Massaggio prenatale e i benefici che offre

3 Luglio 2019
Come ogni massaggio, quello prenatale può aiutare la gestante a ridurre lo stress, l'ansia e i dolori lombari e alle gambe. Ciononostante, il massaggio prenatale non è raccomandabile in tutti i casi.

Proprio come un qualunque massaggio, il massaggio prenatale ha come obiettivo il rilassamento di mente e corpo, donare sollievo dal dolore e far sentire meglio la persona. Ciononostante, vi è davvero chiaro quali sono i suoi benefici?

Il massaggio prenatale

L’unica differenza che distingue un massaggio regolare da uno prenatale consiste nel fatto che quest’ultimo è specificamente pensato per donne incinte. In altre parole, questo massaggio tiene conto delle peculiarità e dei cambiamenti che si verificano nella gestante, alle quali viene adattata la tecnica.

Il massaggiatore prenatale sarà a conoscenza e terrà conto del fatto che, durante la gravidanza, il baricentro si sposta, facendo sì che collo, schiena e spalle siano sottoposti a una tensione maggiore. Lo stesso accade alla parte bassa della schiena, che durante questi mesi subisce un sovraccarico a causa dell’aumento di peso.

In questo modo, il massaggio prenatale è concepito per donare sollievo a questi muscoli e zone del corpo, così che i fastidi e il dolore possano ridursi. Come qualunque massaggio, inoltre, è stato studiato per far sentire meglio la persona, facendola rilassare e liberandola da stress e tensioni.

Benefici del massaggio prenatale

Riduce i livelli di ansia e stress

Donna incinta affaticata e sdraiata sul letto
Dopo alcune sedute di massaggio prenatale, la gestante sente minori livelli di stress e riposa molto meglio. 

Diversi studi sono stati in grado di verificare l’efficacia del massaggio prenatale in rapporto alla riduzione dei livelli di ansia e stress nelle donne incinte. Alcune volontarie che per 5 settimane hanno ricevuto massaggi prenatali della durata di 20 minuti hanno riferito di sentire meno stress fin dalla prima seduta.

È stato così possibile verificare che il gruppo di gestanti che aveva ricevuto i massaggi indicava che il proprio stato d’animo era migliorato, che i livelli di ansia erano inferiori e che, inoltre, riposavano meglio. D’altra parte, questi vantaggi sono associati anche a indici di depressione post-parto inferiori.

Leggete anche: Stanchezza in gravidanza: come affrontarla?

Calma il dolore lombare

Uno dei fastidi più comuni durante la gravidanza è costituito dal dolore lombare e dal mal di schiena. L’aumento di peso e la pressione esercitata dal bebè possono fare sì che i muscoli subiscano una maggiore sollecitazione e che, di conseguenza, la gestante soffra di fastidi e dolori.

Allo stesso modo, lo sviluppo del bebè fa in modo che l’utero aumenti di dimensioni e che il baricentro si sposti. In questo modo, la postura della gestante cambia e, di conseguenza, sovraccarica i muscoli della zona lombare e della schiena.

Il massaggio prenatale può aiutare a ridurre l’eccesso di tensione su questi muscoli, rilassandoli. Così il dolore lombare può diminuire in seguito all’applicazione di questo genere di massaggi, proprio come dimostrano alcuni studi.

Riduce il dolore ai piedi e alle gambe

Massaggio prenatale al piede di una donna incinta
Un massaggio focalizzato sulla regione delle gambe contribuirà a ridurre la pressione su questa zona, provocata dall’aumento di peso e dalla ritenzione idrica

Proprio come il dolore lombare, il dolore alle gambe e ai piedi durante la gravidanza costituisce un fenomeno molto comune, soprattutto durante l’ultimo trimestre.

Nel corso della gravidanza la portata di sangue nell’organismo aumenta e, inoltre, l’aumento di peso comprime vene e arterie ostacolando la circolazione. Se aggiungiamo la ritenzione idrica tipica di questa fase e la spossatezza, è del tutto normale che la donna soffra di stanchezza alle gambe e perfino di crampi.

Per prevenire questo disturbo, si consiglia di camminare e mantenere una corretta idratazione, evitando uno stile di vita sedentario. Si raccomanda anche di eseguire delle tecniche di rilassamento e di stiramento dei muscoli interessati.

In questo senso, i massaggi prenatali sono l’ideale per contribuire alla riduzione di questi fastidi: concedono un rilassamento generale e in particolare ai muscoli delle gambe.

Il massaggio prenatale può ridurre il rischio di parto prematuro

La depressione e l’ansia durante la gravidanza possono essere associati a un maggiore indice di attività fetale e parti prematuri. In questo senso, dal momento che alcuni studi hanno dimostrato che il massaggio prenatale è in grado di abbassare i livelli di cortisolo, che sono associati a livelli di ansia e stress più bassi, e di combattere la depressione.

A loro volta, si è riscontrata una riduzione dell’attività fetale e del tasso di parti prematuri nelle donne che soffrivano di depressione e che hanno ricevuto massaggi prenatali. I benefici non sono limitati alla madre: anche i bambini nati da donne che avevano ricevuto massaggi prenatali presentavano livelli di cortisolo inferiori.

Potrebbe interessarvi leggere anche: Trattare la depressione con 6 rimedi naturali

Precauzioni

prima di sottoporsi a un massaggio prenatale, è importante rivolgersi al medico
In ogni caso, il medico è in grado di darci indicazioni su quali massaggi effettuare e quali sono raccomandati o meno.

Anche se i massaggi prenatali presentano numerosi benefici e non comportano praticamente nessun rischio per la salute, esistono però determinati casi nei quali sono controindicati:

  • In gravidanze multiple o ad alto rischio
  • Per gestanti ipertese o con problemi cardiaci o di coagulazione
  • In presenza di emorragia vaginale o distacco della placenta
  • In caso di vomito, febbre o diarrea

Per tutte queste ragioni, prima di decidere di sottoporci a un massaggio prenatale, dobbiamo:

  • Consultare il medico chiedendogli se il massaggio è consigliabile nel nostro caso specifico e quale tipo di massaggio è il più raccomandato e in quali zone.
  • Ricorrere sempre a un massaggiatore specializzato in questo tipo di massaggi. Solo uno specialista può sapere come realizzare il massaggio al meglio, in quali zone, con quale pressione e in quale postura.
  • Tiffany Field, “Pregnancy and labor massage”, Expert Rev Obstet Gynecol. 2010 Mar; 5(2): 177–181.
  • Grote NK, Bridge JA, Gavin AR, Melville JL, Iyengar S, Katon WJ. “A Meta-analysis of Depression During Pregnancy and the Risk of Preterm Birth, Low Birth Weight, and Intrauterine Growth Restriction”. Arch Gen Psychiatry. 2010;67(10):1012–1024. doi:10.1001/archgenpsychiatry.2010.111
  • Tiffany Field et al. “Massage therapy reduces pain in pregnant women, alleviates prenatal depression in both parents and improves their relationships”, Journal of Bodywork and Movement Therapies (2008) 12, 146–150
  • T. Field, M. Hemandez-Reif, S. Hart, H. Theakston, S. Schanberg & C. Kuhn (1999) “Pregnant women benefit from massage therapy”, Journal of Psychosomatic Obstetrics & Gynecology, 20:1, 31-38, DOI: 10.3109/01674829909075574