Lo stress condiziona il ciclo mestruale, in che modo?

· 23 novembre 2018
Lo stress condiziona il ciclo mestruale; oltre ad alterarne la durata, può influire sulla fertilità e provocare i tipici dolori della sindrome premestruale

Lo stress condiziona il ciclo mestruale con conseguenze negative per la donna. Questo disturbo è prodotto della stanchezza mentale che si crea quando ci spingiamo oltre i nostri limiti. Possono così verificarsi alterazioni che influenzano il rendimento giornaliero.

Spesso le donne sono esposte a molte preoccupazioni che provocano sintomi psicologici come frustrazione, irritabilità, ansia, depressione o stanchezza cronica. Bisogna anche sapere che lo stress condiziona il ciclo mestruale determinando la comparsa di ulteriore malessere.

Tra i fattori che possono provocare stress troviamo eccesso di lavoro, situazioni problematiche, la famiglia, eccetera. Vivendo a lungo queste preoccupazioni, è normale che si presentino sintomi fisici come:

  • Mal di testa
  • Contrazioni muscolari
  • Problemi intestinali o cardiaci
  • Indebolimento delle difese immunitarie
  • Stanchezza
  • Sonnolenza

Tipi di stress

Ciclo mestruale mal di testa

Per gestire in modo efficace l’influenza dello stress sul ciclo mestruale, è necessario identificare l’esatta tipologia di stress. Ecco una classifica a seconda delle caratteristiche e dei sintomi.

Stress acuto

È la forma di stress più comune, di breve durata e provocato da situazioni momentanee che causano un’agitazione passeggera o da eventi traumatici.

Tra i momenti che possono provocarlo ci sono:

  • Matrimonio
  • Un incidente automobilistico
  • Terremoti
  • Incendi

Leggi anche: Gestire il nervosismo con 5 utili strategie

Stress acuto episodico

Questa forma di stress può richiedere l’intervento medico. Si presenta in persone disordinate e che conducono una vita molto agitata.

Si vedono quindi invischiate continuamente in situazioni che causano agitazione.

Stress cronico

È responsabile di molte alterazioni nell’organismo, tra cui disturbi del ciclo mestruale. È uno stress stancante e consuma a poco a poco la persona che ne soffre.

Si verifica quando una persona subisce pressioni a causa di determinate esigenze e arriva a credere che non ci sia una via d’uscita dai suoi problemi.

Generalmente colpisce persone con difficoltà economiche, famiglie divise, matrimoni infelici, lavori che non soddisfano o che seguono un percorso di studi che non le attrae.

Lo stress condiziona il ciclo mestruale, ma in che modo?

Lo stress cronico ha il maggior impatto sul ciclo. Quando si è sottoposte a situazioni stressanti, il corpo rilascia adrenalina e cortisolo in eccesso.

L’adrenalina aumenta le energie, mentre il cortisolo aumenta le funzioni cerebrali e riduce il funzionamento di altre che non ritiene primarie. Tra queste i processi digestivi e il ciclo mestruale. Vi presentiamo alcuni sintomi legati a questo tipo di stress.

Ciclo irregolare

La durata media del ciclo mestruale varia dai 28 ai 31 giorni. Lo stress può far sorgere delle irregolarità:

  • Polimenorrea: cicli mestruali molto brevi, che durano meno di 21 giorni.
  • Oligomenorrea: cicli con una durata superiore ai 35 giorni.
  • Amenorrea: assenza di mestruazioni per più di 3 mesi o 3 cicli mestruali tipici.

Aumentano i dolori causati dalla sindrome premestruale

Essere stressate durante il ciclo intensifica i dolori tipici della sindrome premestruale. Questa inizia dopo l’ovulazione, quindi, una settimana prima delle mestruazioni vere e proprie.

Si manifesta tramite sintomi come sensibilità, irritabilità, dolore al seno, gonfiore, mal di testa, dolori addominali e altri.

Fatica e sonnolenza

A causa dell’aumento dei dolori dovuti all’influenza dello stress sul ciclo mestruale, le donne hanno difficoltà a riposare e dormire bene.

È dunque molto probabile che siano affaticate e assonnate durante questi giorni.

Effetti negativi sulla fertilità

Coppia dalla ginecologa

A causa di tutti i cambiamenti che si verificano a causa dello stress, anche la capacità di concepimento può essere intaccata. Questo per via dell’aumento del cortisolo.

Questo ormone indica al cervello che la produzione di estrogeni e progesterone non è necessaria. Di conseguenza, appaiono mestruazioni irregolari e diminuisce la possibilità di rimanere incinta.

Altre conseguenze

Alti livelli di stress durante il ciclo mestruale possono provocare altre conseguenze negative come:

  • Perdita di memoria
  • Basso desiderio sessuale
  • Caduta dei capelli
  • Acne e macchie sulla pelle
  • Disturbi del sonno
  • Ulcere
  • Comportamento violento

Conclusione

Lo stress condiziona il ciclo mestruale e l’organismo causando conseguenze debilitanti. Si consiglia di fare sport ed eseguire tecniche di rilassamento per diminuirne l’impatto. 

Avete già provato di tutto? Se è così, ricordate che lo psicologo può sempre essere un valido aiuto. Un professionista potrà aiutarvi a organizzarvi e vi insegnerà alcune tecniche per identificare lo stress e gestirlo.

Una dieta sana, sport e amore per se stesse sono elementi chiave che eviteranno gran parte dello stress e dell’agitazione della vita.

Non dimenticate mai che la salute è al primo posto. Se manca, infatti, non siamo efficienti e non raggiungeremo i nostri obiettivi.

Guarda anche