6 cose che la paura non vuole che sappiate

La paura può essere la scusa perfetta per non agire o, al contrario, la spinta di cui si ha bisogno per prendere una decisione ed essere fortunati. Se cadrete sempre, alla fine saprete come rialzarvi

Non siete stanchi di lottare contro la paura e di avere l’impressione di non vincere mai? Forse non potete vincere la battaglia contro la paura, ma potete addestrare quest’emozione.

Sapete quanto fa male la paura, sapete quanto ve ne ha provocato in passato e anche quanto ve ne provocherà in futuro.

Sicuramente conoscerete vari “metodi” per vincere questo sentimento, ma nonostante li mettiate in pratica, la paura si ripresenta sempre.


Questo non succede solo a voi. In realtà la paura fa parte di noi e ci permette di metterci in salvo in situazioni di pericolo.   

Il problema è che, con il tempo, questo sentimento può installarsi definitivamente nelle nostre vite e impossessarsi della nostra volontà.

Identificate alcune delle cose che la paura non vuole che sappiate. Poi, lavorate per ridurne gli effetti.

1. La paura vi mente

La prima cosa che la paura non vuole farvi sapere è che mente continuamente e vi fa sentire miserabili ad ogni pensiero:  

  • Ottenere una promozione? Solo chi ha davvero talento ci riesce.
  • Lottare per i propri diritti? Se mi trattano male, è perché me lo merito.
  • Spiegare un’idea nuova? Si prenderanno gioco di me.

La paura è un’emozione molto potente. Fisiologicamente parlando, è uno dei meccanismi di difesa più utili per l’essere umano. Tuttavia, dovete fare in modo che non distorca la vostra realtà.

Anche se non possiamo disfarci di essa, è fondamentale imparare a mantenerla sotto controllo, per evitare che determini il nostro modo di agire.

Leggete anche: La speranza delle persone frantumate

2. Siete in grado di raggiungere i vostri obbiettivi

Un’altra delle cose che la paura non vuole farvi sapere è che, indipendentemente dalla situazione attuale o dalle difficoltà che credete possano sorgere, potete raggiungere i vostri obbiettivi.

Molte persone si lasciano trasportare dalla paura e danno retta a tutti i messaggi negativi prodotti dalle loro menti.

È vero che raggiungere obbiettivi importanti è complicato e costa tempo e sforzo. Ma, se non fosse così, non ci si sentirebbe meritevoli del risultato e non si imparerebbe niente dal processo.

3. Non è mai troppo tardi per cambiare

Per quanto tempo avete sopportato quella relazione di coppia o amicizia tossica? Quanto tempo avete passato pensando e ripensando a quel viaggio che vi fa emozionare più di qualsiasi altra cosa? Da quanto sopportate tutto questo per paura?

Un’altra delle cose che la paura non vuole che sappiate è che né l’età né nessun’altra circostanza è un ostacolo al cambiamento. Affinché un cambiamento passi dall’essere immaginazione al divenire realtà, è sufficiente fare in modo che succeda.

Se c’è davvero qualcosa che va davvero male nelle vostre vite o qualcosa che desiderate fare, stabilite un piano d’azione. La metà la conoscete già. Fate i passi necessari per renderla realtà.

4. Nessuno può prendere una decisione migliore che voi stessi

Un fattore che di solito causa molta paura è l’opinione altrui, indipendentemente dal fatto che questa sia volta ad aiutare o a criticare.

Ciò nonostante, voi siete le uniche persone ad avere il diritto di decidere quali cambiamenti apportare alla vostra vita.

La paura delle critiche può farvi sentire bloccati in determinate situazioni che non apprezzate o farvi scegliere una professione che non vi appassiona.

Forse pensate che in questo modo, almeno, otterrete l’approvazione degli altri, ma non è detto.

Alla fine, ci sarà sempre qualcuno che parlerà di voi, perché questa è la natura umana. E va bene così. Non potete stare simpatici a tutti e sempre.   

Ciò che potete fare, invece, è vivere d’accordo alle vostre aspettative e ai vostri sogni. Molto probabilmente continueranno a criticarvi, ma, senza dubbio, sarete più felici.

5. I vostri errori passati non definiscono il vostro futuro

La quinta cosa che la paura non vuole farvi sapere è che gli errori che avete commesso non devono definire il vostro futuro. Tutti commettiamo degli errori e tutti paghiamo le conseguenze di numerose azioni che non avremmo dovuto commettere.

Questo è naturale, poiché vivere significa provare cose nuove e prendere decisioni. Quando fate queste due cose, non c’è modo di non commettere errori.

Ebbene, questi errori possono esservi di grande aiuto per trovare il miglior cammino che vi porterà dritti verso i vostri obbiettivi. Non siate persone che, a causa di un errore, smettono di provarci e si fermano.

Fate in modo che i vostri errori vi servano per capire che cammino non dovete seguire o per imparare una lezione.

Leggete anche: Cosa fare quando si spegne la passione per la vita?

6. L’unica cosa che si interpone sul vostro cammino non è la paura, siete voi 

Credete che sia la paura a farvi restare immobili? La verità è che non è così. La paura può generare incertezza e dubbi, ma a decidere di rimanere congelati siete voi. 

Ogni volta che la paura compare, avete due opzioni:

  • Ascoltarla e bloccarvi
  • Assimilare l’avvertimento che la paura vi sta dando, prendere le dovute precauzioni e agire.

Quando smetterete di vedere la paura come un grande ostacolo nelle vostre vite, prenderete piena coscienza di voi stessi. Provateci il prima possibile.

Vedrete che, anche se causa incertezza, rendersi responsabili delle proprie azioni è gratificante.