4 rimedi naturali contro la ritenzione idrica

31 marzo 2017
Poiché la ritenzione idrica di solito è il sintomo di altri problemi, è importante ottenere una diagnosi medica prima di adottare delle misure per combatterla in modo naturale

La ritenzione idrica è un problema che colpisce molte persone. Anche se spesso passa inosservata, quando le sostanza accumulate nell’organismo sono troppe, si presentano seri problemi di salute.    

È una malattia?

Nonostante sia considerata un problema di salute, la ritenzione idrica non è altro che un sintomo associato a diverse malattie.   

Per questo motivo, non dev’essere ignorata e bisogna rivolgersi ad uno specialista per scartare problemi al sistema digerente, al cuore o ai reni.

Leggete anche: 6 semplici esercizi per ridurre l’infiammazione e migliorare la digestione

Esattamente come ci indica il nome stesso, si tratta di un accumulo di sostanze in diversi tessuti del corpo.

In termini generali, la maggior parte di questi sono ingeriti in modo normale; tuttavia, diversi fattori impediscono che vengano eliminati adeguatamente.

Fattori che causano la ritenzione idrica

La ritenzione idrica si produce a causa dello squilibrio del passaggio dei liquidi tra le diverse zone del corpo. Si presenta quando l’organismo è incapace di eliminarli attraverso il sistema escretore. 

Influiscono anche fattori quali:

  • La gravidanza
  • I problemi renali
  • I problemi epatici
  • Menopausa
  • I problemi allo stomaco
  • L’obesità
  • Stile di vita sedentario

Come riconoscere la ritenzione idrica?

Come abbiamo detto prima, la ritenzione idrica non è una malattia in sé e per sé, ma fa parte di un quadro sintomatologico di alcune malattie.

Ciò nonostante, dobbiamo sapere che presenta alcuni sintomi propri.

Per capire se presentiamo davvero un accumulo di sostanze nell’organismo, dobbiamo controllare i seguenti indicatori:

  • Stanchezza o fatica accumulata
  • Pesantezza (specialmente alle gambe).
  • Gonfiore nelle estremità inferiori.
  • Gonfiore addominale.
  • Dolore addominale.
  • Infiammazione di altre zone dell’organismo (meno comune, ma può comunque presentarsi).

Rimedi naturali

Anche se esistono molte alternative per trattare la ritenzione idrica, è preferibile optare per quelle di origine naturale.

È bene ricorrere a rimedi rispettosi dell’organismo piuttosto che a soluzioni ricche di componenti chimici.

1. Bere acqua

L’idratazione è importante per l’organismo, anche quando si soffre di ritenzione idrica.

Anche se potrebbe sembrare contraddittorio, quando si soffre di questo problema, è fondamentale ingerire elevate quantità di liquidi. Questo perché, se non lo facciamo, altre sostanze si immagazzineranno nel corpo per diverso tempo.

  • Se non beviamo molto, l’organismo favorisce l’accumulo automatico di liquidi, al fine di prevenire una necessità inaspettata.    
  • Vi consigliamo, quindi, di bere a sufficienza tutti i giorni.

2. Tè verde

Gli alimenti o ingredienti diuretici sono l’alternativa ideale per chi soffre di ritenzione idrica e, tra l’altro, il tè verde è uno dei migliori.

Questo non solo è diuretico, ma presenta anche proprietà depurative. Per questo motivo, la sua assunzione facilita l’eliminazione delle tossine attraverso l’urina.   

  • Potete assumerlo quotidianamente o, almeno, tre volte alla settimana.
  • Si consiglia di prepararlo a casa e di assumerne, almeno, tre tazze al giorno.

3. Ananas

L’ananas è un frutto squisito e succoso, uno dei più apprezzati, specialmente nelle zone calde e costiere. Ciò nonostante, non bisogna mangiarlo solo grazie al suo ottimo sapore, ma anche perché è ricco di nutrienti benefici per l’organismo.

L’ananas è composto per la maggior parte di acqua, che lo rende un alimento ottimo per combattere la ritenzione idrica.

D’altro canto, mangiare ananas con regolarità favorisce la circolazione del sangue e combatte la cellulite. 

4. Tisana al prezzemolo

Esattamente come accade con il tè verde, la tisana al prezzemolo possiede proprietà diuretiche eccellenti per eliminare le tossine accumulate nell’organismo.   

Ingredienti

  • 1 bicchiere d’acqua (250 ml)
  • 1 cucchiaio di prezzemolo (10 g)

Procedimento

  • Fate bollire l’acqua ed aggiungete una cucchiaiata di prezzemolo, per poi lasciare in infusione per 10 minuti.
  • Si consiglia di assumerne, perlomeno, due tazze al giorno.

Se non amate le infusioni, optate per un frullato a base di prezzemolo.

 Leggete anche: Bevanda a base di prezzemolo per pulire i reni

Altre alternative…

Oltre a questi rimedi naturali, per trattare la ritenzione dei liquidi esistono altre alternative di facile realizzazione:

  • Nuotare a lungo
  • Sollevare le gambe.
  • Evitare gli eccessi di sale negli alimenti.
Guarda anche