L'andropausa: miti e verità sulla menopausa maschile

Seppur nota anche come "menopausa maschile", in realtà l'andropausa presenta molte differenze rispetto alla menopausa femminile. Si deve a una diminuzione dei livelli di testosterone.
L'andropausa: miti e verità sulla menopausa maschile

Ultimo aggiornamento: 16 giugno, 2021

L’andropausa è un fenomeno fisiologico che si manifesta negli uomini a partire da una certa età come risultato di una minore produzione di testosterone. È nota anche come “menopausa maschile”, ma in realtà si tratta di una condizione del tutto differente dalla menopausa femminile.

In merito a questo argomento si sono sviluppati alcuni miti che ne ostacolano la comprensione. Per fare un po’ di chiarezza, in questo articolo rivediamo gli aspetti più rilevanti di questa condizione e i cambiamenti che comporta. Continuate a leggere!

Che cos’è l’andropausa?

Visita andrologica.
L’andropausa si presenta quando si riducono i livelli di testosterone, il più importante ormone sessuale maschile.

L’andropausa si deve a una ridotta produzione di testosterone nell’organismo maschile dovuta all’età. Il testosterone è l’ormone sessuale più importante nell’uomo. È il responsabile delle caratteristiche “maschili”, come la peluria del corpo, alcuni lineamenti e la muscolatura.

Oltre a ciò, questo ormone ha il compito di garantire la produzione di spermatozoi, l’impulso sessuale e la salute ossea nell’uomo. A partire dai 40-45 anni, i testicoli iniziano a rilasciare minori quantità di questo ormone.

Si tratta di un processo molto lento e graduale. Alcuni uomini ne sono colpiti in misura maggiore, presentando una sintomatologia più evidente, mentre in altri il fenomeno passa inosservato.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Deficit di testosterone: di cosa si tratta?

Miti sull’andropausa

  • L’andropausa non esiste. Falso. Come abbiamo spiegato, si tratta di un processo fisiologico che, in misura maggiore o minore, si presenta in tutti gli uomini.
  • L’uomo con un calo del desiderio sessuale è in andropausa. Falso. È richiesta la corretta valutazione dello specialista. Inoltre, non tutti gli uomini che iniziano a presentare un calo della libido ricevono un trattamento a base di testosterone.
  • Cresce ul seno. Falso. Ciononostante, si verifica un maggiore accumulo di grasso che può coinvolgere qualunque parte del corpo.

Verità sull’andropausa

  • Provoca impotenza negli uomini. Vero. Con la diminuzione del testosterone, il desiderio sessuale e la capacità d’erezione diminuiscono. Come anticipato, questo fenomeno non si verifica con la stessa intensità in tutti gli uomini.
  • Ci sono fattori o circostanze che possono accelerarne la comparsa. Vero. Alcune patologie, come l’obesità, il diabete e altre rendono velocizzano tale processo. Al contrario, abitudini di vita sane, esercizio fisico e un riposo adeguato rallentano la riduzione dei livelli di testosterone, dunque meno sintomi.
  • Può causare sbalzi d’umore e cambiamenti nello stato d’animo. Vero. A causa del deficit di testosterone, l’uomo tende a sentirsi più sconfortato. Oltre a ciò, l’eventuale presenza di altri fattori, come l’impotenza, può generare insicurezze che compromettono ulteriormente questo stato d’animo.
  • Si manifesta una perdita di forza e peluria corporea. Vero. Il testosterone è il principale ormone che contribuisce a determinare queste caratteristiche. Allo stesso modo, si verifica un aumento dell’accumulo di grasso e di colesterolo.

L’andropausa: diagnosi e trattamento

Andropausa e test del testosterone.
La diagnosi di andropausa si basa sui livelli di testosterone rilevati da un esame del sangue.

La diagnosi si basa su un’analisi del sangue che misura i livelli di testosterone. Una volta che la diagnosi è stata confermata, lo specialista sceglie il trattamento da adottare. Esiste la possibilità che si proceda alla somministrazione di testosterone, proprio come nel caso di qualunque altro medicinale.

L’assunzione può avvenire per mezzo di pillole, iniezioni, cerotti e altre modalità. La scelta del metodo dipenderà dal paziente e dal medico curante. Come abbiamo detto in precedenza, non sempre è necessario ricorrere a un trattamento a base di testosterone.

Oltre al trattamento medico, l’adozione di uno stile di vita sano è sempre utile per alleviare i sintomi. inoltre, molti dei sintomi possono essere tenuti sotto controllo attraverso la pratica regolare di esercizio fisico, che aiuta a liberare la mente, migliorare l’umore e facilitare il riposo.

Vi consigliamo di leggere anche: Terapia ormonale: in cosa consiste?

Ricordate di rivolgervi al medico

L’andropausa è un processo talmente normale che può esercitare diversi effetti sugli uomini che ne soffrono. Come sempre, in presenza di sintomi che interferiscono con il normale svolgimento della vita quotidiana, è importante rivolgersi a uno specialista.

Questi eseguirà gli esami necessari e, nel caso in cui lo ritenga opportuno, proporrà la somministrazione di un trattamento.

Potrebbe interessarti ...
Aumentare il testosterone in modo naturale
Vivere più saniLeggi in Vivere più sani
Aumentare il testosterone in modo naturale

I consigli qui esposti per aumentare le concentrazioni di testosterone hanno lo scopo di amplificare gli effetti positivi di questo ormone.