita a catturare la sequenza del linguaggio.

Questa scoperta ha gettato le basi per la costruzione dell’impianto perfezionato che ha avuto luogo anni dopo. Alcuni dei progressi successivi furono di W. House con l’inclusione di un elettrodo d’oro nella coclea. G.M. Clark, in Australia, invece, ha promosso la ricerca sugli impianti cocleari Rod Sounders nel 1978.

Chi ha bisogno di un impianto cocleare?

L’efficacia dell’impianto cocleare, che le organizzazioni internazionali hanno voluto rendere visibile in passato con lo slogan “Non lasciare che la perdita dell’udito ti limiti, ascolta per la vita”, si basa sul singolo caso da parte di chi lo richiede.

In questo senso, i casi d’uso appropriati sono i seguenti:

  • Persone con capacità uditiva minima o nulla: purché non si ottenga un cambiamento favorevole con gli apparecchi acustici. A tal fine, coloro che notano un’evoluzione nella loro percezione del suono attraverso questi ultimi non sono adatti all’impianto cocleare.
  • Impossibilità a distinguere le parole: se ci sono grandi difficoltà nella comprensione della parola e della comunicazione, l’udito si è notevolmente deteriorato.
  • Anziani con ipoacusia: si applica in circostanze in cui la sordità peggiora nel corso degli anni e si perde la possibilità di interpretare il linguaggio.
  • Persone affette da grave ipoacusia neurosensoriale bilaterale: si tratta della perdita dell’udito dovuta a gravi danni al nervo uditivo.

D’altra parte, il modo per definire chi può richiedere e sottoporsi a un intervento chirurgico di questa natura passa attraverso alcuni studi. Le analisi precedenti includono:

  • Audiometria.
  • Tomografia.
  • Test psicologico.
  • Risonanza magnetica.

Motivi per cui l’impianto cocleare migliora la qualità della vita

La Giornata Internazionale dell’impianto cocleare ha lo scopo di raggiungere le persone che soffrono di problemi di udito per migliorare la loro qualità di vita. Ecco quali sono i motivi per cui questo dispositivo medico aiuta le persone con problemi all’udito:

Facilita l’apprendimento nei bambini

L’assenza di udito altera la comprensione del mondo da parte dei bambini e può rallentare il loro apprendimento. In questo modo, l’impianto cocleare migliora l’interiorizzazione della conoscenza, della memoria e del linguaggio.

Questo aumento delle capacità può essere lento per coloro che non hanno ascoltato prima, ma i cambiamenti sono comunque notevoli.

Possibilità di effettuare telefonate

Le possibilità di comunicazione si estendono alle telefonate, poiché è possibile, in alcuni pazienti, comprendere il linguaggio orale senza la necessità di osservare le labbra dell’altra persona come supporto per la comprensione.

Godersi la musica e le voci

L’esperienza di ascoltare tutti i tipi di musica e godersi le voci dei cantanti risulta normalizzata. A loro volta, le opzioni ricreative aumentano e lo stress può essere incanalato in diverse direzioni che sono molto utili per la salute emotiva.

Controllo vocale migliorato

Ci sono condizioni critiche in cui l’impianto cocleare non può far riguadagnare la maggior parte della normalità acustica percepita. Tuttavia, un suo grande contributo sta nel miglioramento del controllo della parola, che fa sì che le persone intorno siano in grado di capire senza grossi inconvenienti ciò che vogliono esprimere.

Ragazzi che ascoltano la musica.
Qualcosa di semplice come ascoltare la musica può risultare complicato per molte persone. L’impianto cocleare incoraggia queste piacevoli attività.

Maggiore fiducia

I timori associati ai problemi di comunicazione o alle parole incoerenti vengono ridotti. In definitiva, aumenta la fiducia, il che influisce sia sul comportamento che sulla felicità e sulle prestazioni in molte attività.

Ci sono molti motivi per ricordare la Giornata internazionale degli impianti cocleari.

Riacquistare l’indipendenza

Secondo quanto spiega la National Library of Medicine degli Stati Uniti, l’impianto cocleare nella vita adulta ha degli effetti sull’indipendenza delle persone. In altre parole, si riacquista sicurezza nell’esecuzione di attività basilari di interazione sociale, nella chiara espressione e nella pianificazione di progetti di vita.

Giornata internazionale dell’impianto cocleare: tecnologia e medicina

La Giornata internazionale dell’impianto cocleare ci ricorda che il progresso della medicina insieme alla tecnologia migliora la qualità della vita, indipendentemente dalla disabilità patita.

È bene che tutte le persone che si rivolgono all’impianto cocleare come soluzione conoscano nel dettaglio l’intervento, gli eventuali rischi e come avviene il processo di recupero finale. Ascoltare è comunicare!

Potrebbe interessarti ...
Impianto cocleare: tutto quello che c’è da sapere
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Impianto cocleare: tutto quello che c’è da sapere

L'impianto cocleare è un dispositivo per aiutare le persone con un deficit uditivo. Nell'articolo di oggi vi spieghiamo cos'è e come funziona.