Deficit di testosterone: di cosa si tratta?

16 Agosto 2020
Tra le patologie che possono gravare in modo importante sulle relazioni di coppia, troviamo il deficit di testosterone. Una condizione clinica che può avere diverse cause e gravi conseguenze.

Con deficit di testosterone si indica la condizione clinica data dai bassi livelli di questo ormone. È facile confonderne i sintomi con quelli del normale invecchiamento. Per una diagnosi corretta, è importante recarsi dal medico e sottoporsi alle opportune analisi.

In passato si tendeva ad associare il deficit di testosterone all’avanzamento dell’età. È pur vero che a partire dai 50 anni i livelli di quest’ormone si abbassano, ma ciò può verificarsi anche da giovani.  

Questo disturbo non grava soltanto sull’attività sessuale dell’uomo, ma in generale sulla sua salute. I sintomi sono disparati e persino i medici possono avere difficoltà a individuare un deficit di testosterone.

Sintomi e diagnosi del deficit di testosterone

Uomo stressato per deficit di testosterone.
Il testosterone ha un ruolo fondamentale nella vita sessuale di un uomo, oltre a svolgere altre importanti funzioni.

Gli ormoni sessuali maschili e i loro metaboliti lavorano in diversi organi, determinando quindi diversi sintomi. Alcuni possono persino passare inosservati o causare disturbi molto lievi, altri sono più gravi:

  • Riduzione del desiderio sessuale
  • Disfunzione erettile
  • Fatica e mancanza di energia
  • Minore densità minerale ossea
  • Caduta dei capelli
  • Aumento della massa grassa
  • Alterazioni metaboliche e insulino-resistenza

Per poter formulare una diagnosi corretta, bisogna effettuare delle analisi del sangue per individuare i livelli di testosterone nel sangue. Bassi livelli di quest’ormone, in presenza dei sintomi sopradescritti, permetterà di diagnosticare un deficit di testosterone.

Forse vi interessa: Disturbi sessuali maschili e come risolverli

Esiste un trattamento?

Il trattamento è molto semplice e offre risultati positivi in pochissimo tempo. Vengono somministrati integratori di testosterone con iniezione intramuscolare o tramite gel da applicare sulla pelle.

I sintomi più lievi spariscono o diminuiscono nelle prime settimane, quelli più gravi possono durare fino a tre mesi. Ogni corpo presenta ritmi diversi, ma il trattamento è possibile in ogni caso.

La qualità dia vita migliorerà considerevolmente grazie a questo semplice trattamento. L’organismo equilibrerà poco per volta i processi di regolazione di grasso, insulina e sviluppo muscolare. Al tempo stesso si nota un miglioramento dello stato d’animo e dell’autostima.

Potrebbe interessarvi: Disfunzione erettile: cause e trattamenti

Possibili conseguenze del deficit di testosterone

Coppia insoddisfatta sessualmente.
Fatica e stanchezza saranno i primi sintomi osservabili, e potranno influire sulle relazioni personali e la vita del paziente.

Bassi livelli di testosterone possono causare disturbi di diversa natura, soprattutto negli individui di età avanzata. Le difficoltà a livello fisico e psicologico sono importanti conseguenze della riduzione dell’ormone sessuale maschile. Tra le conseguenze più comuni troviamo:

  • Perdita di energia e fatica che influiscono sui ritmi di vita del paziente. Il corpo non riesce a rispondere con normalità.
  • Calo della forza come conseguenza della riduzione della massa muscolare. L’uomo inizia ad accusare debolezza.
  • Disfunzioni sessuali come la perdita della libido o la disfunzione erettile, che possono causare problemi di coppia.
  • Problemi sul lavoro e sociali determinati dagli sbalzi d’umore.
  • Depressione e altre patologie psicologiche.

L’importanza del testosterone nella vita di un uomo

Il testosterone è prodotto dai testicoli. In caso di scarsa o nulla produzione, così come di una cattiva risposta da parte dell’ormone, si ha un deficit. Entrambi i casi possono essere contrastati con corrette abitudini alimentari, sport e il giusto trattamento clinico.

L’equilibrio nei livelli ormonali è fondamentale per godere di una buona qualità di vita. Il testosterone non soltanto favorisce l’attività e il desiderio sessuale, ma regola diversi processi fisiologici. Tenerlo controllato è importante per prevenire malattie anche gravi.

In ultimo, ma non meno importante, anche le relazioni interpersonali possono essere colpite da questo disturbo. A livello lavorativo o sociale, lo stato d’animo può creare un ambiente più o meno difficoltoso. Un calo nei livelli di testosterone può influire negativamente in tal senso.

  • Manuel Gil Salom y Jose María Martínez Jabaloyas. Servicio de Urología. Hospital Universitario Doctor Peset. Valencia. 2010. SÍNDROME DE DÉFICIT DE TESTOSTERONA Y DISFUNCIÓN ERÉCTIL. Extraído de: http://scielo.isciii.es/pdf/urol/v63n8/12.pdf
  • Servicio Navarro de Salud. 2012. Envecimiento y síndrome de déficit de testosterona. Extraído de: https://www.navarra.es/NR/rdonlyres/0220315B-65F6-44DA-A97A-7B1810DD2B39/237520/Bit_v20n5.pdf