Le 10 regole per un purè di patate perfetto

· 23 luglio 2015

Il purè di patate è uno di quei piatti che non manca mai sulla tavola durante le feste, le riunioni di famiglia o le cene con gli amici.  Questo piatto così popolare in tutto il mondo, possiede diverse varianti e si può presentare insieme a moltissimi altri piatti da servire per ogni tipo di occasione. Anche se a prima vista questo piatto può sembrare molto semplice da preparare, in realtà occorre una buona tecnica e bisogna seguire alcuni trucchi affinché risulti perfetto e delizioso.

Il vostro purè di patate non è come volevate? Se non riuscite ad ottenere il risultato che vi eravate prefissati a livello di gusto oppure se non riuscite ad ottenere quella consistenza soffice e cremosa che vi piace tanto, di seguito condivideremo le 10 regole di base per ottenere un purè di patate perfetto. 

Scegliete il tipo di patate adeguate

patate

Anche se a prima vista è difficile notare la differenza, dovete sapere che ci sono tre tipi di patate: a buccia rossa, dalla polpa soda e capace di reggere lunghe cotture; a pasta gialla (anche dette cerose), la cui polpa si mantiene compatta durante la cottura; a pasta bianca e farinose. Se volete ottenere un purè di patate soffice e cremoso, scegliete patate appartenenti alla prima categoria, come ad esempio le patate rosse. Queste infatti si rompono con facilità e rendono il purè molto più cremoso. Se non avete a disposizione questo tipo di patate, potete optare anche per quelle a pasta bianca.

Tagliate le patate in pezzi della stessa misura

Le patate di diverse dimensioni si cucinano a diverse velocità: quelle più grandi tarderanno molto più di quelle tagliate a pezzi piccoli. Il purè nel complesso potrebbe risentire di tali differenze. Cercate dunque di tagliare le patate in pezzi di grandezza simile, affinché tutte si cucinino nello stesso momento e il purè risulti di una consistenza uniforme.

Far evaporare il liquido in eccesso

patatine-fritte

Ci sono vari modi per assicurarsi che il purè di patate risulti soffice e spumoso. Uno dei tanti trucchi consiste nel drenare bene le patate e poi rimetterle in pentola con il coperchio ben caldo. Cucinare le patate un paio di minuti in più e assicurarsi che l’umidità in eccesso sia evaporata. L’eccesso di umidità può rendere il purè troppo acquoso.

Usare il pestello

Evitate di usare il frullatore, il minipimer o altri elettrodomestici del genere. L’amido si rompe quando viene mescolato o colpito troppo, generando un mix colloso. Bisognerà optare per strumenti più “artigianali” come il pestello, che certamente richiederanno maggiore impegno, ma riusciranno a farvi ottenere il risultato sperato.

Non mescolate troppo le patate

Che si usi o meno uno strumento di triturazione manuale, è importante ad ogni modo evitare di mescolare troppo le patate quando aggiungete il burro o il latte. Mescolare troppo le patate quando aggiungete questi ingredienti, può rovinare il vostro purè. Bisogna assolutamente mescolare delicatamente e per non troppo tempo.

Non aggiungete creme o latte freddo

latte

Quando aggiungerete la crema di latte o il latte al puré, prestate attenzione a che siano sufficientemente caldi in modo tale da essere assorbiti facilmente dalle patate, riducendo la necessità di mescolare troppo.

Non aggiungete troppo liquido

Anche se potete aggiungere al purè di patate crema di latte, latte o maionese, tra gli altri ingredienti, dovete evitare di aggiungere sostanze liquide in eccesso per non far risultare il purè troppo acquoso. L’unica maniera di rimediare a tale errore, sarebbe quella di aggiungere più patate.

Un po’ di burro

burro

Gli chef raccomandano di usare circa 200 gr di burro per ogni mezzo chilo di patate, per ottenere un equilibrio soddisfacente tra i due ingredienti. Questa dose permetterà di ottenere un purè soffice e delizioso.

Non dimenticate il sale

Quando mettete a cucinare le patate per il purè, non dimenticate di mettere il sale nell’acqua esattamente come fate per la pasta. In questo modo il sale verrà assorbito dalle patate, che saranno perfette quando verranno triturate. Tenete presente che né il burro né alcun altro ingrediente potranno apportare lo stesso sapore al vostro purè come quando aggiungete il sale sin dal principio.

Non aspettate troppo per mangiarlo

Come tanti altri piatti, il purè è molto più buono quando è appena pronto. Se viene riscaldato, non sarà altrettanto gustoso. Un’ottima opzione è quella di preparare tutti gli ingredienti necessari il giorno precedente alla preparazione vera e propria, quando dovrete solo mettere a bollire le patate, triturarle e mescolare gli ingredienti.

Guarda anche